Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

domenica 10 febbraio 2019

Recensione "La governante" di Rebecca quasi.

Ciao Rumors, oggi la nostra Carmela ci parlerà de "La governante" di Rebecca Quasi ed edito da Dri editore
Titolo: La governante
Autore: Rebecca quasi
Editore: Dri editore
Genere: Romance Storico.
Formato: ebook 2,99- cartaceo 12,99
amazon

Londra 1875
Lord Moncrieff, rimasto vedovo, deve trovare una governante che si occupi di sua figlia. O meglio della figlia di sua moglie, visto che non è certo di essere lui il padre della bambina. Assume la signora Tate, una donna giovane e affascinante, con un passato non proprio cristallino. L'idea di spedire figlia e governante lontano da Londra si rivela, però, poco funzionale all'attrazione che inevitabilmente i due finiscono per provare.








IL LIBRO CI È STATO DONATO  DALLA CASA EDITRICE 
 SENZA ALCUNO SCOPO DI LUCRO


LE IMMAGINI USATE NON SONO NOSTRE E NON CI GUADAGNAMO SU ESSE. TUTTI II DIRITTI APPARTENGONO AI PROPRIETARI
Mi occuperò di vostra figlia meglio che posso, le insegnerò le buone maniere e tutte quelle sciocchezze che servono per affrontare il vasto mondo. E poiché è una donna le insegnerò anche a non fidarsi degli uomini, soprattutto di quelli che hanno una gran parlantina e baciano come Dio comanda.”
Hola Rumors, eccomi tornata con una nuovissima recensione.
Mentre scrivo queste righe penso al libro appena concluso e continuo a ridere per alcune battute ironiche dei protagonisti.
Se avete voglia di rilassarvi davanti ad un buon libro ed un caffè non posso che consigliarvi “La governante” di Rebecca Quasi edito da Dri editore.
Siamo nel 1800 e Lord Moncrieff, dopo essere rimasto vedovo, è alla ricerca di una governante per sua figlia/non figlia Penelope. Si è così figlia/non figlia, perché dovete sapere che la povera deceduta moglie del lord non era proprio devota alla fedeltà matrimoniale. Lord Moncrieff, ex cervo a primavera, adesso solo e con una figlia della quale non conosce nulla, decide di assumere Sidonie Tate, una ragazza sicura nel suo lavoro, anche lei vedova e con una certa riluttanza per l’amore.
Tra i due è chimica sin da subito, Lord Moncrieff si diverte nel provocare la povera Sid che a sua volta non perde tempo nel rispedire al mittente le provocazioni.
“Hai bisogno di sesso frequente e sfrenato, Tate. Ammettilo.”
“Ne ho fatto a meno per anni”
“Ed eri acida come la panna scaduta”
Il tempo passa e Sid e Penelope sono sempre più unite nonostante la donna ricopra il ruolo di governate.
Anche il Lord inizia ad essere sempre più unito alla dimora in campagna dove le due risiedono. Sid è sempre più convinta che Lord Moncrieff può recuperare il rapporto padre-figlia che non ha mai voluto intraprendere sin dalla nascita di Penelope, il fatto di non sapere se realmente fosse sua figlia ha portato l’uomo ad alzare un muro tra i due.
Così grazie all’aiuto di Sid, Penelope porta suo padre nel suo mondo, lo aiuta a riscoprire che essere chiamato papà non è poi così malvagio. Nel frattempo oltre all’amore per la propria figlia, Lord Moncrieff scopre l’amore per Sid, amore che Sid cerca di reprimere, vista la diversità sociale, ma che non può resistere a lungo.



“Sii obiettiva Sid, non siamo de intellettuali. Tendo a molestarti piuttosto di frequente. Non che non apprezzi la tua conversazione o che non provi dell’affetto per te…ma quando ti vedo la prima parte di me che reagisce è…”
Ma come ogni storia d’amore che si rispetti, ecco che a far impazzire la maionese arrivano la mamma di Lord Moncrieff e lady Cordelia, due donne che credono di poter domare Moncrieff a loro piacimento. Ed in questo momento che la forma di ribellione più pura e pacifica del mondo porterà a scoprire verità che daranno una svolta ai personaggi di questa storia.
I Romanzi ambientati in epoche diverse dalla nostra non sono stati mai il mio forte, anzi devo dire che la maggior parte delle volte mi annoiano, invece “la governante” no, mi ha catturata sin da subito. Rebecca Quasi con la sua ironia e la sua scrittura è riuscita a strappare sorrisi dall’inizio alla fine, è riuscita a raccontare di un amore che vince nonostante gli ostacoli e le diversità e di un rapporto padre figlia che può essere riscoperto anche se in ritardo.  
Besos
Carmela.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...