Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 9 giugno 2016

Recensione "Hope: Gli occhi della Speranza" di Daniela Mastromatteo.

Ciao Rumors. Continuiamo con il Self-Publishing. Vittorio de Agrò ci parla di Hope: Gli occhi della Speranza di Daniela Mastromatteo. 
Titolo: Hope: Gli occhi della Speranza 
Autore: Daniela Mastromatteo
Illustratore: Le Muse Grafica
Editore: Self Publishing
Genere: Romance
Prezzo: 1,99 euro
Pagina Facebook: Daniela Mastromatteo- Romanzi
Link Amazon 

Hope racchiude un segreto, qualcosa di cui nemmeno lei è del tutto consapevole. Durante l'ultimo anno di scuola partecipa a una festa di compleanno che le stravolge la vita: da quella sera Hope non è più la stessa. Si nasconde dietro orribili abiti neri, larghi e più grandi di lei. Copre il suo seno prosperoso con delle fasce strettissime e a tradirla sono solo i suoi occhi: due meravigliose iridi azzurro-cielo.
La vecchia Hope non esiste più: si chiama Op, adesso, e inizia a soffrire d'asma e repentini attacchi di panico. La madre è convinta che la città non sia favorevole al suo stato di salute, quindi decide di farle passare le vacanze estive dagli zii, sul lago di Costanza.
Daniel vive da sempre in una bellissima tenuta di campagna tra i piccoli paesini di Daisendorf e Meersburg. Alla morte del padre ha ereditato la tenuta, nonostante la netta opposizione delle sorelle e della madre, le quali vorrebbero un futuro migliore per lui. Daniel però ama la sua terra più di qualsiasi cosa al mondo. Dedica il suo tempo al lavoro e trascura la vita sociale. Non ha molti amici, né crede più nei sentimenti: Julia gli ha spezzato il cuore.
Entrambi rifiutano l'amore, ma ben presto diventano amici e le loro convinzioni precipitano nel vuoto. Quando sembra che tutto stia andando per il meglio il destino gioca la sua parte: Daniel e Hope sono legati da sempre. Daniel si rifiuta di accettare questo turbine di informazioni. Non vuole crederci e non sa come dirlo a Hope. Proprio ora che i loro cuori avevano ripreso a battere, la cruda verità potrà separarli per sempre. Tanti segreti, troppe rivelazioni e una sola speranza: sarà più forte l'amore?


L’arrivo dell’estate ci porta a essere più positivi, allegri e speranzosi di trovare anche l’amore, magari non quello definitivo e assoluto, ma che ci faccia quantomeno battere il cuore. E anche con la scelta dei romanzi da leggere siamo indirizzati nella scelta delle letture in qualcosa di leggero e non impegnativo. Se è possibile, preferiamo tuffarci in una storia d’amore e d’avventura che possa farci trascorrere piacevolmente la giornata al mare.
“Hope, gli occhi della speranza” di Daniela Mastromatteo è il romanzo ideale nel soddisfare questi requisiti estivi.
E’ una storia d’amore, ambienta d’estate nella verde Germania e avendo come protagonista la giovane e introversa Hope. Hope è una ragazza afflitta da crisi d’ansia oltre che dall'asma e così obbligata dalla madre a trascorrere le vacanze dalla zia in un piccolo paesino di campagna per respirare un po’ d’aria pura. Una vacanza che ben presto diventerà per la ragazza una favola d’amore quando conosce il fascinoso Daniel tramutando ben presto l’amicizia in passione. Quest’estate
segnerà per Hope il passaggio dall'adolescenza all'essere donna sotto ogni punti vista. Un passaggio scandito dal prendere coscienza del proprio corpo e della propria femminilità e affrontare e risolvere alcuni sgradevoli episodi del suo passato che minano la serenità di Hope. Daniela ha scritto un romanzo pulito, semplice e giovanile che punta a emozionare e coinvolgere attraverso un intreccio
narrativo magari particolarmente originale e brillante, ma comunque caldo e intenso.
Il lettore legge con piacere le dinamiche della storia alternando i punti di vista dei due protagonisti, Hope e Daniel, riuscendo a creare una buona simbiosi e ponte emotivo con i personaggi. Lo stile di Daniela è sobrio, essenziale e diretto nell'esternare le emozioni.
Personalmente ritengo superflue le scene più ”hot” e magari la seconda parte è meno scorrevole e incisiva rispetto alla prima, ma nel complesso è un testo gradevole da leggere fino alla fine. La lettura di “Hope, la speranza degli occhi” lascia nel lettore la felice speranza che un flirt estivo possa tramutarsi nell'amore della vita.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...