Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

mercoledì 6 febbraio 2019

Recensione "Se ci sei non ho paura" di Miriana Vitulli

Ciao Rumors. Diamo il benvenuto a Giusi M. che debutta con il rumore con la recensione al romanzo Se ci sei non ho paura di Miriana Vitulli edito Dark Zone.
Titolo: Se ci sei, non ho paura 
Autore: Miriana Vitulli
Editore: Dark Zone
Genere: Romance
Prezzo: € 2,99
Prezzo: 14,90€
Amazon

Per Judy, capelli rossi, occhi spenti e un dramma da cui fuggire, la vita non è più la stessa e scappare nel freddo dell’Alaska sembra l’unico modo per ritrovare la pace. Il passato la tormenta, i continui flashback le ricordano che il dolore è duro a morire e che da sola non arriverebbe lontano. Blake ha una chitarra, un plettro e uno spartito su cui lavora ogni giorno. Suona per scappare dal mondo, per scordarsi delle cicatrici, per raggiungere luoghi sicuri. La musica è il nodo che lega e unisce indissolubilmente i due ragazzi; l’attrazione cresce giorno dopo giorno, ma l’ombra del passato sembra non lasciare tregua. Così Judy si trova a metà tra ciò che crede giusto e ciò che vorrebbe, in bilico tra il dolore e la voglia di rinascere. È giusto restare intrappolati nei ricordi e continuare a soffrire o è possibile tornare ad amare senza riserva, senza paura?


IL LIBRO CI È STATO DONATO  DALLA CASA EDITRICE 
 SENZA ALCUNO SCOPO DI LUCRO


LE IMMAGINI USATE NON SONO NOSTRE E NON CI GUADAGNAMO SU ESSE. TUTTI II DIRITTI APPARTENGONO AI PROPRIETARI


Ciao Rumors.
Judy ha il cuore spezzato.
Ha subito una grave perdita resa ancora più dolorosa dall’età in cui si ritrova ad affrontarla, a soli 17 anni. Si sente spenta, anche lei senza vita ed è convinta che provare di nuovo emozioni, sentire il proprio cuore battere significhi allontanarsi e dimenticarsi di lui. Ma lei non vuole assolutamente farlo. Non si sente pronta neanche a pronunciare il suo nome. Chiede a suoi cari del tempo per vivere ed elaborare il suo dolore, tempo che lei stessa sa benissimo, passa inesorabilmente anche senza di lei.
Quello che prova Judy è quello che in realtà si prova davvero in questi casi perché sappiamo che solo il tempo ci fa assimilare la perdita e rendere un po’ più lieve quella parte di dolore che rimarrà per sempre dentro di noi. I suoi genitori decidono che ha bisogno di allontanarsi dal suo mondo, dalle sue abitudini e per questo motivo si trasferirà in Alaska dai suoi nonni. Finalmente dentro di lei sente di poter provare ad avere un’altra possibilità. E proprio qui grazie a Kim, Andrea e a Jimmy si rende conto che pur avendo metà cuore riservato al suo Chris può tornare a vivere e a sorridere alla vita. Ma grazie a Blake, misterioso chitarrista dell’animo tormentato, che il suo cuore comincia a battere e alla musica che tramite lui rientra a far parte della sua vita.

“…E me lo spieghi perché se nemmeno ti conosco mi sembra di essere a casa, al riparo? E’ che mi sento al posto giusto, io che giusta non mi sento mai..”

Judy oramai è consapevole di vivere in una tempesta ma sa anche che per lei alla fine ci sarà un raggio di sole ad illuminarle la vita.

“Qualunque cosa ti sconvolga ora, qualsiasi cosa ti devasti, qualunque tempesta di sabbia ti sia abbattuta addosso, ricorda: scava a fondo e troverai diamanti, forti, infrangibili, che proietteranno la luce del sole in ogni angolo della tua vita”.

Mi è piaciuto il modo dolce e premuroso di come l’autrice ha affrontato questo dramma e ho apprezzato il modo in cui ha raccontato la storia attuale di Judy in terza persona coerente ai ricordi in flashback del passato. Ha curato i dettagli della storia e anche dei personaggi secondari, non è presente soltanto un accenno ma un’attenta descrizione che li lega molto bene al personaggio di Judy. L’ambiente è semplice: il freddo e la neve dell'Alaska sembrano rispecchiare il triste animo di Judy. Ho letto tutte le pagine soffrendo e sperando con Judy che fosse Blake la sua ancora di salvezza. In un certo senso si sono ritrovati: due anime in pena avvolti in una nuvola grigia entrambi ad essere uno la chiave di salvezza dell’altro. Ad essere
sincera mi aspettavo un po' di più sull'epilogo ma vorrei sperare che con Blake Judy troverà,
oltre al nuovo inizio musicale insieme, un bellissimo arcobaleno.
Consiglio questo romanzo a chi vuole leggere una storia d'amore e crede che l'amore può
guarire ogni dolore. Buona lettura.

“ Andiamo ad affrontarlo insieme questo mondo… …Il mondo lì fuori mi spaventa,
Blake. Sarò il tuo muro di cemento, Judy. Nessuno ti farà male”.

GIUSI M.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...