Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

lunedì 29 maggio 2017

Recensione:"La cosa più bella che ho" di K.A. Tucker

Ciao Rumors! Oggi la nostra Denise ci parlerà del nuovo romanzo di K.A. Tucker nonché terzo volume della serie  Burying Water, La cosa più bella che ho.
Titolo: La cosa più bella che ho
Autore: K.A. Tucker
Genere: Contemporary romance
Editore: Newton Compton

Serie: Burying Water
Data di pubblicazione: 10 Maggio 2017

Prezzo: Ebook 2,99 €
Amazon

Amber Welles ha venticinque anni e un gran bisogno di uscire dagli stretti e rassicuranti confini della cittadina dell’Oregon in cui è cresciuta. Quando finalmente, armata dei risparmi di due anni, può partire alla scoperta del mondo, è pronta a tutto. Tranne che a morire a Dublino. Eppure, se non fosse stato per il coraggio di un estraneo, sarebbe finita proprio così. Amber gli deve la vita, ma il ragazzo scompare prima che lei possa ringraziarlo.
River Delaney, ventiquattro anni, è molto scosso. Nessuno doveva farsi male. Ma poi è arrivata quella turista americana. Non poteva lasciarla morire, ma non poteva rischiare di essere identificato sulla scena, quindi è scappato. È tornato alla sua quotidianità, a gestire il pub di famiglia. Ma la vita di tutti i giorni sta diventando sempre più complicata, per colpa di suo fratello Aengus e le sue associazioni a delinquere. Quando la ragazza americana lo rintraccia, River si accorge di essere pericolosamente attratto da lei. E averla intorno è un rischio che non è disposto a correre. La cosa migliore da fare sarebbe allontanarla, ma non è facile respingere qualcuno che ossessiona i tuoi pensieri…

Quando mi ritrovo a recensire autrici così come la Tucker non è mai facile trovare le parole adatte, perché la voglia di raccontare la genialità della sua penna è immensa, ormai penso che anche i muri abbiano capito che per me lei è la mia scrittrice "one-click", mi immergo nelle sue storie senza nemmeno il bisogno di leggere la sinossi, vengo trasportata dentro al romanzo con una forza impetuosa e una volta iniziato è quasi impossibile per me abbandonare il kindle.
Questo è il terzo libro della serie Burying Water, che vede come protagonita Amber Welles, avevamo avuto il piacere di conoscela già nel primo libro della serie intitolato 99 giorni, in quanto sorella minore del protagonista: Jesse Welles.

"Un fiume può essere deviato, la sua acqua raccolta, il suo corso naturale interrotto. Ma la sua corrente scorrerà sempre e solo in una direzione."

Amber dopo aver passato venticinque anni della sua vita nell'Oregon, la cittadina dove è nata e cresciuta, decide di partire, pensando sia il momento giusto per evadere un pò dagli impegni quotidiani, stanca di essere la "perfetta ragazzina" tutta casa e lavoro, vuole trovare un pò della sua indipendenza, vuole dimostrare a se stessa e agli altri, di saper cavarsela da sola.



Il suo desiderio è visitare un pò tutto il mondo, ed è così che si ritrova a Dublino, ma di certo lei non immaginava di mettere a repentaglio la sua vita, proprio lì in quella splendida città, ed invece se non fosse stato per via di un ragazzo misterioso che si è letteralmente "catapultato" su di lei gettandola a terra, probabilmente sarebbe stata ferita gravemente o addirittura morta sotto lo scoppio di una bomba, L'uomo misterioso che le ha salvato la vita la implora solamente di credere al fatto della sua innocenza:
"Non te ne andare"

"Non posso, ma sappi che non sono stato io."

Amber non fa nemmeno in tempo a ringraziarlo perchè il bel ragazzone è scappato via con la forza di un uragano.
Lei non sa che il ragazzo che ha salvato la sua incolumità si chiama River Delaney, ventiquattr'enne affascinante.
River è dolce, è gentile, disponibile, simpatico.
River ha tutte le qualità che potrebbero far impazzire una donna sia dentro che fuori dal letto.
Ma le vite di Amber e River sono destinate ad incrociarsi di nuovo, un semplice dettaglio a volte è più prezioso di qualsiasi cosa, quel piccolo dettaglio fa in modo che Amber possa rivedere River, cosicché da ringraziarlo.



River lavora come barista al pub di famiglia, il quale gestisce assieme al fratello minore.
Ciò che River non immaginava durante una calda sera era di incontrare di nuovo quegli occhi ipnotici, eppure a volte il destino gioca strani scherzi.
Amber e River si attraggono come due calamite, ogni volta che si lasciano il fato li fa di nuovo incontrare per una serie di coincidenze.
Ma ciò che entrambi non sanno è che sono tremendamente sbagliati l'uno per l'altra, eppure sembra tutto così perfetto tra di loro.
Ma quando un castello è costruito di sabbia, si sa, basta una folata di vento a distruggerlo.
River non è il ragazzo che Amber immaginava, le bugie sono venute a galla, e Amber si sente smarrita e tradita, ed è così che per la nostra protagonista inizierà un viaggio introspettivo.

"La mia immaginazione, ispirata dal desiderio, ha creato un'intera vita per River e per me."

E con una scrittora armoniosa, quasi poetica abbinata ad un ritmo incalzante che ti trascina la Tucker ha di nuovo colpito il mio cuore in maniera spasmodica.
Ho vissuto la storia talmente in profondità da sentirla fino alle viscere.
Mi sono ritrovata alla fine del romanzo con addosso talmente emozioni che inizialmente non riuscivo nemmeno a distinguere.
Una storia senza pari che merita assolutamente di esser letta.

Un consiglio che ci tengo a dare è di leggere la nota dell'autrice che si trova all'inizio del romanzo, in modo da poter capire bene la storia, non deve assolutamente essere saltata.

Che altro dire se non che anche questa volta la Tucker ha fatto centro?
Attendo con ansia il Quarto volume della Burying Water che vedrà come protagonista Ivy, avrete modo di fare la sua conoscenza all'interno di questo romanzo.


MERAVIGLIOSO ED EMOZIONANTE
Baci, Denise.


Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...