Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

venerdì 28 luglio 2017

Recensione:"La dolcezza può fare male" di Daniela Volontè

Ciao Rumors! Stasera la nostra Mery G. ci parlerà di un nuovo romanzo edito Newton Compton di Daniela Volontè, La dolcezza può fare male.

Titolo: La dolcezza può fare male
Autore: Daniela Volontè
Genere: Romanzo
Editore:Newton Compton
Prezzo: ebook 2,99€
Amazon

Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e non vuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudonimo si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione.
Cassandra Accorsi divide l’appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. È una web designer e il suo ufficio si trova tra il salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l’auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio.
Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa…


Vi è mai capitato di iniziare a leggere un libro e sperare che non finisca mai? E' quello che mi è capitato leggendo questo splendido romanzo di Daniela Volonté. E' un melange di emozioni tormentate, sentimenti contrastanti, paure, debolezze.

"A chi ogni giorno corre incontro alle proprie paure.

A chi non vive nella rassegnazione.

A chi rinasce nel cambiamento."


Gabriele è terrorizzato all'idea di avere una vita monotona. Si è rinchiuso in un proprio guscio e non ha intenzione di far entrare qualcuno.


"Non vuole condannare nessuno ad una vita con un tizio malato."


Gabriele è un uomo pieno di paure. Cassandra, invece, è la speranza. Lei vede ciò che Gabriele non riesce a vedere. Lei vede un uomo che ha bisogno di essere amato, un uomo che vuole essere guardato con gli occhi dell'amore e non con sguardi pieni di compassione e amarezza.
Cassandra sa che in fondo Gabriele è un uomo forte e coraggioso.

"Quando alzo gli occhi, trovo il colore rassicurante delle sue iridi ad accogliermi."


E' tutta questione di chimica. Sono due cuori destinati a fondersi insieme per sempre e a sostenersi anche nei periodi più bui.

"Parlami... anche quando non vorrò ascoltarti".

Sono queste le parole più importanti dell'intero romanzo. Questo è come un mantra per la nostra coppia. Non esiste attimo in cui nessuno dei due debba sentirsi solo e incompreso. Non esiste momento in cui nessuno dei due sente di star perdendo le forze di lottare e andare avanti.


La fragilità è un aspetto che spesso e volentieri è accompagnato dalla solitudine. Spesso chi è solo, si sente fragile e demotivato. Per i più deboli può essere letale. A volte si vorrebbe farla finita e non soffrire più. Altre volte invece si cade nell'abitudine. Ci si abitua a restare da soli e quando improvvisamente ci accorgiamo di uno spiraglio di luce, quasi non ci crediamo e sorvoliamo sulle cose belle che abbiamo dinnanzi.

"Penso con tristezza che per molti, però, non è così. Per Gabriele è una lotta giornaliera, poichè non ha accettato quest'aspetto della sua vita".


Per Gabriele adesso è giunta l'ora di voltare pagina e cominciare a scrivere le nuove pagine della sua vita. Da oggi in poi non scriverà più in bianco e nero, ma le sue parole saranno di mille colori diversi, splendidi e lucenti.
La trama non è stata in nessun aspetto banale o scontata. Credo che, per certi versi, sia stato difficile affrontare un tema così serio e delicato per l'autrice. In fin dei conti non si può davvero capire cosa si prova in certe situazioni, a meno che non si vivano in prima persona. Auguro a tutti di vivere un amore come quello di Gabriele e Cassandra. Un amore raro fatto di semplicità, purezza e complicità.
MeryG.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...