Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

martedì 16 agosto 2016

Recensione "Io ti pretendo" di Pepper Winters

Ciao Rumors! Avete passato bene il ferragosto? Spero di sì!
Oggi sarò io (Lidia), a parlarvi di un Dark Romance che aspetto da un anno! Dopo Io ti appartengo, finalmente oggi è uscito Io ti pretendo dell'autrice Pepper Winters. Tenetevi forte perchè sono ritornati Nila e Jethro e questa volta vi stupiranno. 
Titolo: Io ti pretendo - The Indebted Series Vol. 2 -
Serie: The Indebted Series
Autrice: Pepper Winters
Editore: Newton Compton
Genere: Dark Romance/Erotic
Prezzo: Eur 4,99
Amazon

«Tu dici che non sarai mai una mia proprietà. Ma se vinco, dovrai accettare di esserlo… Non stai firmando solo un contratto per estinguere un debito, ma anche un altro, che mi rende il tuo padrone». La famiglia di Nila Weaver è indebitata fino al collo. Per un accordo firmato più di seicento anni fa. Che pare però senza via d’uscita. Nonostante lo neghi, Nila ormai appartiene a Jethro. E la pazienza del rampollo della famiglia Hawk si sta esaurendo. Perché Nina lo sottopone a continue sfide e a sorprese che lui non apprezza affatto. Lei non è ancora al guinzaglio, ma lui pensa di aver trovato il modo di legarla a sé per sempre.

Corri, Nila. Corri.
E l’aveva fatto.
Ciao Rumors!
Si lo so sono in vacanza, lo so dovrei stare a pancia in su sdraiata su un lettino a guardarmi il mare, il sole, ecc ecc.
Ma quanto mi conoscete? Non lo sapevate che la mia testa macina lavoro, su lavoro, e ancora lavoro anche in vacanza? Secondo voi, avrei rinunciato a recensire il Dark Romance, no dico, il Dark Romance d’eccezione?
Assolutamente no! Aspettavo questo libro da ben un anno! Un lunghissimo anno per sapere
cosa avrebbe fatto Jethro dopo aver lasciato scappare il suo “dono” di compleanno, ma soprattutto la morbosa voglia di sapere se la nostra Nila sarebbe riuscita a correre lontano da quella casa degli orrori trovando la sperata salvezza e l’agognata libertà.
Il precedente capitolo: Io ti appartengo, mi aveva lasciata con l’amaro in bocca per molti motivi. Avevo trovato metà della storia poco convincente, a tratti noiosa, piena di cliché. Mi ero appassionata ai personaggi ben oltre la metà della lettura per poi finire appesa in un finale stupendo. Questo mi aveva convinto ad aspettare il secondo capitolo dandogli così una seconda possibilità.
Sembrerà un po’ strano dire una cosa simile della grandissima Pepper, una delle autrici Dark Romance migliori che i nostri tempi ci ha regalato. Eppure, è stato così.
Avete presente quando aprite un libro, anzi, in questo caso un e-book, sperando che quello che state per leggere non vi deluda? Quando pregate che la storia vi coinvolga subito all’istante?
Beh, questo secondo capitolo si descrive solo con una parola, M E R A V I G L I O S O!
Strinsi i pugni. No, non l’avrei ammesso. Non avrei mai espresso a parole il bruciare lento della possessione nelle viscere o la confusione nella mia mente quando alla fine era riuscita a comprenderla.

Così parte e così il mio respiro si è bloccato per qualche secondo.
Cancellate tutto quello che avevate letto nel primo capitolo e non vi era piaciuto, cancellate le frasi che vi hanno fatto dubitare, come me, di questo libro. Tenetevi con voi la storia di questo assurdo patto, tenetevi con voi questi due personaggi tristemente collegati, perché vi assicuro che nel secondo capitolo, tutto cambia, tutto verrà messo in gioco, tutto sarà più chiaro e il tutto vi terrà con il fiato sospeso fino alla fine.
Nila scappa, corre lontano, fugge da quella vita che non ha scelto, che non ha voluto, che l’ha quasì portata alla pazzia. Jethro da buon cacciatore la insegue, la caccia come un leone caccia la sua preda. La segue, la trova, la mortifica per l’ennesima volta, la porta dove lui vuole per poi lasciarla sprofondare nel buio del terrore.
Ma chi è veramente lui? Chi si nasconde dietro a quegli occhi che portano odio, rancore, quegli occhi che violentano psicologicamente la mente di Nila fino a farla dubitare anche di se stessa?
È difficile non cadere negli spoiler con questo secondo capitolo. L’intensità con la quale viene descritto come viene espiato il primo debito è da pelle d’oca. La sofferenza che si percepisce è talmente reale che ti sembra di esserci, di sentire ogni dolore, ogni singola emozione, frustrazione, di sentire la pelle bruciare sofferente.
Procurarle sofferenza mi aiutava a lenire parte della mia. Quella donna aveva il potere di rovinarmi. Non sarebbe mai stato permesso. Devo rovinarla io per primo.
Una tempesta di emozioni che ti travolge, ti spezza, ti fa soffrire, che ti da la sensazione di vedere la luce che si trasforma in un lungo buio fatto di dolore con sprazzi di un amore dannato, consapevole, crudo.

Forte. Troppo forte. Troppo forte, cazzo. La mia mente non riusciva a liberarsi da cose che Nila non avrebbe mai capito. Il suo mondo era bianco e nero. Tradimento contro amore. Verità contro inganno.
È la seconda volta in una settimana che leggo un Dark Romance che mi è piaciuto. Ammetto che a pezzi, questo secondo capitolo, mi ha fatto soffrire e parecchio arrabbiare. Sapevo che lui l’avrebbe trovata e “torturata” all’inverosimile, ma non avrei mai immaginato che a tratti fosse lui quello che stava più male.
In questo libro conosceremo la famiglia, conosceremo meglio gli aspetti terrificanti di questo patto di sangue. Ci immergeremo in una storia travagliata e sofferente, sensuale e dannatamente terrificante. Sesso e perversione, gelosie e intrighi, bugie e dolore, amore e odio, salvezza e morte…
By Lidia
Mi aveva raggirata. Aveva letto i miei desideri più segreti.
Mi stava manipolando come un maestro di doppiezza.
Il mio gioco ridicolo di farlo innamorare si polverizzò.
Non avevo possibilità di vittoria.
Non di fronte all’abile primogenito degli Hawk.
La mia salvezza ora era la mia dannazione.

1 commento:

Tiziana Matarrese ha detto...

Perfetta ho finito ora di leggerlo e sono tornata a rileggere la tua recensione ...cara Lidia sei stata perfetta una storia che non lascia respirare ma solo correre fino alla fine in apnea

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...