Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

mercoledì 21 marzo 2018

Rubrica Self "Take Me" di Karen Morgan

Ciao Rumors. La nostra Erika ha letto e recensito per noi, il nuovo libro di Karen Morgan intitolato Take Me
Titolo: Take Me
Autrice: Karen Morgan
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance/ Romanzo Erotico
Prezzo:  1,99 euro
Amazon

Jane Bright ha avuto una vita difficile, è una prostituta e l’amore l’ha distrutta fino a ridurla in cenere. È una donna sola, delusa dai suoi affetti più cari e con la vita che continua a voltarle le spalle. Una sera incontra Joseph Welch, un uomo affascinante e irresistibile. Passano la notte insieme, finché lui non le propone una conoscenza più approfondita.
Joseph offre a Jane la possibilità di ricominciare e di diventare la Vivian Ward che sogna di essere.
Jane non sa chi sia Joseph Welch, mentre tutti i media e la gente altolocata lo conoscono bene.
Tra i due si instaura un rapporto passionale e magnetico.
Lui le regalerà dei giorni bellissimi, che Jane faticherà a dimenticare quando arriverà il momento di doverlo fare.
Il passato di Jane tornerà a bussare alla sua porta, ma solo per procurarle altro dolore. Sarà così forte da affrontarlo o si lascerà sconfiggere di nuovo?
Joseph sarà l’Edward Lewis di Jane?
E cosa succederà alle loro vite quando la verità verrà fuori?
Il loro legame potrà diventare qualcosa di talmente forte da riuscire a superare le difficoltà?

Ciao Rumors,
chi non si emoziona leggendo di storie in cui una fanciulla in difficoltà è stata salvata dall’uomo dei suoi sogni, vivendo la sua favola?
Jane non lo sa, ma nutre la speranza di riuscire a ottenere una vita migliore di quella che fa adesso.
È una ragazza con una vita difficile alle spalle che sulla propria pelle vive le conseguenze delle sue scelte sbagliate. È stata abbandonata dalle persone che più amava e usata dall’uomo che le giurava amore e adesso si ritrova, sola e delusa, a vivere una vita che non vorrebbe.
Eppure in quell’angolo di strada di Downtown spera di poter un giorno vivere la sua favola e il suo vissero per sempre felici e contenti.
Di trovare un uomo gentile che non la tratti come un oggetto sessuale, ma si prenda cura di lei.
Di riuscire ad apprezzare il proprio riflesso allo specchio e vedersi migliore di quello che è adesso.
Ma quale uomo potrebbe mai innamorarsi di una prostituta?

E poi incontra lui… Joseph Welch. E poi incontra lui…
Joseph Welch. Ne resta ammagliata fin da subito. I suoi occhi così chiari la incantano dal primo momento, i modi così diversi dagli altri uomini che hanno pagato la sua compagnia la stupiscono, la dolcezza e la cura che le riserva la prima notte che condividono insieme la sbalordiscono.

“Sono qui come lavoro, perché mi servono i soldi. 
Come hai detto tu, ci divertiremo, scoperemo e poi finirà tutto.”
La verità, però, è che lui non sa bene come comportarsi. Si trova in quel quartiere con uno un paio di occhiali e un capello in testa per non smascherare la sua identità e non far piombare un polverone sul nome della sua famiglia o distruggere la sua carriera. Non vorrebbe trovarsi lì, ma non appena i suoi occhi si posano su di lei si rende conto che quella donna è diversa da tutte le altre.
Quella ragazza lo ha stregato e senza pensarci due volte decide di proporle un accordo. Passare del tempo con lui, offrendogli la sua compagnia in cambio di denaro per un tempo limitato. Eppure nei giorni trascorsi insieme i due si troveranno a vivere delle emozioni indimenticabili.
Saranno in grado di lasciarsi tutto alle spalle quando arriverà il momento dei saluti? Scopriranno cosa voglia dire nuovamente amare qualcuno lasciandosi andare a quei sentimenti che li hanno già una volta spezzati? E se il passato dovesse tornare alle loro porte, cosa faranno?
Il loro legame sarà così potente da spazzare via le difficoltà?
Mi è piaciuto come Jane cerchi di mettere al primo posto Joseph, nonostante possa trarre vantaggio dalla situazione ogni scelta è dettata solo per non creare problemi a lui o alla sua carriera. È un personaggio solare che nonostante le disavventure della vita cerca di non perdere mai il sorriso e sperare in un futuro migliore. Joseph è l’uomo che tutte vorrebbero avere e non perché altolocato. È un uomo gentile, dolce e senza pregiudizi. Cerca di metterla a proprio agio dimostrandole ogni giorno che è una persona che vale come tutte le altre.
Entrambi scottati e feriti dall’amore si ritroveranno a vivere dei momenti indimenticabile e dietro a quegli attimi capiranno davvero cosa voglia dire amore una persona e avere paura di perderla.

“Il nostro legame è silenzioso, ma reale. Lo sento, per quanto cerchi di essere muto. Ed è il silenzio più bello e assordante che io conosca.” 


Take me è una il nuovo romance scritto da Karen Morgan, ispirato a Pretty Woman. La meravigliosa favola da Edward Lewis e Vivian Ward che ha fatto sognare e sospirare tutto il genere femminile. Ho apprezzato molto che l’autrice non abbia fatto un copia incolla della pellicola, ma abbia orientato la narrazione su altri binari.
Le scene tra Jane e Joseph sono un mix esplosivo tra passione ed eros, smorzati da momenti di pura dolcezza in cui uno sguardo rubato e sorriso tenero non può non scaldare il cuore. Sono momenti in cui si riscopre la bellezza delle favole e la speranza di credere che la vita, per quanto difficile possa essere, possa regalare quella magia che porta al lieto fine.
La storia viene raccontata da entrambi pov con una scrittura fluida e scorrevole, che permette di apprezzare maggiormente il mutamento dei sentimenti e del rapporto tra i due personaggi, eppure ho trovato difficile immedesimarmi in loro.
E come se le loro emozioni mi arrivassero in modo ovattato e non riuscissi ad afferrarle e mi dispiace perché mi aspettavo qualcosa.

La narrazione mi è sembrata un po’ superficiale in alcuni punti, soprattutto quando si affronta il passato di Jane e di Joseph, la correlazione tra alcuni personaggi e le relazioni secondarie che
legavano i personaggi tra loro.
Non so, avrei voluto che l’autrice attenzionasse maggiormente questi aspetti, descrivendo le loro storie con maggior cura e dando maggior rilievo ai personaggi secondari.
Di per sé la storia è molto carina e tenera, ma manca quel qualcosa che la renda indimenticabile e faccia chiudere il libro con un bel sospiro sognante. Il finale può risultare un po’ scontato, ma la storia non è per nulla banale per via dei colpi di scena lungo la narrazione, però ammetto che come lettrice non sono riuscita a perdermi tra le parole e catapultarmi in essa.
Non lasciatevi scoraggiare dal mio parere, perché di questo si parla! Magari la storia non è arrivata a me, ma riuscirà a scaldare il cuore di molte/i di voi.

Erika

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...