Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

martedì 17 gennaio 2017

Rubrica Self: " Carpe Diem" e "Astra" di Anna Genchi

Ciao Rumors! Oggi la nostra Alessandra per la Rubrica Self ci parlerà di due libri di Anna Genchi, ovvero, " Carpe Diem", secondo volume della Trilogia Emily e Laurie,  e " Astra" terzo ed ultimo volume della trilogia.

Titolo: Emily e Laurie - La trilogia
Autore: Anna Genchi
Editore: Self publishing
Genere: Romanzo
Prezzo: 3,99 
Amazon


Emily Walker è una ventiseienne nata in Irlanda, ma trasferitasi a Londra, che vive da sola, orgogliosamente indipendente, in linea retta con il suo carattere schivo, diffidente, testardo, cuore di ghiaccio. Quando per caso, un caso quasi divertente, incontra Lawrence Blaine, per gli amici Laurie, la sua vita prende una svolta. Blaine è il prototipo del ragazzo perfetto; illegalmente bello, ma soprattutto ha sale in zucca; è intelligente, caparbio, a tratti imbranato, ironico, con la risposta sempre pronta, cuore caldo e amore incondizionato da donare. Una storia anticonvenzionale, non la classica storia d’amore dove il principe azzurro seduce la sguattera. Emily è vittima di un segreto quasi inconfessabile e Laurie è pronto a fare qualsiasi cosa pur di donarle la speranza, quella speranza che ha perso e che è il messaggio che spero possa trasmettere a chiunque si immedesimerà in lei. Un viaggio tra il grigiore di Londra, la verde terra di Irlanda, il calore di un safari in Africa e la raffinatezza della Francia che porterà alla scoperta di segreti difficile da rivelare. Due poli opposti creeranno un mix di paure, sofferenze, sogni, amore, romanticismo, passione pura e suspense in una storia che vi prenderà il cuore e che lascerà il segno perché con loro, anche quando i giochi sembrano fatti, c’è sempre un segreto dietro l’angolo.


Buongiorno meravigliose Rumors. Vi ricordate quando vi ho raccontato di “Amor Vincit Omnia”, il primo volume della Trilogia di Anna Genchi?
Successivamente, mi sono ritrovata nel libro che contiene la Trilogia intera e, presa dal desiderio di conoscere il seguito della storia di Emily e Laurie, non ho resistito un minuto di più: mi sono fiondata su “Carpe Diem”, il secondo volume.

Se avevamo lasciato Emy su un aereo ed eravamo in ansia di conoscere la sua scelta: “scendo oppure resto”, in “Carpe Diem”… ci ritroveremo in Irlanda. Ebbene sì, alla fine Emily non è scesa da quell’aereo, ma non ha nemmeno risposto per due mesi nemmeno a una lettera di Laurie. Persino sua nonna cerca in ogni modo di farle capire quanto sia testarda.

«Tutto ciò che vale veramente merita un’altra possibilità, bambina mia.»

Ma Emy cerca con tutta se stessa di combattere con il passato, pur sapendo quanto quella battaglia possa essere difficile quando il cuore vuole avere sempre voce in capitolo.

«Sono passati due mesi da quel giorno e la mia vita è cambiata talmente tanto che io stessa, spesso, faccio fatica a riconoscermi.»

«Mi sento in colpa per averlo ignorato in aeroporto»

Emily ha iniziato un lavoro in paese e cerca di rifarsi una nuova vita, nonostante tutto. Cerca di non soffermarsi a pensare e di non guardare nemmeno quella scatola contenente le lettere di Laurie che sua nonna un giorno le porta sul tavolo. Ma quando si lascia trasportare da un desiderio particolare, ne apre una e inizia a leggerla. Le emozioni che iniziano a girovagare in lei rimarranno sotto pelle a tal punto da non riuscire a scollegarsi più dai ricordi, che prepotenti vogliono tornare a insinuarsi nel suo cuore.



«Non avevo idea del fatto che non si fosse sposato…»

Nonostante le mancate risposte, Laurie sa che, quando ci si imbatte nel vero amore si farà l’impossibile per non lasciarlo andare. Ecco che (fortunatamente, direi) il ragazzo si materializza in Irlanda un giorno e da quel momento Emy dovrà cercare di tenere sotto controllo gli impulsi dettati dal cuore, cercando di razionalizzare anche quella volta la situazione.

«Sono venuto per cercare una risposta […] alle mie lettere, ai miei sentimenti, al mio costante bisogno di te […] stavo impazzendo a Londra. Hai cambiato numero. Non sapevo cosa fare!»

«Puoi arrabbiarti quanto vuoi, puoi usare le parole peggiori, ma non ti lascerò andare di nuovo. Se non mi sono sposato, è perché finalmente ho capito che io voglio te. Incondizionatamente, smisuratamente e con tutto me stesso»

E meno male che c’è Laurie! Sì, Rumors! Perché ero arrivata al punto da voler “picchiare” Emy per tutti i dubbi che si era creata e per il fatto che non avesse concesso almeno la possibilità di replicare, di parlare, di discutere. Ormai avevo capito questo lato di Emily, ma non per questo lo accettavo, dato che dall’altra parte si trovava un ragazzo che stava cercando un contatto con lei disperatamente. E quando poi, dal secondo capitolo, inizia a parlare Laurie, spiegando tutto ciò che era accaduto dal momento del “non Matrimonio” in poi… mi sono innamorata ancora di più di quel ragazzo così dolce!

«Nessuno dei due parla più; i sospiri e i movimenti sinuosi dei nostri copri uniti parlano per noi in questo momento magico»

E i momenti magici tornano più che mai tra i nostri due ragazzi, tornati finalmente insieme. E proprio insieme dovranno superare nuove difficoltà: perdite improvvise, il passato che tornerà a bussare violentemente alla porta e incidenti che metteranno a dura prova ancora una volta il loro amore, ma che lo rafforzeranno ancora di più. Tanto che i preparativi per scambiarsi la promessa di vita insieme fervono più che mai.

«Perché se Laurie è felice è solo grazie a te. E tu devi fare di tutto per non perderlo. Non potete perdere ciò che avete, è troppo grande. […] Tu hai aperto i suoi occhi al mondo»

Ma proprio quando credo che finalmente il loro amore possa venire consacrato dal rito che ogni principessa sogna, ecco che il dubbio se quel matrimonio si insinua in me proprio alla “fine”.

«Se decidessi di sposarlo e di seguirlo, allora dovrei ricominciare tutto da capo […] Non so se sono disposta a sacrificare di nuovo ogni cosa»

A quel punto, non ho resistito e ho dovuto assolutamente proseguire la lettura con il terzo volume “Ad Astra” per scoprire le scelte di Emily. Si sarà lasciata sopraffare nuovamente dai dubbi?
Fortunatamente, già dalle prime righe, il mio cuore è tornato ad essere cullato dalla dolcezza che questi due ragazzi emanano insieme.

«Se tutto questo è un sogno, spero di non svegliarmi mai più. È passato ormai un mese dal nostro matrimonio e la mia vita è completamente diversa, nuova.»

Sembra andare tutto come in una favola, leggendo l’inizio del volume conclusivo della Trilogia… già “sembra”! Perché, continuando la lettura, tornano a farsi largo nel cuore battiti scaturiti dall’ansia che sempre questi due ragazzi sono in grado di far nascere nel lettore!

«In questo mese non mi sono pentita nemmeno un secondo della scelta che ho fatto. Fino ad oggi.»

Ecco… appunto Se nei volumi precedenti pensavate di aver letto colpi di scena tali da credere che nel terzo sareste state/i pronte/i a tutto… beh, preparatevi! Perché da qui in poi inizieranno a susseguirsi eventi tali da farvi arrabbiare addirittura con Laurie (e credetemi… non avrei mai e poi mai immaginato di doverlo dire, ma c’è stato un momento in cui non mi sembrava vero! No! Sono tornata indietro con la lettura per controllare bene se in quel preciso momento era proprio il dolce e amorevole Laurie a parlare!!!).
Proprio lui, dopo il Matrimonio, parte per lavoro - destinazione Parigi -, lasciando la nostra Emy a casa da sola, promettendole di tornare al più presto.

«Abbiamo superato cose molto più pesanti di questa e non saranno certo seicento miglia a distruggere l’infinito che abbiamo creato»

«Ci dividerà la distanza, ma i nostri cuori saranno sempre più vicini. Non potrebbero battere se non stando uniti»


Già… in teoria! Ovviamente, non voglio fare troppo spoiler, ormai lo sapete, ma in “Ad Astra” vi troverete in un turbinio di eventi tali da sperare che “tutto passi in fretta”, per arrivare al loro meritato “lieto fine”!

«Il suo corpo, legato stretto al mio, è il paradiso nella temperatura dell’inferno.»

Sì perché nell’inferno che li ha circondati, con il loro amore, riusciranno a trovare il Paradiso! E, credetemi, Emily e Laurie se lo meritano davvero!
Consiglio alle inguaribili romantiche come me la lettura dell’intera Trilogia di Anna Genchi, perché, dal momento in cui inizierete, non riuscirete più a smettere a tal punto da desiderare realmente che arrivi il giorno in cui il loro amore possa veramente trionfare. Senza più ostacoli così imponenti lungo il loro cammino.
La narrazione dell’intera storia è ben dettagliata nei particolari, tanto da far entrare maggiormente il lettore nella vita dei protagonisti che si trovano a narrare in prima persona le loro vicende, a capitoli alterni.
Quando sono arrivata alla fine, ho gioito per l’epilogo narrato da Laurie. Un epilogo che mi ha emozionato, così come mi ha davvero emozionato la loro storia, tanto che, devo ammetterlo, è dispiaciuto anche un po’ a me “lasciarli andare”. Ma ora è giunto il momento di pura e semplice “tranquillità” per loro!
Grazie di cuore all’autrice Anna Genchi per le ore liete che mi ha donato con la sua storia.

Buona lettura meravigliose Rumors!

Alessandra.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...