Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 13 aprile 2017

Recensione "Mille volte tornerai" di Anja Massetani, Alice Winchester

Ciao Rumors. Oggi Tiziana ci parlerà di Mille volte tornerai delle autrici Anja Massetani, Alice Winchester  edito Emma Books.
Titolo: Mille volte tornerai
Autrici: Anja Massetani, Alice Winchester  
Editore: Emma Books
Genere: Contemporary Romanze
Prezzo: eur 4,99

Quanto sei disposto ad aspettare per amore?
Eric e Asia si sono innamorati tra i banchi di scuola e sono cresciuti insieme, confidandosi sogni e progetti per il futuro. Asia McFly si specializzerà in fisioterapia, mentre Eric Dillon seguirà le orme del padre e si arruolerà nella Air Force, con il sogno di pilotare un aereo da combattimento.
Due ragazzi modello, si direbbe, ma una coppia difficile: Asia non riesce a convivere con le continue missioni di Eric, Eric non può farne a meno; Asia ha bisogno di un rapporto stabile e ha paura di diventare l’ennesima moglie vedova di guerra; Eric ha il percorso segnato, la sua stessa famiglia lo ha tracciato per lui. Si separano con dolore per ritrovarsi, dopo anni, e amarsi con la stessa, ardente passione di sempre. Ma quando sembrano finalmente vicini a un nuovo inizio, la vita irrompe con violenza e sconvolge i piani, mettendo in discussione le certezze cui Asia e Eric si erano aggrappati con tanta forza.
Dopo aver sognato a occhi aperti con Mille prime notti, torniamo a San Antonio, Texas, per una nuova storia commovente e appassionante, in cui non mancheranno le incursioni di Wes Trevett e Nina De Luca


Questa è una storia dove un “forse” potrebbe aprire mille possibilità. Dove non ci sono certezze, ma mille modi di cercare quel “forse” come infinite possibilità. Sarebbe sminuire dire che “Mille Volte Tornerai” è solo una storia sulle “seconde possibilità”. Questa è la storia di Eric e Asia. Un uomo e una donna che affrontano la vita alla ricerca continua di quelle mille possibilità, per ritrovarsi con il solo e unico trasporto di sentimenti profondi che nascono dall’incontro del “primo grande amore”.

“Eravamo due anime gemelle costrette a camminare una di fianco all’altra e destinate a non tenersi mai la mano. Come due linee rette parallele. Ma si sapeva, volendo si sarebbero incontrate all’infinito”

Eric e Asia si conoscono sui banchi di scuola e crescendo la vita li porta a prendere ognuno delle strade diverse.
I loro sentimenti nascono negli anni spensierati dell’adolescenza, spinti da una forte passione che contraddistingue i contorni di un amore forte e viscerale.

Eric, figlio di un generale del Air Force, vissuto ascoltando il rombo degli aerei in decollo, intraprende la carriera militare per seguire le orme del padre per diventare anche lui un pilota di aerei da caccia. Asia, molto più razionale e terrena, seguirà un corso di specializzazione per diventare fisioterapista. Il loro amore li unisce in modo quasi indissolubile, ma in mezzo a dividerli ci sono le loro aspirazione per i progetti futuri a cui nessuno dei due vuole rinunciare.
Si ritrovano molto presto a condividere il dolore per le partenze e l’ansia per i ritorni. Una vita scandita da “domani parto” e da incontri fugaci che non reggono le certezze di una relazione. Il loro futuro sembra un punto sfocato in cui nessuno dei due riesce a intravederne i contorni. Quando il tempo diventa per loro il più acerrimo nemico, la chiusura diventa inesorabilmente la scelta obbligata per continuare nella vita a inseguire i propri sogni.

“Finalmente la mia Asia tornò da me affondò le dita nei miei bicipiti un attimo prima di aprire le labbra e incollarle alle mie. Rispose al bacio con rabbia, con passione, con desiderio. Gustai il suo sapore che mi era mancato da morire. Respirai la sua essenza, avido. Ero tornato a casa”

Ma amori così intensi alimentati da una voglia spasmodica di sentirsi, toccarsi e possedersi possono solo sbiadire ma mai completamente annullarsi. Possono passare mesi o anni, ma un incontro casuale li riporta ancora lì al punto di partenza dove una strana forza tangibile li attrae ancora, come due poli di una calamita.
La sola vista degli occhi color nocciola e del corpo suadente di Asia, sono per Eric il crollo totale di tutte le sue difese contro quei sentimenti forti di desiderio, passione e amore. Ma per Asia non basta. Sono ancora le certezze quelle che vengono a mancare. Eric è un uomo che non vuole rinunciare ai suoi sogni. Il suo innato senso del dovere lo porta a volare nei cieli per servire il Paese. Lunghi anni di addestramento hanno temprato il suo carattere. Eric ora è un uomo orgoglioso, forte e avido di arrivare dove si è prefissato. Asia nel frattempo è ormai una donna con un suo carattere e una voglia di costruire, di essere amata e di svegliarsi ogni giorno accanto a un uomo che le dia la sicurezza di essere amata in ogni momento della sua vita.
Saranno le scelte della vita a dividerli ancora. Perché non ci sono forse. I “forse” sono possibilità che significano rinunce e paure nel dover un giorno aspettare una chiamata che scandisca la parola fine.

“Eravamo calamitati l’uno verso l’altra dalla forza disperata dell’amore ma anche tenuti a freno da una corda elastica che ci trascinava sempre al punto di partenza, nonostante tutti gli sforzi”


È proprio questo altalenarsi di rabbia, amore, passione, paura, ansia, dolore e abbandono, che entra dritto nel cuore scavando una profonda voragine in cui i loro stessi sentimenti diventano anche i miei.
Eric e Asia sono due anime che riesco a sentire molto da vicino. Sembrano magicamente perfetti per stare insieme. La loro affinità è tangibile. Belli ambedue, ma non solo per l’aspetto, quanto per quell’infinito amore che si riesce a percepire. Vorrei tendergli la mano e rassicurali ancora su quei “forse” che potrebbero fare la differenza. Il tempo nemico trascorre inesorabilmente e loro divisi cristallizzano tutto per non soffrire: amore, passione e cuore. E vorrei gridargli contro che c’è sempre una rinuncia o un compromesso a cui sicuramente si può arrivare. Perché mi sembra tutto così semplice per due anime tanto affini. Ma nulla è semplice, se nella vita giocano insieme ai sentimenti i sogni, le aspirazioni e gli orgogli, a cui è difficile rinunciare e mi chiedo se i soli sentimenti a volte possano bastare.

“Abbiamo sempre sbagliato i tempi, Asia. Sempre. Prima ti rincorro io. Poi tu. Poi io. Poi tu e così via. Ora basta. Vai”

Ma poi arriva il destino a dettare i suoi voleri. Insieme alla vita dura e cruda che rimescola tutto riportando ancora a galla ferite, perdite, scelte e rinunce. Ora sono Eric e Asia. Un uomo e una donna. Divisi da un bivio in cui devono combattere per aggrapparsi alla vita riconoscendo l’intensità di ciò che provano come la sola unica ancora di salvezza per venirne fuori. Dovranno spogliarsi dell’orgoglio, e pensare a un “noi” che diventi più importante del proprio “io”. Oscurare quell’egoismo per fa emergere i loro veri bisogni.
Ora non ci sono più i “forse”, ma infinite possibilità di vedere finalmente un futuro insieme, di amarsi ancora e possibilmente anche di più. Ora solo loro possono decidere della loro vita e questa è una possibilità che potrebbe diventare finalmente una certezza.

“Asia, ho lavorato sul mio passato per avere un futuro migliore. Forse dovevo arrivare fin qui per imparare ad apprezzare tutto ciò che ho. E l’ho fatto. Ma niente potrà essere migliore se non ho la donna che amo al mio fianco”

Dopo aver amato i protagonisti di Mille prime notti, Wes e Nina, ho adorato la maturità della storia di Eric e Asia. Mille volte tornerai, è una storia autoconclusiva ma comunque consiglio vivamente di leggere anche il primo, per poter godere pienamente della amicizia tra Wes e Eric che continua anche in quest’ultimo libro ad avere una parte importantissima. La forza della loro amicizia farà da cornice alle loro storie.
“Mi ero precluso alcune delle cose più belle, come l’amore di Asia e il supporto di Wes e Nina. Loro c’erano, c’erano sempre stati, ma io non ero riuscito a vederli. Non li avevo apprezzati. Non ero stato in grado. Per fortuna la luce in fondo al tunnel alla fine era apparsa anche a me. L’unica paura che avevo era che fosse troppo tardi. E nel caso mi sarei meritato anche quello”
Mille volte tornerai è un percorso emozionale dove è facile perdersi per poi ritrovarsi. Il susseguirsi degli eventi e le emozioni provate mi hanno investito a tal punto da non riuscire a fare altro che rimettermi nelle sapienti mani delle autrici, fiduciosa di ritrovare insieme a loro la giusta via per ritornare. Anja Massetani e Alice Winchester hanno dato vita a una piccola gemma con cui sono riuscite a illuminare una storia di amore, di dolore e abbandono, trasportando il lettore in punta di piedi verso la consapevolezza che è ancora l’amore la cura migliore a qualsiasi male, la risposta a ogni imperfezione, il tracciato sicuro di ogni relazione. Con la giusta maturità hanno affrontato dei temi delicati dove non è mai venuto meno il messaggio di speranza, forza e determinazione con cui affrontare ogni giorno gli ostacoli della vita. Una scrittura fluida e scorrevole che permette al lettore di esaminare ogni aspetto, ogni sentimento o emozione in modo trasparente e immediato.

Sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla bravura delle autrici che hanno scritto una storia che mi ha lasciato emozioni a non finire. In ogni pagina ho trovato messaggi di amore e di speranza, ma anche di forza e coraggio per affrontare i problemi della vita. Una storia matura dove ognuno di noi potrà trovare una sua propria chiave di lettura per ripensare alle mille altre occasioni della vita.


Tiziana

2 commenti:

alice bianchi ha detto...

Non crediamo di avere parole adatte per esprimere le emozioni che ci ha donato questa stupenda e toccante recensione!
Siamo commosse, onorate, estasiato... Che altro! Ci avete fatto battere il cuore! Grazieeeee
Alice e Anja

Tiziana Matarrese ha detto...

Grazie a voi per le emozioni sono i regali più belli 😘😘😘 un libro meraviglioso e intenso che consiglio a tutti ❤️❤️❤️

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...