Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

lunedì 20 marzo 2017

Rubrica Self: " Il buio ha il suo respiro" di Cinzia La Commare

Buona sera Rumors! Oggi la nostra Marianna De Pilla ci parlerà in anteprima del sequel del romanzo Il buio ha il suo odore ovvero, Il buio ha il suo respiro di Cinzia La Commare, in uscita domani su tutti gli store online.

Titolo: Il buio ha il suo respiro
Autore :  Cinzia La Commare
Genere: Romanzo erotico
Editore: Self Publishing
Prezzo: ebook 0,99 € - Cartaceo 9,99€
Amazon


Decidere di andare via non è stato facile per Andrea, ma la situazione con Alisa gli era sfuggita di mano come era già accaduto in precedenza nella sua vita tutt’altro che normale. 
Tornato a Milano, nel suo impersonale ufficio ai piani più alti di un grattacielo, cercherà di dimenticare la donna di cui si è innamorato così come avrebbe già dovuto fare. Non avrebbe dovuto innamorarsene! 
Ma l’attrazione e i sentimenti che prova per Alisa continuano a dominarlo al punto che pur di non perderla è disposto a rivelarle ogni cosa. 
Ancora una volta saranno costretti a dover fare i conti con un passato che torna a frapporsi tra loro e Alisa, logorata dalla rabbia e dalla forte attrazione che continua a spingerla verso Andrea, si ritroverà a dover prendere una decisione, forse la più importante della sua vita.

"Ah si vivesse solo di inizi, di eccitazioni da prima volta 
quando tutto ti sorprende e nulla ti appartiene ancora...ma...nel mezzo c'è tutto il resto 
e tutto il resto è giorno dopo giorno, e giorno dopo giorno è silenziosamente costruire 
e costruire è potere e sapere rinunciare alla perfezione."

Aveva ragione Niccoló Fabi, bisogna costruire insieme il futuro. Ma se fosse eretto su di un cumulo di bugie e segreti, pronto a sgretolarsi non appena la prima verità viene svelata? Può l'amore salvarci dal crollo? O siamo essenze effimere destinate al fallimento? Probabilmente, la paura di perdersi e naufragarsi nello sconforto e nella tristezza, è molto peggio di affrontare menzogne e realtà inevitabili. 

Avevamo lasciato Andrea e Alisa, nella prima parte della serie "Il buio" con dubbi, perplessità e molte domande senza risposta. Per Alisa non è stato facile fidarsi di qualcuno dopo il suo passato doloroso, e trovarsi nuovamente tradita da qualcuno di cui si è innamorata è stato come se qualcuno le avesse conficcato una spada nel cuore. Si è ritrovata, suo malgrado a rivivere emozioni che aveva rinchiuso nelle segrete della sua mente, sensazioni che aveva relegato in cantina, ricordi che voleva solo affondare negli abissi della memoria. Tuttavia, Andrea, riporta tutto a galla con un solo gesto. 
Ma chi è Andrea veramente? 


Andrea è un uomo anch'egli segnato dagli eventi, da un primo amore mai corrisposto è da una famiglia che gli chiede troppo e che lo vorrebbe diverso e perfetto. Nessuno l'ha mai capito davvero, nessuno l'ha mai amato e accettato così com'era, nessuno l'ha aiutato quando ne aveva di bisogno. È stato spesso oggetto di donne egoiste e vogliose, di amicizie non proprio sincere, di ricatti e obblighi. E anche quando si è adeguato ai desideri altrui, cosa ha ricevuto in cambio se non frustrazioni e amare e cocenti delusioni? 
Tutto questo prima di incontrare Alisa, ovvero la prima ventata di purezza della sua vita. Una donna che l'ha colpita fin dalla prima volta che ha incontrato i suoi occhi cerulei ed ingenui, in cui ha riconosciuto similitudini e costrizioni, delusione e profonda tristezza. 
Per la prima volta nella sua vita si sente spronato ad agire, mosso da un sentimento di rivalsa e di giustizia, spinto dall'istinto irrefrenabile di voler vedere in quegli occhi spenti di Alisa un sorriso aperto sul mondo, per poterlo guardare di nuovo con gli occhi disincantati di una bambina. Due occhi tristi che avevano fatto precipitare rovinosamente tutta quella facciata di un assediante menefreghismo in cui Andrea per anni si era barricato. 


Un incontro fatale il loro, un vero e proprio piano del destino che li riserva sorprese e legami che nessuna fantasia, nemmeno la più nutrita, sarebbe stata in grado di prevedere. Un disegno complesso, quasi diabolico si, ma che nelle sue dinamiche contorte ritrova la retta via. Lo so, può sembrare paradossale, ma credetemi se vi dico che le cose, spesso, per tornare ha posto perseguono strade rischiose oltre ogni limite umano, ma l'amore che è la più intelligente trova sempre il modo. 


La storia di Alisa e Andrea, non è di quelle semplici, dall'intreccio consueto nelle vicende romanzate d'amore. È una storia sofferta, che va compresa, solo assaporando a pieno ogni passo della lettura, vestendo i panni dei due protagonisti, e spogliandosi di ogni pregiudizio che le circostanze del caso hanno comportato. 
Cinzia La Commare ha saputo creare ed intrecciare, con grande maestria, le vite e le essenze dei suoi protagonisti, mescolando esperienze, sentimenti, opinioni, il tutto con la massima coerenza, secondo una evoluzione degli eventi non frettolosa, ma che risulta la conseguenza connaturata al vissuto di Alisa e Andrea.
"Il buio ha il suo respiro" è il giusto epilogo di questa storia drammatica, è la risposta a tutte le domande che erano rimaste sospese ne "Il buio ha il suo odore" (recensione qui sul rumore"). Perché, per riportare le parole di Niccoló Fabi:
"il finale è di certo più teatrale 
così di ogni storia ricordi solo 
la sua conclusione".
#salutiebaci Marianna

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...