Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

venerdì 2 settembre 2016

Rubrica Self "SOLO UNA STORIA D’AMORE E DI TROPPE PATURNIE " di Momi Gatto

Ciao Rumors! Un'altra recensione per la nostra Rubrica Self da parte della nostra Emme X, questa volta ci parlerà del primo volume di una serie di  Momi Gatto, "SOLO UNA STORIA D’AMORE E DI TROPPE PATURNIE".
Autore: Momi Gallo
Titolo: SOLO UNA STORIA D’AMORE E DI TROPPE PATURNIE vol. 1
Editore: Self Publishing (youcanprint)
Genere: Romanzo umoristico
Prezzo: Ebook € 2,99 - Cop. Flessibile € 24,21
Amazon

“Solo una storia d’amore e di troppe paturnie” è un romanzo fresco, genuino e divertente, che racconta il turbinio di emozioni e le ostinate ragioni del cuore che, senza alcuna possibilità di difesa, portano Giulia a innamorarsi perdutamente di Davide. A partire dal loro primo incontro, l’autrice lascia assaporare al lettore emozioni e pensieri della protagonista, svelando con ironia e leggerezza le insicurezze, i sogni, i sentimenti che iniziano a minare le certezze della ragazze e a sconvolgere la sua vita, non senza imbarazzi, con gelosie e batticuori; attraverso un cambio di narratore, anche l’emotività di Davide sarà scandagliata, restituendo al libro una dimensione più profonda. Come due calamite, Giulia e Davide non potranno fare a meno di cercarsi e, nonostante le apparenze dicano il contrario, la loro amicizia non potrà che trasformarsi di fronte all’affinità dei due e al desiderio di amarsi, al di là di ogni calcolo, di ogni ritrosia e di ogni orgoglio, lasciandosi trasportare dalla magia che scaturisce dai loro cuori.

Ironico, bei protagonisti, romantico, simpatico, delicato, frizzante, alla portata di tutti.
Che altro potrei dirvi di questo romanzo?
Giulia è una giovane studentessa universitaria, una ragazza come tante, ha molti amici e le piace divertirsi.
Quando conosce Davide, lui è fidanzato con Eva (anche se poi si lasciano) e diventano grandi amici.
“Le complicazioni sentimentali sono da evitare tra amici.”
Giulia deve sforzarsi di non innamorarsi del suo affascinate, bellissimo e simpatico migliore amico.
Per “distrarsi”, Giulia frequenta altri ragazzi, scatenando le gelosie di Davide che, pur proclamandosi “amico protettivo”, non accetta di vederla in compagnia maschile.

“Amare fa schifo se non sei ricambiata.”

Come darle torto?
Sì, perché Giulia si innamora inevitabilmente di Davide.
Ma lui le spiega:
“Tu non sei una ragazza da avventure, ti t’innamori e fai innamorare, ed io non nessuna intenzione di innamorarmi. Siamo e restiamo solo amici, vero?”
Per Giulia non è facile far finta di nulla, anche lei è gelosa quando lo vede in compagnia di altre donne. Eppure riesce sempre a farlo ridere, non prima di averlo fatto infuriare però.
Lei lo stuzzica e Davide sembra non cedere alle sue tentazioni.
Davide gioca a pallanuoto e ha un certo successo. Giulia gli dice di non autografare le magliette delle fan altrimenti, per punizione, cinema e pizza insieme. Poi, sfacciatamente, lei si fa autografare la sua … è una scena bellissima!
“È stupefacente come il mio nome, pronunciato da lui, assuma tutto un altro significato. Bypassa le orecchie per giungere dritto al cuore.”
E poi c’è la scena del bacio. Durante l’inaugurazione della casa di due amici, Cristina e Damiano, i due si presentano rispettivamente accompagnati: Giulia con Fabrizio e Davide con una ragazza mora.
Stefania, amica dispettosa e vivace, durante un gioco, obbliga Davide e Giulia a baciarsi.
Altra scena esilarante.
“È sempre così dannatamente facile, per lui, farmi felice.”

E quando Davide vuole insegnarle a suonare la chitarra?
E quando perdono le chiavi e lui l’aiuta a salire dalla finestra?
“È prevaricante, talvolta complicato e imprevedibile, ma è anche dolce e premuroso … come può pretendere che non mi innamori di lui?”
Giulia cerca di allontanarsi da Davide in diversi modi, eppure finiscono sempre vicini. Tutti si sono accorti che lui ha un comportamento da “amico” diverso, rispetto alle altre ragazze del gruppo: Giulia è speciale.
Nel racconto, le occasioni di incontrarsi, litigare, avvicinarsi e allontanarsi sono molteplici.
Le paturnie di Giulia sono una parte fondamentale della storia. Ricordano i nostri primi palpiti d’amore, le prime emozioni, la “prima volta”.
Innamorarsi del proprio migliore amico rende tutto molto complicato.
Lo stile è simpatico e scorrevole, nonostante a lunghezza delle pagine, si legge piacevolmente.
I protagonisti sono descritti molto bene: sai con chi hai a che fare, li immagini, esci e ti diverti con loro.
Le storie d’amore possono finire e Davide non voleva correre il rischio di perdere l’amore e la migliore amica.
“Anche se il desiderio fisico era potente la paura di perderti lo era di più, avevo provato sulla mia pelle che l’amore può finire e, inevitabilmente, ci si allontana. Con te non potevo permettere che accadesse. Stavo talmente attento a non innamorarmi di te da non accorgermi che lo ero già.”
La nostra Giulia soffre per questo amore e, pur provando a rimuoverlo dal suo cuore, non ci riesce fino in fondo. Basta uno sguardo o un sorriso di Davide per farla ricapitolare.
Il ragazzo sa essere convincente e il debole che Giulia ha per lui, non la faranno desistere dal cedere tra le sue braccia.
Una storia d’amore e di amicizia in piena regola. Emozioni, batticuori, risate, allegria e amore. Un mix perfetto.
Come potrei non consigliarvi di leggerlo?

L’autrice dice: “Non sempre serve sorprendere chi legge con colpi di scena fantasiosi. Da un libro io voglio sentirmi coinvolta, voglio sorridere, voglio aggrottare la fronte e voglio affezionarmi ai protagonisti, e tutto questo può succedere solo se la loro storia può essere anche la mia”.
Con questo libro è perfettamente riuscita nel suo intento!
Emme X

1 commento:

Monica Gatto ha detto...

Grazie grazie grazie di cuore

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...