Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

domenica 25 febbraio 2018

Recensione "Stronze si nasce" di Felicia Kingsley

Ciao Rumors! Oggi Jeky Emme ci parla di Stronze si nasce di Felicia Kingsley. Dopo il successo di Matrimonio di convenienza, l'autrice ci delizia con un'altro romanzo frizzante e allegro.
Titolo: Stronze si nasce
Autore: Felicia Kingsley
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance
Prezzo: Eur 2,99

Allegra Hill è brillante, onesta e altruista. Ma anche un’eterna seconda. Fin dagli anni della scuola c’è sempre qualcuno che la precede. Sempre. E senza dimenticarsi di umiliarla anche un po’. Chi è costei? Ma la classica stronza! Quella di Allegra si chiama Sparkle Jones. Non solo la vita di Sparkle è perfetta, ma la biondissima e splendente ragazza riesce a ottenere sempre tutto ciò che vuole. Ma il tempo passa e a ventisei anni Allegra ha finalmente una casa tutta per sé e un lavoro nell’agenzia immobiliare più prestigiosa di Londra. Il passato, però, non sembra volerla dimenticare e mette di nuovo Sparkle Jones sulla sua strada. Questa volta le cose sembrano andare diversamente e la nemica di una vita le appare sotto un’altra luce… E tutto questo proprio quando l’incontro con un bellissimo imprevisto dagli occhi verdi come smeraldi sembra in grado di sparigliare le carte. Tra feste, intrighi e cene non proprio a lume di candela, in corsa tra le strade di una Londra magnifica, forse, per Allegra è arrivato il momento di scoprire se davvero quello che vuole è la felicità. Questa volta non può lasciare l’ultima mano alla sua adorabile, odiata stronza numero uno!

Che cosa fareste voi se un giorno l’incubo della vostra adolescenza diventasse la vostra miglior amica?
E se un giorno come tanti incontraste quello che, forse, è l’uomo della vostra vita?
Siamo sicuri però che tutto quello che luccica alla fine è brillante anche nella realtà e non è solo un illusione?
Allegra Hill ha passato tutta la sua vita da eterna seconda. Fin dal liceo, qualsiasi cosa avesse in mente, finiva direttamente in secondo piano perché Sparkle Jones non era solo la regina delle stronze ma anche la prima in tutto: nelle feste, nelle amicizie e nel rubare quello che per Allegra era la sua cotta adolescenziale.
E si sa, le stronze non girano mai sole. Sparkle era sempre in compagnia della sua amica Quinn.

«Non preoccuparti, Allegra. Siamo all’ultimo anno!», tenta di consolarmi Dots.
«E allora?»
«E allora, tutto questo sarà il passato. E sai perché si chiama passato? Perché non torna più».

Ci ritroviamo otto anni dopo con un Allegra che riesce finalmente ad ottenere il posto di lavoro che forse un giorno la porterà a realizzare il suo sogno di scrivere per “Architectural Digest”.
Il primo giorno di lavoro è un po’ come il primo giorno di scuola: grandi aspettative, tanta grinta, molti sogni e più di tutto una giornata che non scorderai mai.

Aspettiamo tutti il giorno zero della nostra vita, quello in cui mettiamo 
un punto davanti a tutto e andiamo a capo.

Arrivando negli uffici della Royals & Lloyds, Allegra scoprirà presto che il suo giorno zero non sarà quel giorno. L’accoppiata Sparkle e Quinn è presente anche in questa nuova fase della vita, e se da giovani adolescenti riuscivano a incantare tutti, ora da donne adulte riescono ancora di più a calamitare su di loro tutta l’attenzione degli uomini e delle donne dell’azienda.
Ma presto Allegra si troverà a lavorare fianco a fianco con Sparkle, prendendo così il posto di Quinn che scompare nel nulla senza che tra gli uffici della Royals & Lloyds sappiano che cosa sia successo.
Allegra inizia presto a conoscere un lato diverso di Sparkle e si rivelerà, forse, una nuova inattesa amica. Inizieranno giornate di shopping, feste e una scalata sociale in quella gerarchia che Sparkle ha imposto con il suo modo di essere.
Si lascia così attrarre dalla Sparkliness iniziando a cambiare aspetti che hanno portato la vecchia Allegra a farsi amare da chi le vuole bene.

Sparkliness, per tutto il resto c’è MasterCard.


Ma non ci può essere storia d’amore senza un incontro. Le figure maschili questa volta sono due: Tristan e Duke.
Il primo è il classico principe azzurro, il secondo viene definito da Allegra il principe nero.
Il colpo di fulmine per Allegra arriverà con Tristan e scoprirà poi presto che sarà, insieme a Duke, un collega di lavoro proveniente dall’America.
Ma come dicevamo, mai farsi ingannare troppo, perché non tutto l’oro è quello che luccica. Presto Sparkle si scoprirà non essere poi tanto amica e alla fine essere ancora più stronza di quanto era liceo. E anche Tristan poi tanto principe azzurro non sarà.
Inizieremo ad incontrare un’Allegra vendicativa e che a tutti i costi vorrà buttare giù Sparkle dal suo piedistallo e diventare finalmente la numero uno.
Per un po’ di tempo non vedremo più l’Allegra che salva gatti e cani malandati dandogli una seconda possibilità per fargli passare l’ultimo periodo della loro vita amati e coccolati, quella che fa volontariato o che sceglie sempre i biscotti rotti perché alla fine non sono meno buoni di quelli interi.
Inizieremo a incontrare l’ Allegra stronza, subdola e vendicativa che si lascerà accecare  così tanto dalla vendetta che arriva al punto di perdere tutti e tutto.
Duke l’aiuterà in questa missione suicida e questo li farà avvicinare sempre di più fino ad arrivare a un punto che fa sperare in un cambiamento di idee per Allegra.

Cosa accidenti succede quando io e lui siamo nella stessa stanza, 
e parlare, scherzare, ridere, perfino litigare, ci riesce così bene?
Non lo so, non sono riuscita a capirlo.

Ma sarà così cambiata che non riuscirà nemmeno a riconoscere l’amore vero da quello finto. Forse però, non tutto è perduto e quel giorno zero che tanto aspettava Allegra arriverà.

Si può provare a decidere per il cuore, ma è sempre il cuore a decidere per te.


La Kingsley mi ha fatta ridere con le lacrime in Matrimonio di convenienza ma in questo caso non è un classico rosa dove colpi di fulmine, amore, cuori e passione dominano. La storia gravita principalmente intorno ad Allegra e Sparkle.
L’amore è messo un po’ in secondo piano, anche se molto presente e sotto certi aspetti determinante per la storia. Questo è un libro che inizi e un po’ non vorresti mai finire perché sai che alla fine le risate, le parti sottolineate da rileggere ti mancheranno.
Arrivando alla fine di tutto mi sono resa conto che non è sempre un colpo di fulmine che ci fa innamorare davvero, molte volte quel fulmine ci colpisce solo in testa senza portare nulla di buono. È quel lento innamoramento che rende tutto più bello: il mangiare i biscotti di infornate non perfette, mangiare vaschette di gelato come se non ci fosse un domani, guardare la tv con una commedia romantica mentre lui legge di un libro solo i passaggi che più gli sono piaciuti, oppure far conoscere aspetti di te che solo in pochi altri sanno e alla fine di tutto non vergognarti di ciò che sei perché alla fine non importa se sarai un eterna seconda, per qualcuno sarai sempre la prima ma più di tutto devi iniziare a sentirti tu la prima nonostante tutto.
In certi casi sarei voluta entrare nel libro, dare una scrollata ad Allegra e chiederle che cosa stava combinando.
Ci hanno provato l’amica e i parenti che la amano, ma era così accecata dalla vendetta che non voleva lasciare andare per nessun motivo il suo piano.
Alla fine la Kingsley anche questa volta è riuscita a lasciare il segno con una storia che a tratti ti lascia pensare e in altri a sperare anche quando sembra tutto perduto.

Jeky Emme


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...