Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 19 aprile 2018

Recensione "Un altro giorno ancora" di Bianca Marconero.

Ciao Rumors. Esce oggi 19 aprile, grazie a Newton ComptonUn altro giorno ancora di Bianca Marconero. Luisa lo ha letto in anteprima per noi, leggiamo cosa ne pensa...
Titolo: Un altro giorno ancora
Autore: Bianca Marconero
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance
Prezzo: ebook  € 1,90 cartaceo € 6,99
Amazon

I sentimenti sono come i fiori selvatici. Crescono dove meno te l’aspetti.

Elisa Hoffman ha imparato presto a cavarsela da sola. Ultima di cinque fratelli, vive per la famiglia e per l’equitazione. L’esclusivo maneggio in cui lavora, alle porte di Milano, è il posto che ama di più al mondo, e mette da parte tutti i risparmi per riuscire a comprarsi Sparkle, un cavallo che ha addestrato per mesi. Tutti i suoi sogni, però, si infrangono alla notizia che Andrea, un ragazzo terribilmente bello e ricco, ha offerto più soldi e ha acquistato il cavallo che le era stato promesso. Elisa non si dà pace e riversa su di lui tutto il suo risentimento. Ma Andrea è davvero così freddo come sembra, o sotto il ghiaccio si nasconde qualcosa di diverso? Un imprevisto, un accordo e un’inattesa amicizia con il nemico permettono a Elisa di scoprire che il ragazzo, in realtà, possiede delle qualità inaspettate… Una storia sull’amore in tutte le sue declinazioni, e sui sentimenti che, come fiori selvatici, crescono in silenzio, senza che nessuno li annaffi.

Vi è mai capitato di emozionarvi, fino al punto di piangere, dopo aver letto i ringraziamenti che ogni autore/autrice fa, arrivati alla fine della storia che state leggendo? A me sì, è successo grazie alla meravigliosa storia di “Un altro giorno ancora “di Bianca Marconero.
Ogni tanto, sbircio a fondo, nel mio Kindle e mi sono accorta di avere altri titoli della stessa autrice, anche se non ancora letti. Me ne vergogno tantissimo e quanto prima devo rimediare. Ora vi chiederete, ma a noi che leggiamo questa recensione, che ci frega di quello che stai pensando? Vi rispondo: se vi è già capitato di leggere storie di Bianca, sapete che la sua è una scrittura sorprendente, dolce e rude alla stessa maniera. I pensieri, le metafore, i discorsi che mette in bocca ai suoi personaggi ti fanno entrare negli stessi luoghi, vi portano a vedere il tutto, pur essendo al di fuori, vi regalano svariate emozioni, tutte legate tra loro.
I personaggi di “Un altro giorno ancora” sono Andrea e Elisa.
Andrea, viene da una famiglia molto benestante, è ricco, bellissimo e conosce Elisa da dieci anni.
Elisa, è ribelle, protetta dai 4 fratelli, orfana prima del padre e successivamente della madre, ha sofferto tantissimo, nella sua giovane vita, per cui fa di tutto per non avere relazioni che possano coinvolgere il suo cuore. Con Andrea in dieci anni che si conoscono, non ha mai spiccicato più di qualche saluto.

Sto ancora litigando con i capelli, bloccati in una specie di crocchia fatta male, quando inquadro Andrea sul bordo della vasca. In costume da bagno. Ora, ho visto un certo numero di ragazzi in mutande ma se arrivasse un alieno sulla Terra non crederebbe mai che questo esemplare in boxer neri faccia parte della stessa specie biologica degli altri. È come loro, ma lo è di più. È armonioso, solidissimo, slanciato. Si gira di tre quarti e i faretti creano un effetto plastico su addominali e pettorali. È ufficiale: per una volta la realtà ha superato Photoshop. Starei a guardarlo per sempre se non si accorgesse di me.”

Poi accade, i due venutosi a trovare in una spiacevole situazione, cercano di appianare le divergenze. Per Elisa, Andrea è così ben educato che, anche sotto attacchi verbali e non, riesce a mantenere quella compostezza che lo fa additare come persona fredda e con una maschera di buone maniere, da renderla ancora più scontrosa.
Ma quando si è convinti di conoscere bene una persona è in quell’istante che tutto si trasforma, cambia. Ed è questo, quello con cui Elisa, dovrà confrontarsi. Andrea non è ciò che appare, ma molto di più.

“Lo dico e nella penombra colgo un cambiamento attraversargli lo sguardo. Resta e afferra il mio viso con entrambe le mani. Resta e si ferma sulla mia bocca. Con la sua. Sono io la persona con cui ha scelto di sbagliare. Il cuore si paralizza nella sorpresa e poi esplode. Andrea ha schiuso le labbra. Mi si spalanca una voragine nello stomaco, mi aggrappo ai suoi polsi e mi dico che no, per niente al mondo ricambierò un bacio di cui non capisco neanche il motivo. Ma la mia bocca ha già disertato, stringe un patto con la sua, ignorando i nostri cuori. Quello che ne esce è un bacio senza precedenti. È un bacio che li mette in fila tutti e li manda a casa. Un bacio che non c’è proprio paragone. Da qui si ricomincia, da qui li misurerò tutti. Come può il Bacio Supremo originare da premesse così assurde?”

Accade, nel corso della vita, che decidi di aver sbagliato tutto, di non essere stata capace di aprire gli occhi e scoprire l’ovvio, di non sapere come poter rimediare. Allora ti viene in aiuto quell’unico sentimento che ti fa piangere, soffrire, disperare, ma in occasioni favorevoli, ti riesce a donare ciò che ognuno cerca: la vera felicità. Questo è quello che fa l’Amore.
Queste sono le emozioni che vi regalerà questa storia, non dovete assolutamente perderla, dopo averla letta, sono certa che concorderete con me.
Per me 5 stelle, meritate in tutto: per la storia bellissima, per la descrizione di ogni particolare, per la scrittura fluida e briosa, per non essere mai noiosa né saccente, per la gioia di proseguirne la lettura per poter conoscere ciò che accadrà.
Bravissima Bianca Marconero, alla prossima.

Luisa

3 commenti:

Bianca Marconero ha detto...

Che parole splendide <3 non sai quanto ne sono felice. Grazie di avermi letto, con tutto il cuore - Bianca M.

Luisa Diana ha detto...

Grazie a te Bianca.

Lidia ha detto...

❤❤

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...