Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

martedì 21 marzo 2017

Rubrica Self: "Non fa più rumore" di Elisa Gioia

Ciao Rumors. Per la Rubrica Self, oggi la nostra Denise ci parlerà del nuovo romanzo di Elisa Gioia , uscito il 20 marzo, intitolato Non fa più Rumore
Titolo: Non fa più rumore
Autrice: Elisa Gioia
Editore: Self  Publishing
Genere: Contemporary romance
Uscita il 20 marzo 2017
Ogni favola nasconde dei fantasmi. Riuscirò a lasciare andare il passato? A volte la vita è scandita da alcune scelte. Io ho passato la mia a pagarne le spese per l’abbandono di mio padre. Se n’è andato che avevo solo sette anni, mandando tutto in frantumi e lasciando dietro di sé strascichi e tante domande senza risposta. Mi sono ripromessa di non permettere più a nessun uomo di interferire con la mia vita. Sono diventata la cattiva ragazza, non sono una principessa da salvare e tantomeno ho voglia e tempo da perdere in relazioni serie. Le mie regole sono semplici: una notte, nessuna replica, nessun coinvolgimento. Fino a quando non ho incontrato Filippo e le ho infrante tutte. Ognuno ha una storia da raccontare, questa è la mia.


È la prima volta che mi capita

Prima mi chiudevo in una scatola

Sempre un po' distante dalle cose della vita
Perché così profondamente non l'avevo mai sentita
E poi ho sentito un'emozione accendersi veloce
E farsi strada nel mio petto senza spegnere la voce
E non sentire più tensione solo vita dentro di me.

NESSUN GRADO DI SEPARAZIONE di FRANCESCA MICHELIN
Ho deciso di iniziare la recensione con le parole di questa canzone perchè per me rappresenta benissimo la storia di Beatrice, mentre leggevo il romanzo ho sentito dentro la mia testa le parole di questo testo, così ho aperto youtube ho indossato le cuffiette, e l' ho ascoltata ripetutamente. 
Se pensate di ritrovarvi un romanzo simile a Mr. copertina Kelly, sbagliate di grosso, perché questo non ha niente a che vedere con i due romanzi precedenti, questa volta Elisa ci offre una visione tutta nuova della sua scrittura, ci offre una storia cruda, dura, una storia che fa male, che ti spezza il cuore, la storia di Beatrice e Filippo non è la solita storia d'amore, ma è la scoperta dell'amore in ogni sua forma, nei piccoli gesti e nelle parole, quindi scordatevi Kelly ed il suo Uragano e venite a scoprire la storia di Mr. Arrogante e della sua Principessa.


"Me ne stavo li anche ore, al buio e seduta su una tavola di legno, aspettando e sperando che i singulti di mia madre cessassero. Sempre senza piangere, per non farle capire che ero sveglia."
Beatrice l'avevamo conosciuta già in "So che ci sei" ed "Il mio lieto fine sei tu" famosissima per il suo "Vangelo secondo Bea" ci aveva fatto divertire e sorridere nelle avventure assieme alla sua inseparabile amica Gioia, ma qui scopriamo una Beatrice diversa, vedremo sempre il suo lato ironico, ma avremmo modo di poter scovare anche il suo lato debole, quel lato nascosto dove lei ha innalzato un muro per non farvi accedere nessuno. Le regole sono tre e sono semplici: una notte, nessuna replica, nessun coinvolgimento. Fino al momento in cui non incontra Filippo, dove ogni regola verrà infranta in mille pezzi.
Filippo è quello spiraglio di sole che si intravede dopo un grosso temporale, Filippo è semplicità, passione, forza e debolezza, nessuno dei due ha saputo ignorare quella piccola scarica elettrica dal momento in cui i loro occhi si sono incontrati e successivamente i loro corpi si sono congiunti, entrambi avevano detto che sarebbe stato solo per una notte, solo sesso, niente di più, niente di meno. 

Ma il fuoco brucia e disintegra tutto, disintegra le parole, disintegra i fatti, li riduce in polvere, e li fa portare via dal vento. Entrambi segnati da un passato doloroso, due cuori che credevano di non battere più, anime vuote, ma non c'è nulla di più potente di due cuori danneggiati nel momento in cui iniziano a battere insieme. 
"Mi aggrappo con forza alla sua maglietta e nascondo il viso nel suo petto, il mio corpo perfettamente modellato contro il suo. La sua stretta è forte e io mi sento al sicuro. E' la mia àncora, la mia boccata d'aria rimasta intrappolata sott'acqua per troppo tempo."

La vita di Beatrice è stata scalpita dall'abbandono e dalla violenza, era solo una bambina di sette anni quando suo padre ha abbandonato lei e sua madre, ha visto sgretolarsi davanti agli occhi ciò che dovrebbe essere una famiglia, giorno per giorno spettatrice di ciò che doveva subire sua madre nei momenti in cui suo marito, usciva di senno. Fino ad arrivare all'abbandono totale.
Ogni azione ha una conseguenza, e tutto ciò ha portato Bea a nascondersi dietro ad un muro invisibile, controlla la sua vita, non ne vuole sapere nulla dell'amore perché lei stessa non ci crede, ha vissuto nella sua pelle per ben due volte il "tradimento" di un uomo. Uomini che credeva l'amassero e che invece la hanno privata della cosa più bella che si possa offrire ad una persona: il proprio cuore.

Ma questo muro inizia pian piano a crollare dal momento in cui appaiono due occhi color Whisky, Filippo prenderà in mano il piccolo cuore ferito di Bea, cercherà di ricucire i piccoli frammenti di esso, ma questo basterà? Basterà per portarlo di nuovo a battere furioso?

"Lasciami provare a rimettere insieme i pezzi di te, almeno per stanotte. Lasciami, principessa. Fidati di me e lasciati andare."
Filippo è un personaggio che mi ha conquistata fin dalla prima parola, non si può non amare, è l'uomo che tutte le donne vorrebbero al proprio fianco, dolce, disponibile, dannatamente sexy, colui che con un solo sguardo ti manda in pappa il cervello e ti fa tremare le gambe.
L'attrazione con Bea non ha mai preannunciato nulla di buono, e Filippo ha cercato di reprimere con tutte le forze ciò che sentiva, ma tutto ciò era più grande di lui, e della forza che credeva di avere, forza che si è sciolta come neve al sole davanti agli occhi di Bea.

Perché bisogna vivere come se non ci fosse un domani, bisogna cogliere le occasioni quando ci si presentano davanti, non rimandare nulla a domani, perchè domani potrebbe essere troppo tardi, ed è ciò che imparerà anche Beatrice durante il suo percorso verso Filippo. Anche se la vita fin ora è stata ingiusta, domani potrebbe sempre rise
rvare qualcosa di meraviglioso.

"Non starmi così vicino."
"Perché?"
"Perché ho problemi a respirare con te così vicino."
Non mancheranno le risate, e la solita ironia della nostra protagonista, quindi non preoccupatevi ci saranno momenti dove riderete.
Ma ci saranno anche i momenti dove vi commuoverete fino alle lacrime, e credetemi sono molti.
Sarà un susseguirsi di emozioni che portano il lettore a fare i giri sulle montagne russe, soprattutto nelle scene HOT di FILIPPO (preparate il ghiaccio per calmare i bollenti spiriti, fidatevi vi servirà perché filippo è tanta roba.)
Ho trovato lo stile di Elisa migliorato dalla serie precedente, che io la stimassi non era un segreto, ma la crescita della sua scrittura è stata notevole, questo mi fa capire quanto Elisa lavori minuziosamente dietro a tutto ciò che fa.
Il libro tratta anche di argomenti molto delicati, anch'essi scritti in maniera impeccabile.
"Non fa più rumore" è un romanzo che si legge in un battito di ciglia, scorre talmente fluido che è impossibile staccarsi dall' E-reader una volta iniziato. Attraverso una scrittura semplice e diretta Elisa ha fatto in modo che il romanzo diventasse qualcosa di unico agli occhi e al cuore del lettore.
Quindi se avete voglia di una storia che vi emozioni, vi faccia sorridere, piangere, e sentire caldo (tanto caldo) questo è il romanzo per voi.
Ancora una volta hai fatto colpo, ancora una volta dico: SI!
BACI, Denise.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...