Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 26 maggio 2016

Recensione "Senza Difese (The Hacker Series Vol 1)" di Meredith Wild

Buonasera Rumors. Come avevamo promesso, Vanessa ci parlerò del libro di Meredith Wild Senza Difese della serie The Hacker Series.
Titolo: Senza Difese (The Hacker Series Vol 1)
Autore: Meredith Wild
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary romance
Amazon

Qualche giorno dopo la laurea, Erica Hathaway si ritrova faccia a faccia con un gruppo di investitori che dovrà decidere se finanziare o meno la sua start up. L’unica cosa che non si aspettava era di sentirsi tremare le gambe di fronte a un investitore arrogante e affascinante che apparentemente ha deciso di far deragliare la sua presentazione. Ricchissimo e con la fama di essere un hacker, Blake Landon ha già fatto fortuna nel campo dei software, ed è abituato a ottenere quello che vuole senza difficoltà. Affascinato dai modi e dalla bellezza di Erica dal momento in cui è entrata nella sua sala riunioni, è deciso a conquistarla. Per riuscirci dovrà far crollare le sue difese e ottenere la sua fiducia. E questo significa rinunciare al completo controllo della situazione. Cosa alla quale non è abituato. Ma scavare nella vita delle persone è rischioso… Nel passato di Erica infatti c’è un oscuro segreto che deve restare nascosto per non rischiare di distruggere tutto ciò che lei ha costruito fino a quel momento…


Senza Difese è il primo libro della Hacker Series di Meredith Wild, composta da ben 5 libri. Pubblicata in America nel 2013 è stata da molti paragonata a libri come 50 sfumature o alla Crossfire series. Sicuramente le similitudini ci sono, e appaiono molto evidenti soprattutto in questo primo libro.
Sentivate la mancanza di un sexy miliardario con la mania del controllo? Presente.
Cercavate una giovane donna appena laureata alla ricerca di un lavoro? Eccola! 
Ma le somiglianze purtroppo si fermano qui. 
Blake Landon è sicuramente bello, sexy e desideroso di avere il controllo su tutto, ma non è il classico miliardario a cui ci hanno spesso abituato. Immaginatevi di mixare insieme Christian Grey, Gideon Cross e udite, udite…Steve Jobs ed otterrete la perfetta descrizione di Blake. Si perché lui è un adone alto dai capelli scuri un po’ spettinati e con due occhi profondi che ti ipnotizzano, ma scordatevi di vederlo presentarsi in ufficio vestito con un completo a tre pezzi. Lui alle riunioni arriva in jeans e maglietta attillata e con un bicchiere di caffè lungo in mano. Ed è un fottuto genio dei computer con tanto di occhiali la mattina appena sveglio! Per non parlare poi del suo passato da hacker. Insomma Blake è un vero e proprio “sexy nerd”.
Erica Hathaway è lontana anni luce dalla dolce e timida Anastasia Steel. È una donna risoluta che sa quello che vuole, determinata da morire. La sua carriera viene prima di tutto. Ha trascorso gli ultimi anni della sua vita studiando anche la notte per laurearsi con il massimo dei voti ed è riuscita a creare, con l’aiuto di pochi fidati amici, Clozpin una Start up per un social network sulla moda, che permette di trovare l’abbigliamento giusto e il contatto con firme e stilisti, tutto questo con un click.
E sarà proprio la ricerca di un finanziatore per il suo progetto che porterà Erika a fare la conoscenza con il bel Blake Landon. Il rifiuto di Blake a finanziare il suo progetto, una conferenza e una notte brava a Las Vegas faranno da sfondo all’inizio della loro relazione, fatta di tira e molla, come nel più classico dei clichè.

La storia ha una partenza molto lenta e non nascondo che ho fatto fatica ad andare avanti nella lettura. Soprattutto nella prima parte, l’autrice si perde spesso nella descrizione a volte troppo dettagliata su aspetti legati alle transazioni di affari o alla gestione di un’impresa finanziaria. Tutto questo a scapito di un maggior approfondimento dei personaggi e della loro storia. Nel corso della lettura mi sono ritrovata spesso a vivere dei déjà-vu, dovuti alla similitudine di alcune scene con altre già lette in libri precedenti. Manca quella scintilla, quella giusta alchimia che ti fa battere il cuore, tanto da non riuscire a capire cosa porta i due protagonisti a essere attratti l’uno dall’altra, aspetto fisico a parte. I dialoghi a volte molto frettolosi, non permettono di entrare in sintonia con i personaggi e con gli eventi. La scrittura è molto semplice, sicuramente non aiutata dalla traduzione italiana, e lontana anni luce dalla penna di autrici del calibro della Day. Andando avanti nella lettura si percepisce che la storia si condirà in futuro con dei risvolti più misteriosi, legati al passato dei due personaggi. Risvolti che verranno sicuramente sviluppati nei libri successivi ma di cui in questo libro abbiamo solo dei brevi accenni. 

Dimenticatevi anche il sesso bollente a cui ci avevano abituato personaggi del calibro di Gideon Cross. Qui è tutto molto più tiepido e stemperato. Ci troviamo di fronte ad un sesso con il sapore di “vaniglia” ma molto poco accentuato, almeno in questo primo libro della serie. E forse il povero Blake dovrebbe prendere qualche ripetizione in più da Christian Grey prima di utilizzare parole come “sottomessa” e “dominatore”.
La storia termina con un Cliffhanger ma anche questo veramente molto soft.
Speriamo che nel secondo libro la Wild riesca ad appassionare di più perché come partenza purtroppo questa non è stata delle migliori.

Vanessa

1 commento:

Barbara Pitanti ha detto...

Non potrei essere più d'accordo! Bella recensione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...