Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

venerdì 1 gennaio 2016

Anteprima "Un altro secondo di te" di Mariam Belattar

Sera Rumors. Stasera vi presento in anteprima Un altro secondo di te di Mariam Belattar un Young Adult in uscita 8 gennaio 2016. E noi non vediamo l'ora di leggerlo!
Titolo: Mariam Belattar
Autrice: Un altro secondo di te
Editore: Self Publishing
Genere: Young Adult
Data d'uscita: 8 gennaio

“Ti ho amato, ma tu eri di ghiaccio. Affamato del mio cuore, mi hai lasciata senza fiato. Vai se vuoi, ma dopo non ci sarò. I secondi sono scaduti.”

Avevo promesso che ce l’avrei fatta. Avevo promesso che nessuno poteva più vincermi. Mi ero ripromessa un futuro: niente legami, niente amore. Però è arrivato. Con la sua arroganza mi ha abbattuto, si è messo al centro del mio futuro… del mio cuore. Phoebe è una giovane diciottenne, che vive solo per se stessa. Parte dalla sua città natale per andare in un mondo sconosciuto, dove è solo l’ignoto a circondarla. Cerca di non farsi notare, ma è impossibile. Nate la vede. Ed è la fine.
Estratto: «Non c’è stato un momento in questi due dannatissimi mesi in cui io non ti abbia pensata, Phoebs!» grida furioso, finalmente, sovrastando il rumore della pioggia.
Le mie lacrime scorrono senza freno ormai. «Lasciami stare, non ti pare abbia sofferto già tanto?!»
Ritorna al mio fianco, avvolgendomi il viso tra le sue calde mani e sussurrando: «Mai quanto me. Ti amo e lasciarti mi ha devastato.»

«Non…» mi blocco, guardando un punto oltre le sue spalle. Quando abbasso lo sguardo il bracciale che gli ho regalato mi salta all’occhio ed è come essere faccia a faccia con la realtà. Doveva pensarci prima.
Mi allontano velocemente ma sento i suoi passi alle mie spalle. Il suo stivale che sbatte sulle pozzanghere, l’acqua che schizza e poi le sue braccia ad avvolgere il mio corpo esile.
Cerco di liberarmi, lo strattono, ma lui è fermo, immobile. Di fronte a me.
«Lasciami!» Il mio urlo è assordante e rimbomba nel paesaggio solitario, sovrastando le onde mosse dal vento in tempesta e dai continui tuoni. Rimbomba nel mio corpo e nel mio cuore ormai assente.
Ma so che la colpa è stata tutta mia. Non dovevo innamorarmi, non dovevo vivere! Dovevo continuare a fare ciò che ho sempre fatto: andate avanti, sopravvivendo.
«Non posso farlo, lo sai. Io ti amo, piccola.» La sua voce sensuale filtra nelle mie orecchie, causandomi brividi che solo Nate è capace di procurarmi. «Il tuo corpo mi vuole, non mentirmi amore.» Amore, lo ripete ancora una volta.
Sto per sciogliermi, quando la sua bocca sta per toccare la mia e l’enormità della situazione mi svegliano. «Non chiamarmi amore, non provare a baciarmi! Io non ti amo più!»

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...