Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

venerdì 15 luglio 2016

Recensione in anteprima "Facciamo la guerra alle stelle?" di Elisa Gentile

Ciao Rumors! Oggi, in via eccezionale, le nostre Sese Fa e Tiziana Matarrese, ci parlano in anteprima ed esclusiva, di un libro tanto atteso, il secondo volume della serie Vertigine di Elisa Gentile, ovvero, " Facciamo la guerra alle stelle?" in uscita il 16 Luglio. L'autrice ci spiega che avendo cambiato piattaforma, ci potrebbero essere ritardi nella pubblicazione di qualche ora.
Titolo: Facciamo la guerra alle stelle? #2 
Serie: Vertigine
Autrice: Elisa Gentile
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance
Prezzo: ebook 1.99 - Kobo

Cop. flessibile 9,36 Amazon
Uscita il 16 luglio 2016

Il cuore di Bia è andato in mille pezzi ventuno minuti fa. Tutto è crollato, l'amore l'ha delusa giocandole il peggiore degli scherzi. 
L'ossessione per Trevor si è trasformata nel dolore più atroce che esista. Ma, come se lei chiudesse una porta e decidesse di aprirne un'altra, senza volerlo torna a sorridere.
Evan, conosciuto per caso in una calda sera, le salva la vita. E forse anche il cuore...
Ecco l'attesissimo sequel di "La Paura di Cadere": è una scoperta dell'amore, di tutte le sue sfaccettature. E di come una ragazza di sedici anni, decide di riprendere in mano la propria vita e rimettere insieme i pezzi del suo cuore.



Recensione Sese Fa:
Vedo il mare, il cielo risplende, le nuvole galleggiano con serenità, mentre le acque riflettono un cielo limpido.
L’aria profuma di vita, di libertà, di quella libertà che ha sempre voluto, sopratutto per allontanarsi...da lui.
E’ il momento più bello della sua vita.
Un mare innocente, sensuale, un mare così grande da sembrare piccolo. Eppure in quella meravigliosa visione qualcosa si spezza.
Un tuono spezza il silenzio, vedo il mare rabbrividire, la sua anima gelarsi, lui sta tornando, lui è qui...E la paura è l’unico sentimento che le fa compagnia.
Il mare si tinge di rosso, un rosso fuoco, sembra un manto di capelli che ondeggia verso l’orizzonte. Le sue sfumature sono bellissime, mai viste prima, un sogno. Eppure questo mare così stupendo dalle sfumature intense sbatte irruento contro uno scoglio. Ripetutamente, e lo scoglio si illumina, di quelle acque colorate.
Lo scoglio sogghigna, mentre il dolore del mare prende il posto di quella giornata luminosa che aveva coperto il cielo. Il cielo si incupisce, triste come una lacrima, abbandona quella serenità che padroneggiava il suo celeste. E’ tutto grigio, l’aria è diventata pesante come il piombo, mentre dal cielo iniziano a scendere lente gocce di pioggia. Il mare divenuto ancora più rosso sbatte freneticamente e senza sosta sullo scoglio, che non fa altro che ridere, soddisfarsi di quella irruenza, e di quel dolore. Per lui è tutto così...soddisfacente.
Ma d’un tratto, quel frenetico mare, cessa di muoversi, mentre un sole dai raggi  caldi, perfetti, luminosi come non mai, splendono sul letto del mare, riscaldandolo e accogliendolo, come se fosse, sempre stata sua...(Cit. SeSe Fa)
Avete presente, quando il vostro mondo cade a pezzi? Quando le vostre speranze vengono distrutte, in un attimo, portando via la parte migliore di voi?
Tutto questo è proprio quello che succederà alla piccola Bia...
Il suo cuore verrà disintegrato da quello che vedrà, da quello che Trevor le farà provare, orrore, disgusto e nausea per se stessa. Per aver creduto ad un amore che non potrà mai esistere per lui, un amore che non avrà speranza per due cuori così diversi.
Il cuore di Bia sarà distrutto a tal punto da diventare proprio come lui, come il mostro che si è preso il suo primo bacio e la sua prima volta. Insensibile agli occhi dell’amore.
Ma non tutto rimane uguale, il mondo è in continuo mutamento. Le nostre vite cambiano giorno dopo giorno, minuto dopo minuto, facendoci diventare persone diverse, forse migliori, o forse, soltanto più forti.
Questo cambiamento ha un nome... Evan.
Un sole improvviso che splenderà nel cuore buio di Bia.
Evan è tutto quello di cui lei ha bisogno.
E’ sicurezza, tenerezza, passione, sensibilità, amore puro, semplice e genuino.
Evan è un cuore che cammina.
Un cuore alto, biondo, muscoloso con un fisico scolpito e due occhi verdi intensi che cambieranno la vita di Bia salvandole la vita in un momento in cui il suo cuore verrà distrutto, definitivamente.
Evan diventa il cavaliere di Bia, colui che con l’armatura sconfiggerà le ombre del  cuore della piccola protagonista.

Ma se improvvisamente, l’unico che potrà salvarla, dalla totale distruzione, non sarà il cavaliere , bensì il principe con un corpo ricoperto d’inchiostro, piercing, e persino un... cuore?
Ho letteralmente amato questo libro, il più bello che abbia mai letto sino ad ora. Una storia che come tema centrale ha il CAMBIAMENTO.
Ci sono persone che affermano “Nessuno cambia, chi nasce in un modo, non può cambiare”.
Non è vero,  le esperienze cambiano le persone, la vita stessa ci crea le occasioni per farci diventare più forti, o più deboli. Il destino è un qualcosa che non puoi fermare, come le nostre stesse sensazioni,  e’ proprio lui che è la causa di tutto, la causa di noi stessi.
Bia, traumatizzata da quello che ha visto,  si trasformerà dalla piccola innocente e adolescente  innamorata, ad una vera e propria donna, con una corazza talmente dura, da non essere più la stessa, anche agli occhi dei suoi fratelli.
Vivrà la sua vita in condizione di quello che ha vissuto, il dolore del primo amore, un amore  a senso unico che l’ha soltanto annientata.
Mi sono immedesimata nella storia, da provare sulla mia pelle, emozioni, brividi e sensazioni che nessun libro sino ad ora mi aveva fatto provare.
Tocca temi importantissimi, sopratutto al giorno d’oggi, ma il tema  che mi ha colpito più di tutti è la Rinascita.
Bia grazie ad Evan, sua ancora di salvezza, sarà diversa, raggiante, diventerà una donna innocente e fragile. Ma non più una bambina. Vivrà quelle emozioni e sensazioni adolescenziali che con Trevor le erano state strappate via. Vivrà un amore paradisiaco fatto di emozioni che la faranno sentire libera, un amore di sguardi profondi, di baci assaporati con intensità, di due corpi uniti, ma di un’unica anima.

Trevor è stata una vera e propria scoperta, un personaggio che in questo libro, inizia a rivelarsi per ciò che realmente è.
Inizialmente vedremo un Trevor stronzo, più che mai, menefreghista, insensibile, ed estremamente arrogante, ma poi...lui sarà il vostro cuore che batte.
Lui sarà colui che appena finirete il libro, vi mancherà così tanto, da portarvi a rileggerlo, diventerà una vera e propria droga. Una droga d’amore...E le lacrime che scenderanno sul vostro viso, perché credetemi, scenderanno. Saranno tutte dedicate a lui, a quell'uomo che, in fondo a quella pelle macchiata d’inchiostro batte, freneticamente, un cuore.
Recensione Tiziana Matarrese:
E’ la prima volta che scrivo un mio parere su un libro New Adult. Posso tranquillamente affermare che il mio primissimo approccio alla narrativa rosa ovvero romance, come oggi viene chiamata, è stato proprio leggendo alcuni anni fa un famoso New Adult, Twilight. Dal quel momento ho scoperto che questo genere letterario racconta non solo i primi palpiti del cuore con atmosfere hot di sesso (quasi) esplicito, ma affronta anche problematiche importanti con le quali i ragazzi di età comprese fra i 18 e i 26 anni si possono direttamente o indirettamente confrontare. Sessualità, identità, bullismo, abuso di alcool e droghe, violenza sessuale e litigi familiari, sono alcuni dei temi che spesso vengono affrontati, catturando il lettore oltre che ammaliarlo con storie in cui a dominare sono i primi amori e tanto romanticismo. 
La formula poi diventa vincente quando a scrivere c’è un autrice tutta italiana come Elisa Gentile, che, attraverso una scrittura semplice e fluida, riesce a eguagliare le grandi autrici americane che del genere New Adult sono le pioniere.
Dopo La Paura di cadere pubblicato da Elisa Gentile in versione Self Publishing lo scorso Maggio, il 17 luglio avrete modo di leggere il secondo volume della Vertigine Series, Facciamo la guerra alle stelle?
Nel primo volume abbiamo incontrato due personaggi molto diversi fra loro. Airys è una ragazza quindicenne dall'animo buono e gentile. Inconsapevole della sua bellezza, vive la vita protetta dai suoi fratelli più grandi, Alan e Aaren, con cui ha un meraviglioso rapporto di complice amicizia.
Ingenua come solo può esserlo una ragazza della sua età, incontra in una discoteca il misterioso Trevor che d’ingenuo invece non ha proprio nulla.
Lui è il classico bel ragazzo tatuato che si approfitta del proprio aspetto per ottenere tutto ciò che vuole. Donne, sesso, alcool, tutto per lui è accessibile. Trevor è un ragazzo superficiale e cinico al punto di calpestare sentimenti e amicizie. I suoi comportamenti da classico bullo sono così evidenti da riuscire a coinvolgere anche il rapporto con i suoi amici più cari.

Per Airys, Trevor è il suo primo grande amore a cui ha donato i primi baci, e la sua verginità. Per Trevor, Airys è l’ennesima ragazza da portare a letto.
Nemmeno l’animo puro e gentile di Airys riuscirà a placare la natura quasi indemoniata di Trevor, che infrangerà tutti i suoi sogni, fino a farle scoprire che oltre all'amore c’è il dolore e la sofferenza: il profondo dolore del tradimento.

In Facciamo la guerra alle stelle? Elisa Gentile continua a raccontare il percorso di vita della piccola Airys. Un vortice di sentimenti enfatizzati dalla sua età, la portano a continuare a credere fermamente al suo primo grande amore, e a sperarci fino in fondo. Ogni gesto, ogni piccolo interesse da parte di Trevor diventano una scialuppa di salvataggio in mezzo al mare in tempesta, dove però è facile annegare.
“Questo è Trevor: benzina. Che brucia. Che mi distrugge. Che mi intossica”
Si ripercorre insieme a loro il periodo dell’adolescenza come momento delicato della vita dove tutto sembra facile e accessibile. Più volte mi sono ritrovata a incitare la protagonista ad aprire gli occhi, dimenticando che il cuore di una sedicenne è avulso da ogni malizia e che la mente, alla sua età, sembra non voler razionalizzare.

L’innamoramento adolescenziale è totalizzante. Il sogno romantico viene vissuto con tale intensità, che solo nel momento in cui Airys scoprirà il gioco cinico e perverso di Trevor, si accorgerà che i suoi sogni sono stati costruiti su castelli di sabbia e che è venuto il momento di guardare in faccia la realtà.
Ancora brava l’autrice a cambiare gli scenari e a farci amare in questo libro un nuovo personaggio come Evan.
“Spoglia il mio corpo di dolore; lo riveste di amore”
Lui è tutto ciò che vuol dire Amore con la A maiuscola. Il senso di protezione e il coinvolgimento verso Airys ci regalano, attraverso la scrittura della Gentile, attimi di pura poesia. Incantevoli e teneri sono i loro momenti. Anche quelli più intimi vengono raccontati con tale dolcezza e intensità, da riuscire a toccare le corde più profonde del lettore. Per Airys è finalmente arrivato il momento di scoprire cosa vuol dire essere il centro dell’universo nel cuore di un uomo.
Se con Trevor gli attimi felici potevano essere solo rubati, con Evan sono la quotidianità del suo vivere. Ma la difficoltà nel pronunciare la parola ti amo, sembra ritardare la consapevolezza che questo sia il suo vero grande amore. “Innamorata dell’amore” mi sembra alla fine il giusto paradigma di un momento particolare della sua vita, dove sono ancora i sogni a confondersi con la realtà. 
“Il sole sta calando lentamente, portandosi via il giorno più lungo e devastante della piccola Bia. Si sta portando via anche una parte di me”
Alla fine un evento tornerà a stravolgere la sua vita. I sogni verranno dolorosamente infranti a causa di quello che Airys aveva sempre presagito. Il tanto agognato momento del cambiamento dall’età adolescenziale al mondo degli adulti sembra essere arrivato.
Un cambiamento che coinvolgerà anche l’anima cinica di colui che sembrava ormai perso. Come in una corsa verso la luce, Trevor arriverà a scavare in profondità nell’arido terreno del suo cuore, per cercare quei sentimenti nascosti che nemmeno la sua superficialità saprà riconoscere.    
In questo evento finale tutti i protagonisti saranno richiamati ha svelare i propri animi, portandoli a prendere delle decisioni importanti che cambieranno i loro destini.

Elisa Gentile ci racconta una storia travagliata ma bellissima, costruita su un’età particolare della vita dove ad affiorare sono tutte le incertezze e i sogni che la caratterizzano. L’autrice ha saputo creare dei personaggi talmente diversi, da rendere la curiosità la protagonista assoluta della storia.
Con dosi di dolcezza in contrapposizione al cinismo, ha saputo giocare con il ruolo dei personaggi creando la giusta simpatia e antipatia da coinvolgere appieno il lettore per saperne ancora di più. I temi sociali affrontati vengono sviolinati con una capacità tale da risaltare fra le righe della sua semplice e fluida scrittura. 
Il capitolo finale sarà l’inizio della prossima storia di Sasha e Blaire; due personaggi che l’autrice ha solo in parte descritto, annunciando una storia ancora tutta da raccontare. La nostra Airys, insieme a Trevor ed Evan torneranno sicuramente a essere i protagonisti di un’altro libro della Vertigine Series e chissà magari con una storia sulle seconde possibilità, ma questo è solo un mio spassionato desiderio.
“Dubita che le stelle siano fuoco … ma non dubitare mai del mio amore”
William Shakespeare

4 commenti:

Elisa Gentile ha detto...

Non penso di essermi mai emozionata tanto in vita mia.
Avete colto tutto ciò che io volevo dal libro. GRAZIE!!!

Lidia ha detto...

Bellissima recensione

Francesca Matarrese ha detto...

Adesso che ho letto questi libri posso finalmente farvi i complimenti per questa recensione.... era tanto che una storia non mi catturava così

LaRa ha detto...

Per quanto dolore, sospiri e sofferenze mi abbiano fatto stringere gli occhi più e più volte sperando che finisero presto, ho sentito un vuoto una volta arrivata alla fine.
Tutto perfettamente equilibrato ed incastrato alla perfezione, ho sentito i personaggi e loro storia sulla pelle, con tanto di brividi ed emozioni.
Sarà che mi ci rivedo in parecchie cose: la piccola Bia che s'innamora perdutamente del Principe azzurro, un Principe che di azzurro ha solo gli occhi e che la farà soffrire, gioire e la incatenerà a lui ancora di più.
Trevor è la 'Persona' di Bia: la sua metà, quella persona che vogliamo con noi per il resto della vita anche se lo abbiamo detto ad altri, quella che ci completa, con cui parliamo senza bisogno di aprire bocca, le cui sensazioni ed emozioni si incastrano e si fondono.
Evan è l'uomo perfetto: quello che dalle ceneri del suo passato doloroso ha tirato fuori una splendida Fenice, la cui mente dapprima e il cuore, anima e corpo successivamente, restano impregnate nella bellezza, nella dolcezza e nel candore di Bia. Lui è l'uomo che tutte noi ameremmo senza riserve, che ci renderebbe felice, che ci farebbe tremare e battere il cuore; ma non è Trevor.
Sia chiaro, io sto con Bia e con il suo cuore e non con Trevor, ma lui per lei è "Lui". Punto.
La meraviglia non è finita, per fortuna: non vedo l'ora di conoscere Sasha e di adorarlo - e sono quasi sicura sarà così - e non vedo l'ora di leggere quelle capriole meravigliose che solo Elisa sa far compiere a delle semplici parole, trasformandole in emozioni che camminano e parlano.
Grazie,Elisa, mille volte grazie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...