Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

mercoledì 15 giugno 2016

Recensione "L'eco del tuo respiro" di Laura Bellini

Ciao Rumors! Ritorna Carmela Corrieri! Oggi la nostra Carmela, ci parla del libro L'eco del tuo respiro di Laura Bellini. Uno storico ambientato tra la fine del 1300 e l'inizio del 1400.
Titolo: L'eco del tuo respiro
Autore: Laura Bellini
Genere: Storico
Editore: Self Publishing
Prezzo: E-book 1,99 - Cop. flessibile 15,60
Amazon

Maggio 1383 Aliénor Dumont è rassegnata a sposare Adam Moreau, ma l’incontro con il destino cambierà le sorti di un intero regno mettendo in gioco le vite delle persone a lei più care. C’è solo un modo per evitare che chi ama soccomba e Aliénor non esita a sacrificare se stessa pur di donare un futuro alla sua famiglia. 
Diciotto anni più tardi Arwen, erede al trono, percorre la strada che dall’assolata capitale conduce al freddo nord, pronta a conoscere il suo promesso sposo per coronare il sogno del padre di vedere le famiglie Moreau e Dumont unirsi. Lungo la strada però, due occhi violetti le rapiscono il cuore. Ismael e Arwen, due cuori destinati ad appartenersi. Il loro amore però nasce sotto una cattiva stella. I due conoscono solo parte del passate del regno in cui vivono. Arwen è promessa al fratello di Ismael, loro erediteranno lo scettro che un tempo apparteneva a una famiglia scomparsa nella furia della guerra che ha devastato il regno anni prima della loro nascita. Una guerra scatenata dall’amore, l’unico sentimento in grado di cambiare le sorti di un intero popolo. E sarà l’amore a guidare le scelte dei due ragazzi. Essi si amano e si perdono, ma niente sarà in grado di minare il sentimento che li lega. La forza dell’amore travolge i giovani ragazzi innescando una lotta dall’esito incerto contro il destino. 
In questo romanzo si racconta il coraggio di un amore che riesce a resistere alla vita, che abbatte ogni ostacolo pur di guadagnarsi il diritto a essere vissuto. Si narra il sacrificio, perché non c’è gesto di amore più grande. 


Ciao Rumors, mi spiace per voi ma....SONO TORNATAAAA!!!! 
Oggi vi parlo di un libro ambientato tra la fine del 1300 e gli inizi del 1400: L'eco del tuo respiro di Laura Bellini
Ricordate tutti Fantaghiró? La serie televisiva? Ecco. Adesso immaginate di essere lì, in quell'epoca, tra re, regine, cavalieri coraggiosi e regni da conquistare.
Arwen Moreau, ha diciassette anni, è la futura erede al trono, dal carattere forte e ribelle, a volte anche mascolina e sfacciata (come non paragonarla a Fantaghiró)
Il futuro di Arwen è stato deciso sin dalla  nascita, infatti sarà la futura sposa diRobert Dumont, figlio di Abel Dumont migliore amico del re nonchè padre di Arwen. 
Percorrendo la strada che dalla capitale conduce a nord, dove finalmente potrà conoscere il suo promesso sposo, Arwen incontra Ismael, fratello di Robert, ma conosciuto da tutti come il figlio illegittimo di Abel. 
I loro sguardi e i loro cuori si uniranno fin da subito. Ma il loro amore non basterà ad annullare quel matrimonio deciso diciassette anni fa. 

Tra il primo e il secondo capitolo troviamo uno spazio temporale di diciotto anni, questo mi ha lasciata un po' di stucco, infatti nel primo capitolo e non nel prologo viene raccontata la storia dei genitori di Ismael e Arwen e del prezzo che hanno dovuto pagare per riuscire ad amarsi liberamente. 
 «Non mi ha mai raccontato cosa accadde nei dettagli. Erano promessi e il principe ereditario la rapì giusto?» 
Ma torniamo ad Arwen e Ismael. I due ragazzi,consapevoli del loro amore impossibile, decidono di assecondare le scelte altrui per il bene dei loro cari e del regno, ma non passa giorno o notte che Arwen ed Ismael smettano di amarsi. Il loro amore supera ogni confine, ogni regola ed ogni regno.  
«Io voglio solo il tuo cuore. È la cosa più importante per me.» Lui sorrise e nonostante sapesse che era rischioso posò le labbra sulle sue. «Quello ti appartiene dal momento in cui hai incrociato la mia strada.»
Ismael però, è all'oscuro del segreto più segreto, quel segreto che suo padre ha portato dentro se per molti anni e che puó cambiare le sorti dei due innamorati e del regno intero. 
«Sono stati uniti dal destino, divisi dalla sorte e, per quanta strada abbiano percorso separati, non c’è stato niente che abbia mai potuto slegare i loro cuori. Ora meritano di essere felici.»
Continuando nella lettura ci si ritrova a conoscere vari personaggi appartenenti alle due famiglie, e devo ammettere che questo mi ha mandata un pó in confusione, in alcuni momenti non riuscivo a capire che stesse parlando e con chi. 
Una cosa che mi è piaciuta tanto e devo fare i miei complimenti all'autrice è stato il finale. Infatti alla fine l'autrice lascia piena libertà al lettore nella scelta del finale. Il lettore può scegliere di fermarsi ad un ipotetico "e vissero per sempre felici e contenti" o continuare nella lettura e vedere quale sia davvero la sorte dei due innamorati e del loro regno.
Concludo dicendo che il libro è scritto in maniera dettagliata e appurata, in alcuni capitoli ho trovato più descrizioni che dialoghi, i personaggi riescono a portarti lontano con la fantasia e l'immaginazione che abbiamo conosciuto solo nelle fiabe.Bravissima Laura!

Per la cronaca: io....sbavavo per Tarabas!

Besos a todos. Carmela

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...