Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

mercoledì 29 luglio 2015

Presentazione "Vite di Madri"di Emma Fenu

Dodici storie. 
Storie di donne mortificate nella femminilità, da abusi o da malattie o da eventi imponderabili.
Storie di nonne e madri, che hanno generato creature infertili nell’utero e nel cuore.
Storie di bambine, ora cresciute, ma ancora bramose di una carezza.
Storie di figlie desiderate, con amore indomito.
Storie di guerriere vittoriose, non di vittime, che hanno saputo rialzarsi e sorridere alla vita.
In verità, sono tutte storie di Madri.
Madri di idee, di progetti, di sogni. Seni turgidi di Dee che accolgono amiche, sorelle, mariti, amanti.
Madri delle proprie madri e perfino di se stesse.
Capaci di far germogliare speranza e abortire fantasie, di creare dal nulla e di nutrire di sé: totalmente imperfette e, per questo, così seducenti e difficili da decifrare.

“Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità” è un romanzo che si snoda attraverso dodici storie di donne, le quali sembrano legate fra loro, apparentemente ed inizialmente, solo da un percorso di infertilità.
L’incipit e la conclusione, entrambe affidate ad un io narrante che si rivolge direttamente al lettore, spiegano lo svilupparsi del progetto dell’autrice, anch’essa infertile, la quale si è cimentata nella raccolta di centocinquanta testimonianze vere, e nell’elaborazione dell’intero materiale, ricevuto tramite e-mail.
Il libro nasce, dunque, con l'intento di veicolare messaggio atto a coinvolgere l’intero universo femminile e a dar voce, al contempo, ad una minoranza.

Il corpo del testo è, invece, costituito da brevi interventi biografici, che si rivelano stralci intesi e coinvolgenti, da leggere tutti d’un fiato.
L’obiettivo principale delle protagoniste è essere lette, anzi ascoltate e capite, non in qualità di vittime, ma di vincitrici. Alcuni episodi sono un, cosiddetto, “calcio nello stomaco”, ma, se si impara a ingoiare e digerire, tutto può nutrire.
Sebbene l’infertilità riguardi solo il venti per cento della popolazione femminile, tutte le donne sono congiunte le une alle altre, in quanto sorelle, ossia figlie di Eva, l’eroina che, con il suo primo gesto, l’assaggio e l’offerta del frutto proibito, condensa in sé colpa e merito, trasgressione e progresso.
Senza tale disobbedienza nulla sarebbe cominciato, né la morte né la Storia. E senza di essa non ci sarebbero Madri. E non ci sarebbero, paradossalmente, sterili, come lo diventano tutte, metaforicamente, quando vengono mutilate nell’anima, quando i doveri sono aggiunti e i diritti sottratti.
In verità, tutte le Donne sono Madri.

Al termine del romanzo è inserita una breve appendice, curata dalla Dott.ssa Sabina Cedri, sulla rappresentazione della maternità presso i media.

Tutto il ricavato della vendita del libro sarà devoluto all’A.P.E. onlus (Associazione Progetto Endometriosi).

Presentazione "Duel" di Amneris Di Cesare

Duel
Amneris Di Cesare
Il blog di Amneris Di Cesare
 Pagina autore su Facebook:
 Goodreads Author:
 Linkedin
Quella sera Stefania non è dell'umore adatto quando, per far contenta la sua amica Manuela, partecipa a una festa dove non conosce nessuno. Di certo non è pronta a innamorarsi di nuovo. Ma quando Davide, il festeggiato, irrompe nella sua vita senza chiederle permesso sulle note di Duel dei Propaganda, Stefania non saprà come reagire. Perché ciò che prova per Tony, l’uomo colto che le ha regalato Cime Tempestose e che l’ha lasciata senza una vera ragione, è ancora così prepotente in lei da non voler accettare di voltare pagina e accogliere un nuovo sentimento, diverso ma più profondo. L’amore tra Stefania e Davide sarà una battaglia che combatteranno fino all’ultimo, devastandosi a vicenda, perché a volte l’Amore è un duello sempre in bilico tra passione e gelosia, fiducia e incredulità. E Stefania si troverà a dover scegliere se a tracciare il suo destino sarà la colonna sonora di un’estate da brivido o la trama di libro che ha segnato l’inizio di una passione non ancora del tutto estinta. E magari, chissà, dietro l’angolo l’aspetta un finale inedito e una nuova canzone.

 L’autore:
Amneris Di Cesare, italiana nata a Sao Paulo del Brasile, vive a Bologna. Sposata a un medico calabrese, mamma e moglie a tempo pieno, collabora come free-lance per riviste femminili. Nell 2005 crea il F.I.A.E. – Forum Indipendente Autori Emergenti che gestisce fino al 2014, un gruppo laboratorio di editing autogestito per scrittori emergenti. Ha pubblicato il saggio “Mamma non mamma: la sfida di essere madri nel mondo di Harry Potter” nell’antologia benefica Potterologia: dieci as-saggi dell’universo di J.K. Rowling (CameloZampa Editore 2011); un suo racconto, intitolato “Zanna” è presente nell’antologia di racconti animalisti “Code di Stampa” (La Gru Edizioni 2011); ha pubblicato nel 2012 il suo romanzo d’esordio, Nient’altro che amare (Edizioni CentoAutori), vincitore del Premio Letterario Mondoscrittura, e nel 2013 ha partecipato al progetto di scolastica coordinato da Manuela Salvi “Prossima fermata… Italia!” (Onda Editore) scrivendo il capitolo dedicato alla regione Calabria. Ha curato l’antologia benefica “Dodicidio” per il progetto POP di La Gru Edizioni scrivendo il capitolo “Febbraio” (2013) e ha vinto il “Concorso Cercasi Jane” indetto dalla Domino Edizioni con la quale il 1 settembre 2013 è uscito il suo romanzo “Sirena all’orizzonte” secondo classificato al Premio Letterario Magiche rose 2014 di Fiuggi. A giugno 2014 invece è uscito Mira dritto al cuore per i tipi della Runa Editrice, mentre un secondo saggio sulle figure materne nella saga di Harry Potter dal titolo “Mamma non mamma: le madri minori nel mondo di Harry Potter” è uscito a Marzo 2015 sempre con Runa Editrice. Per Runa Editrice ha curato la pubblicazione e l’editing del saggio Harry Potter come strumento letterario di Marina Lenti (Febbraio 2015). E’ stata di recente nominata Direttrice per le collane Fantasy e Narrativa Bambini e per la Sezione Narrativa Straniera lingua inglese e portoghese, per Casa Editrice Amarganta, nuova NOEAP di recente costituzione e per la quale ha già selezionato un romanzo di sci-fi romantica, Darkside di Alessandra Gaggioli, due romanzi brevi di Marie Sexton, Il Capitolo 5 e il maniaco dall'ascia vibrante e L'Appartamento 14 e quel diavolo vicino di casa, usciti a maggio 2015, da lei tradotti in italiano, due romanzi di Indra Vaughn, in uscita a luglio e a dicembre e due albi per bambini, per la nuova collana Amarene. Collabora con il portale di informazione online Rete-News.it (www.rete-news.it) scrivendo articoli di cronaca, costume e musica e con la rivista letteraria digitale e online Inkroci (www.inkroci.it ) in qualità di traduttrice.

Recensione "Voglio Guardarti" di Jennifer Queen

Titolo: Voglio Guardarti
Autore: Jennifer Queen
Casa editrice: auto-pubblicato
Genere: Romance/Erotico
Pagine: 162
Prezzo: 0,99 e Kindle Unlimited gratis
Formato: Ebook
Data di uscita: 20 Giugno 2015
Store: Amazon

Trama: Il senso di colpa può cambiare radicalmente una persona. Ricercare l’espiazione però, non rappresenta sempre la strada giusta da seguire, specialmente quando si nuoce a se stessi e al prossimo. 

L’amore è in grado di guarire, apportare un mutamento, trasformare la visione delle cose, lenire l’anima più di qualsiasi punizione, ma la strada è in salita e Jennifer questo, lo scoprirà a sue spese, esponendosi al lato oscuro della passione e dei sentimenti, costretta in bilico tra la soglia del piacere e del dolore. 
Marco diventerà la sua ossessione, martirio e diletto, il suo paradiso e il suo inferno. 
Sì l’inferno, nel girone dei lussuriosi. 
Jennifer verrà stravolta, sbaragliata dall’eccitazione, avvolta dalla spirale della carnalità, completamente in balia dall’uomo che ha incontrato. Lo desidererà talmente tanto da perdersi nell’estasi del suo fascino, drogata dal suo corpo e dalle sensazioni intense che la invaderanno, sensazioni mai provate prima. 
Scoprendo i suoi desideri più reconditi, così come i limiti del suo corpo e della sua accondiscendenza… si ritroverà costretta a rispondere a se stessa su cosa desideri veramente da una relazione. A quel punto, quando ormai tornare indietro non sarà più possibile, dovrà decidere se addivenire a compromessi e accogliere Marco, non solo nel suo cuore, ma anche nella sua vita. 
OGGI DIAMO IL BENVENUTO A UNA NUOVA COLLABORATRICE. MARIA SERRAPICA.
ECCO LA SUA RECENSIONE

Jennifer è una ragazza semplice e spensierata, concentrata sulla sua piccola attività, un negozio di fiori in pieno centro a New York. Abbandonata dalla madre nel momento in cui ne aveva più bisogno, rifugia nell'affetto degli amici primo su tutti Luca, il suo migliore amico. 
E proprio per questo non può tirarsi indietro quando Luca le chiede di accompagnarlo al pranzo di famiglia. Jennifer certamente non si aspetta di trovare tutto quel gelo, e neppure Marco, il fratello del suo migliore amico, bello e misterioso da farla sobbalzare al primo sguardo. 

Marco nasconde mille segreti, talmente oscuri da spaventarla ad ogni successivo incontro, più la paura cresce più il desiderio diviene accecante, tanto da renderla incapace di resistere. Marco è un dominatore, Jennifer è la sua prossima preda, in un gioco di seduzione e sottomissione i due finiranno coinvolti in sentimenti mai provati prima. 
Una attrazione irresistibile che porterà entrambi oltre i confini delle loro vite. L'amore quello vero è molto più doloroso di qualsiasi frustata, è quello che Marco dovrà capire per non perdere Jennifer. Non sono le catene, non sono le fustigate a far male, la sofferenza è nei rimorsi, è nei rimpianti, è nei pregiudizi delle persone. 

In "Voglio Guardarti" il mondo della sottomissione, il gioco infinito tra Dom e Sub, si arricchisce di sentimenti, un nuovo squarcio sulla sofferenza dell'animo, sull'incapacità di amare e di fidarsi di sé stessi, il sesso e la violenza come espiazioni. Il Bdsm è un terapia, è l'unico modo per esorcizzare i fantasmi del passato, ma se ad un certo punto entra in ballo anche il cuore, l'ossessione diventa infinita. 
Un libro scritto bene, che si legge tutto d'un fiato, in cui le scene di sesso non sono mai banali, coinvolgono il lettore, trascinandolo in una sofferta e crescente storia d'amore e piacere, dove per una volta la protagonista non è una bambola senza cervello, prosciugata di intelletto dal fustacchione di turno, ma ha la forza di reagire, di sbattere la porta in faccia e di puntare i piedi, senza lasciarsi abbagliare dalle frivolezze del milionario.

martedì 28 luglio 2015

Quarta tappa "VICTORIAN VIGILANTE BLOG TOUR"

Ciao a tutti. Oggi vi presento la quarta tappa del "VICTORIAN VIGILANTE BLOG TOUR" di Federica Soprani e Vittoria Corella. Nella nostra tappa presenteremo i personaggi.
Editore: Nero Press 
Collana: Intrecci 
Genere: Steampunk/Horror 
Pagine: 106 
Ebook: 1.49 
Trama
1890. L’assetto europeo manifesta già i germi di una guerra mondiale e vede contrapposte due scuole di pensiero scientifiche: i Maniscalchi inglesi seguaci dell’Ergomeccatronica, che sfruttano esoscheletri potenziati per implementare le capacità di lavoratori e soldati, e i Senza Dio fautori della Meccagenetronica, localizzati nell’Europa dell’Est, che hanno sviluppato terrificanti ibridazioni uomo-macchina. A Londra s’innesca una battaglia senza quartiere tra il misterioso vigilante mascherato Spettro di Nebbia, il Sergente Malachy Murphy e la spietata Baba Yaga, una donna meccanica alle dipendenze del Dottor Anton Morse, genio della Meccagenetronica dai loschi fini. Nella lotta verranno coinvolti anche il giovane tagliatore di diamanti ebreo Mordecai Gerolamus, perseguitato da invisibili e inquietanti demoni, la giornalista d’assalto Catherine “Orlando” Swan e suo fratello Percy, direttore del Giornale.


Malachy Murphy 
Sergente di Scotland Yard, ha deciso di dedicare la propria vita alla cattura dello Spettro di Nebbia dal giorno in cui quest’ultimo causò il fatale incidente che gli fece perdere il braccio. I colleghi lo hanno soprannominato l’Automa, e non a caso: la Morphia da cui è dipendente lenisce il dolore che l’arto meccanico gli procura, ma annulla anche quelle infinite sfumature di emotività e empatia che fanno di un essere umano ciò che è. Un uomo che ha fatto del proprio tormento interiore la propria identità, eppure c’è qualcosa in fondo ai suoi occhi che palpita e brucia e lotta per emergere contro ogni annichilimento. 



Mordecai Gerolamus

Un uomo, poco più che un ragazzo, senza un passato, in bilico tra due mondi. O forse molti di più. Mordecai è un tagliatore di diamanti, il migliore della Gilda di Clerkenwell. Lui guarda un diamante grezzo e vede ‘bellezza’ e ‘perfezione’. Lui vede molte cose, più di quante i suoi occhi innocenti possano ammettere.



Vassilissa Morse
Vassilissa è la bellissima protagonista di una fiaba, e ne è la più terribile antagonista, la feroce strega Baba Yaga. Come possano due creature così diverse convivere nella stessa persona è un mistero a cui solo il Dottor Morse, che l’ha ‘creata’, potrebbe dare una risposta. Guerriera implacabile, Vassilissa marcia su Londra con la violenza e la determinazione di un esercito. Programmata per uccidere, per distruggere, per compiacere ogni desiderio di annichilimento del suo padre-creatore. E’la Bella e la Bestia imprigionati nel medesimo incantesimo.


Dottor Morse Dunque. Ecco Morse. Ha la faccia di un elegante Vincent Price, il suo aplomb nobiliare e aristocratico. Guardi e vedi mani lunghe e curate. Vedi giacche di elegante fattura. Barba perfetta, nemmeno fosse finta, ancora nera nonostante l’età non più giovanissima. Se lo guardi bene è il diavolo di certe pubblicità, di certi film di una volta. Barba a punta, sopracciglia arcuate. Affascinante, ma lo sai subito che non va bene parlare con lui, che lui non è rispettabile come sembra. Morse forse è russo, forse no. Forse non viene da nessuna parte. Nella storia non ha origini, però parla russo, ceco, ucraino e comprende l’yddish. Il Diavolo parla molte lingue. Morse ha molto difetti. Noi li chiamiamo difetti, per lui sono pregi. E’ nato amorale e questo è un vantaggio: quello che può fare non ha limiti e lo dimostrerà. Vuole una cosa, una persona, il mondo? Bene, troverà il modo di prendersela. Lo vedi, raffinato e aristocratico, profondamente erudito, non capire nulla dei sentimenti umani, perché forse ne ha solo letto nei libri. Ci sono solo lui e il suo Genio. Solo una persona è migliore di lui, andando avanti scopriremo chi è. E lui, visto che non si fa scrupoli, questa persona se l’è presa e l’ha fatta sua. Morse studia lo Spettro che è la sua Nemesi. Lo Spettro è moralità, porta giustizia a costo di farsi male. Morse lo guarda e sa di averlo ucciso, così, subito. Eppure eccolo. Il suo negativo. Il suo gemello ectoplasmatico. Entrambi hanno il gusto della teatralità, dello Show. Morse forse vuol fare paura, Forse vuole solo creare scalpore, perché Morse è avido e la pubblicità è l’anima del commercio. “Ti avevo già ucciso” potrebbe dire Morse allo Spettro. Ma in questa storia lo Spettro è vivo più che mai e non lascerà mai che il diavolo elegante vinca. O almeno ci proverà.
Lo Spettro di Nebbia
Di che sostanza sono fatti i fantasmi? Alcuni non sono che eco dolenti, brandelli di nulla fluttuante rapiti alle ombre di un vecchio castello. Altri sono rabbia crepitante, odio dirompente, un buio che consuma se stesso in un’eterna notte e brucia tutto ciò che tocca. Altri ancora sono sospiri dolenti, che raccontano di vite non vissute, o di un amore troppo grande e forte perché la morte possa esserne la fine. Lo Spettro di Nebbia è fatto di acciaio. In molti sono convinti che sotto le pieghe del mantello non vi sia che metallo coperto da metallo, uno scheletro freddo rivestito di cavi lubrificati da pompe oleose, agitato dalla mano di un abile giocattolaio nascosto nell’ombra. Lo Spettro è un uomo che non c’è, è l’eterno assente. Qualcuno per il quale il posto a tavola è stato lasciato molti anni fa, e da allora è rimasto vuoto, in un’inutile attesa. Non appartiene a nessun luogo, le leggi del tempo degli uomini non lo riguardano. Ma così è giusto che sia, così deve essere. Il mondo ha un bisogno disperato di eroi, ne ha sempre avuto. Eroi oscuri, com’è oscuro il mondo, figli di un crepuscolo fumoso, che fanno quasi più paura dei criminali che sono chiamati a fermare. Vigilano nella notte, come sentinelle silenti, combattono nelle tenebre senza sapere se meriteranno la luce. Perché qualcuno lo deve fare. Lo Spettro pattuglia le notti londinesi, veglia sul sonno degli innocenti. La sua maschera è l’incubo dei malvagi, l’ultima speranza di chi ancora crede nella giustizia. Cosa ci sia dietro di essa non ha importanza. Non si può stringere tra le braccia un ideale, imprigionare un’aspirazione assoluta in un legame terreno. Lo Spettro non appartiene a nessuno. Neppure a se stesso.

Percyval Swan
Percy è un uomo del suo tempo, il figlio di un mondo che cambia, forse troppo in fretta, come accade quando si cresce. Legato alle proprie radici, e tuttavia proteso verso il futuro. Tenacemente fedele a valori intramontabili di giustizia, onestà, lealtà, a costo di apparire stupido li persegue quotidianamente, con la naturalezza del respiro. Forse questo non giova molto alla sua vita privata, ma alla fine ciò che conta è essere coerenti con se stessi.
Catherine ‘Orlando’ Swan
Un mondo nuovo ha bisogno di nuovi eroi. E anche di nuove eroine. Catherine Swan non sa se ne ha la stoffa, ma il senso di giustizia in lei eguaglia solo la sua inesauribile curiosità. Giornalista d’assalto, dedita alla cronaca più nera della più nera tra le città, impugna la penna non solo per aprire gli occhi al mondo sui fatti, ma anche per raddrizzare i torti, denunciare i soprusi e assicurare i ‘cattivi’ alla giustizia. Già. Però a volte non è facile capire da che parte stare. Chi siano i veri ‘cattivi’. E poi c’è quel dannato Sergente, con quel suo sguardo malinconico, che riesce a farla tremare di paura, e forse non solo quella…

Sir Horatio Hastings
 Figlio cadetto di una famiglia antica e potente, ha rinunciato alla ricchezza e al prestigio in nome dei propri studi e di una vita che gli permettesse di dimenticare se stesso e il dolore che reca con sè. Devoto all’Ergomeccatronica, abile ‘Maniscalco’, abita una casa infestata di ricordi, frequentata da spettri di carne e sangue e oscurità.
Beatrix Hastings
 Lei è la fanciulla che aspetta. Da sempre, per sempre. Che in eterno aspetterà. Perché ha perduto qualcosa, Beatrix Hastings, qualcosa di prezioso, qualcosa di inestimabile, e in quella perdita vive, di quell’assenza si nutre, sentinella smarrita ai confini di sè. Ma per fortuna a Badhouse c’è sempre tanto da fare, c’è sempre qualcuno di cui occuparsi, dimenticando se stessi. Lei è la fanciulla che aspetta, la fanciulla che ama, nel silenzio, in stanze in cui danza solo il pulviscolo di giorni di sole di mille anni fa.


Vi ricordo di seguire la prossima tappa. 2 Agosto - I miei sogni tra le pagine + Liber Arcanus Intervista doppia.

domenica 26 luglio 2015

Recensione "Le barriere della passione" di Giovanna Mazzilli

Le barriere della passione
Giovanna Mazzilli
Prezzo Kindle: EUR 1,10 

Amelia ha ventiquattro anni, non è una super modella, fa un lavoro ordinario e frequenta persone normali. È una ragazza riservata, che crede di stare bene solo quand’è chiusa nel suo guscio protettivo. Alejandro invece sembra un uomo che non ha bisogno di chiedere nulla. Bello da morire e che intuisce da subito, ogni più intimo desiderio di Amelia. Quest’ultima non si rende conto che i limiti, creati dalla sua mente, ostacolano la sua vita, e le impediscono di viverla in pieno. L’arrivo di Alejandro la confonderà spaventandola, ma per la prima volta in assoluto, la farà sentire viva. La trasgressione, così come il calore e la sfrontatezza di quell’uomo, varcherà le sue barriere, arrivando fino al suo cuore. Alejandro però si rifiuta d’innamorarsi, rischiando di perdere l’unica donna che sente veramente sua. Riusciranno entrambi a lasciarsi andare e a capire che non esistono barriere così alte, se ad abbatterle è l’amore?
Amelia è una ragazza come tante. Ha una vita semplice, frequenta persone normali ed è una persona riservata. Alejandro è un uomo bello, affascinante e sensuale, parecchio sensuale.
Un incontro che stravolgerà la vita di Amelia. Una passione che divamperà lasciandola senza fiato e facendola ricredere nell'amore. Purtroppo però, l'uomo, non vuole innamorarsi, non vuole cedere a un sentimento che, a detta di lui, inutile, rischiando di lasciare andare l'unica donna che veramente potrebbe amare.

Una storia passionale, intrigante, sensuale. Un libro scritto bene che ti emoziona con semplicità. Un gioco di seduzione, di sguardi che intriga, che ti colpisce. Un erotico passionale. Il romanticismo e la sensualità di tutta la storia ti farà innamorare del protagonisti. Erotismo, passione, dolore, si intrecciano alla perfezione incastrandosi come in un puzzle con pezzi che si compongono a poco a poco intrigando il lettore nel proseguo della lettura.

Una scrittura fluida, perfetta.  Scorrevole, piacevole, uno stile semplice e efficace, mai noioso, un libro che si legge in poco tempo e che ti trascina nel mondo dei protagonisti con il sorriso sulle labbra e tanta passione. 

Recensione "Dominio" di Marion Seals

Titolo: Dominio (The Dark Side Vol. 1) 
Autore: Marion Seals 
Genere: Fantasy Romance, Urban fantasy
Prezzo Kindle:  EUR 0,99
Maggio 2015 il secondo libro della Saga The Dark Side dal titolo Cospirazione.
Sinossi
In un mondo nuovo, persistono vecchi archetipi. Il forte contro il debole, la specie superiore contro gli ultimi. 2076: Dopo una breve e sanguinosa guerra gli umani hanno esiliato i mutanti nell’ex Alaska, ora chiamata i Territori, per timore che la nuova specie prendesse il sopravvento. Anni dopo i mutanti, più forti e intelligenti, sono diventati la nazione dominante, hanno trovato le cure per le malattie più gravi e hanno reso dipendenti gli umani attraverso l’egemonia tecnologica. In questo scenario Kendra è alla ricerca della sua vendetta, Waylon della sua identità. Quando si incontrano sono destinati a cambiare non solo il loro destino, ma quello di tutti. Kendra è intelligente e caparbia, Waylon è forte e diverso da qualsiasi altro uomo lei abbia conosciuto. In uno sfondo di intrighi e odio, si dipanano le storie di uomini e mutanti, diversi ma ognuno alla ricerca di qualcosa. 
Dominio, il primo libro della saga The Dark Side, trasporta il lettore in un universo di personaggi, avventura e sentimento, un romanzo corale in cui niente è ciò che sembra. 
In questi mesi, Marion, mi ha deliziato con anteprime, spezzoni e immagini di questo suo bellissimo romanzo, che hanno stuzzicato la mia curiosità. 

Da buona lettrice compulsiva, mi sono fiondata ad acquistare il suo romanzo, appena è arrivato sul mio schermo, ho iniziato a leggerlo e devo dire che sono stata ripagata di tutta questa attesa.
In una Alaska dove vivono mutanti, razza dominante,  e umani, schiavi, una antica lotta vede le due razze contrapporsi, tra intrighi, sangue, tradimenti, per il DOMINIO assoluto del territorio.

Questo romanzo fantasy, sci-fi, paranormal, è una ventata di aria fresca. Un libro nuovo, originale, ricco di tanti avvenimenti e sconvolgenti rivelazioni. Sangue, amore, intrighi, patos, tutto nel primo capitolo di una saga che si prospetta veramente buona proprio per l'originalità delle descrizioni, dei personaggi e delle ambientazioni. 

È inutile girarci in torno, l'autrice racconta gli eventi e i personaggi con leggerezza e semplicità. Un fantasy da leggere tutto in un fiato perchè è difficile scappare da ogni tipo di emozioni che provoca a ogni capitolo. I "buoni" saranno veramente buoni e i cattivi saranno veramente cattivi, è questo che ti spinge a continuare a leggere per sapere come finirà.

 L'adrenalina è al massimo come la tensione che ti prende in diverse scene che ti lasciano a bocca aperta. "Dominio" è un libro con un forte impatto emotivo che ti sconvolgerà con semplicità e con passione.

Recensione "Rompere gli specchi" di Vanessa Di Lena

Titolo: Rompere gli specchi
Autore: Vanessa Di Lena
Casa editrice: self
Genere: romance, new adult
Pagine: 327
Prezzo: €0.99
Formato: ebook
Amazon
Trama: Sonya ha vent’anni, ma non assomiglia per niente alle ragazze della sua età: in sovrappeso, timida, riservata e proveniente da una famiglia semplice, non le piacciono nemmeno le borse! … ma ha un amore smisurato per gli animali e per i libri. Ora è all'università, ha la sua piccola cerchia di amici, ma ogni giorno, nonostante la sua giovane età, combatte contro problemi che nessuna ragazza vorrebbe avere...  Ha sempre paura del giudizio della gente, e per questo Sonya si costruisce una barriera per evitare la felicità che secondo lei non farà mai parte della sua vita. Si ritrova a erigere specchi per proteggersi dal mondo che la circonda, e questo sembra funzionare… almeno fino a quando non conosce Alex: con lui Sonya si sente protetta, ma la paura la blocca sempre sul più bello. Egli intaccherà lo scudo di cui Sonya si è circondata fino a romperlo del tutto, ma anche lui nasconde un segreto e un dolore che avvicinerà i due sempre di più.
Un libro che tratta tematiche attuali.
Sonya è una ragazza di venti anni emarginata dall'intera società per colpa del suo sovrappeso. Nonostante affronti questo problema con altri ragazzi della sua età, la sua paura di essere giudicata è sempre dentro di lei e questo le impedisce di essere felice. Finché nella sua vita non irrompe Alex che però nasconde un segreto che li avvicinerà e farà nascere in Sonya una speranza.

Questo libro, come ho detto poc'anzi, tratta argomenti che in questa società sono all’ordine del giorno. Problematiche che toccano il "essere diversi" il "non essere alla moda". Problemi che leggiamo e vediamo ogni giorno e ogni giorno, cerchiamo di combattere. "Rompere gli specchi", parla di fragilità, di paure di ragazzi che non si sentono a loro agio nel proprio corpo e sopratutto con gli altri per colpa di una società troppo frivola e "razzista" sul essere "diversi". 
Un libro che si legge volentieri. Un libro che fa riflettere e che da una speranza a chi non si sente adatto in una società che punta il dito su tutto e tutti.
Una lettura interessante. Una storia d'amore bella. Un messaggio forte per chi non si arrende mai e vuole cambiare i giudizi di chi ha i paraocchi.
 E MEZZO

Recensione IL MISTERO DI VENERDI SANTO di ANTONIO SOBRIO

Titolo: IL MISTERO DI VENERDI SANTO
Autore: ANTONIO SOBRIO 
editore o self: autopubblicazione con YOUCANPRINT
prezzo: PDF GRATUITO, EBOOK (1,99 $)  CARTACEO (15 $)
PAGINA TWITTER      https://twitter.com/antonio_sobrio
Procida, la più piccola isola del golfo di Napoli. Venerdì santo, giorno della Processione dei misteri. Una persona scompare. Quattro suoi amici, tre uomini e una donna, sono alla ricerca del suo corpo, in un avvincente percorso attraverso sotterranei, catacombe, l’ex carcere abbandonato, tra arte, cultura, storia e mistero, in un misto di sacro e profano, con sullo sfondo le straordinarie bellezze dell’isola.
RECENSIONE A CURA DI VITTORIO DE AGRO'

Quanti di voi conosco  l’isola di Procida? Quanti ne conoscono la storia, le tradizioni e le bellezze naturali?
Personalmente prima di leggere questo romanzo di Antonio Sobrio,Procida mi era nota come una delle tappe  che toccò Ulisse per  tornare a casa.   Ricordate   il canto delle Sirene? Ecco  queste creature  meravigliose e malvagie vivevano  a Procida.
Antonio Sobrio,  procidano verace e soprattutto amante e studioso della sua  bella isola con questo romanzo ha scelto di farsi guida turistica e portare il lettore a passeggio sull’isola.
Ma si sa ,una visita guidata può, a volte, risultare noiosa così il nostro autore ha deciso  di inserire  l’elemento giallo costruendo un thriller  permettendo al lettore di alternare cultura e pathos narrativo.
Procida è famosa, non solo  in Campania  per la celebrazione dei Misteri durante il periodo Pasquale in cui vengono esposti per le vie dell’isola dei carri costruiti dai cittadini devoti  per rendere omaggio al sacrificio di Gesù e al miracolo della Resurrezione.
Un evento che attira sull’isola molti stranieri e curiosi rendono magica e suggestiva l’atmosfera e per cui  i procidani dedicano molto tempo e passione alla costruzione dei misteri cercando di mantenere il più assoluto riserbo per poi poter stupire durante la sfilata.
La curiosità di scoprire “i misteri” spinge quattro amici : Nico, Saverio Federico e la sua ragazza cubana Juana a ascondere di nascosto un microfono all’interno di un capannone in cui Ciro e altri suoi compari sono impegnati nella realizzazione del loro mistero. Ascoltando  accidentalmente i discorsi i quattro ragazzi captano l’animata  discussione tra Ciro e l’animalista e ambientalista Antonio sull’opportunità di uccidere un agnello. Il secondo vorrebbe impedirlo e non esita ad mettersi in mezzo  provocando la brutale e insensata reazione di Ciro che lo accoltella mortalmente  e decidendo di nasconderne  il corpo  con i suoi amici in un luogo segreto.
I ragazzi scossi dall’accaduto , ma  determinati a  ritrovare il corpo dell’amico Antonio e soprattutto di consegnare i colpevoli alla giustizia, dopo aver avvisato con una telefonata anonima i carabinieri,iniziano un’affannosa e spericolata ricerca lungo l’isola .
Una “caccia al tesoro” per certi versi macabra, ma che Sobrio rende interessante e vivace mostrando tutte le meraviglie culturali e paesaggistiche di Procida ,citando tra l’altro  aneddoti storici e  leggende popolari che non possono non incuriosire il lettore.
Un romanzo che può essere  considerato come una puntata di “Super quark” dedicata a Procida,  dove non mancano informazioni e curiosità di ogni tipo.
Sicuramente l’accurato e attento  elemento culturale  suscita sul lettore  maggiore interesse e curiosità all’elemento thriller che risulta abbastanza scolastico e prevedibile nell’intreccio anche se ben realizzato e costruito.
Lo stile di Antonio è pulito, semplice, diretto riuscendo a descrivere e divulgare  informazioni di per sé noiose e didascaliche con certa vivacità e freschezza  coinvolgendo il lettore nella lettura.
Dopo aver letto questo romanzo,il lettore non potrà non programmare sulla propria agenda una visita a Procida, magari durante la sfilata dei misteri  volendo come i nostri amici  diventare detective per notte e scoprire  tutti i segreti di questa bella isola.
 E MEZZO

mercoledì 15 luglio 2015

Presentazione "Ogni maledetta volta" di Angela D'Angelo

Buonasera a tutti. Stasera vi presento il nuovissimo romanzo di   Angela D'Angelo intitolato  "Ogni maledetta volta".
Titolo: Ogni maledetta volta (Youfeel) 
Autore: Angela D'Angelo
Editore: Rizzoli
Genere: Erotico/Romance
Prezzo Kindle: EUR 2,49 
Sinossi
Sembrava solo un timeout, invece era la partita più difficile da vincere.

Edoardo De Santis, capitano della Stars Roma, non è un uomo facile: orgoglioso, prepotente e scontroso, affronta la vita con rabbia e una buona dose di arroganza. Finché un infortunio fa crollare le sue certezze e lo intrappola in una spirale di dolore e sfiducia nel futuro. L’aiuto che riceve inaspettatamente da Sophie Molinari, figlia del presidente della squadra, è la terapia migliore. Ma cosa nasconde quella donna dietro un sorriso che incanta e un corpo che farebbe impazzire chiunque? Edoardo sarà capace di accantonare l’orgoglio per lasciarsi aiutare? La sfida si gioca su un terreno insidioso, e mettere insieme i pezzi di un uomo distrutto potrebbe avere per Sophie un prezzo altissimo. Edoardo è l’unico che può salvare se stesso e capire davvero cosa vuole nella vita.
Dopo il successo di “A letto con il nemico”, questa è la storia ardente e appassionata che stavate aspettando. 

Recensione La leggendaria guerriera - parte seconda- I guardiani dell'adhandel Aurora Ballarin

La leggendaria guerriera - parte seconda- I guardiani dell'adhandel
Aurora Ballarin
Amazon
Prezzo 0,99
Anno 1898 
La missione di Ainwen è ormai chiara: Morwen e Firion devono morire! 
Ma così come è chiaro questo, altrettanto lampante e tangibile è il fatto che la sua malattia stia evolvendo fin troppo rapidamente. 
Il tempo stringe e i nemici, ben lungi dal restare fermi ad attendere le mosse sue e dei guardiani, attaccano l'adhandel colpendola nel modo più subdolo e vile in cui si possa colpire una persona. 
Il loro obbiettivo è quello di distruggere la reincarnazione della dea e ricostruire il mondo a loro immagine. 
Un mondo di lacrime e sangue... 
Solo Ainwen può evitare questo infausto futuro; ma il prezzo delle sue scelte sarà alto...molto più alto di quanto lei si possa aspettare...

Eccomi a recensire il secondo libro della saga La leggendaria guerriera.
Come nel primo, ho trovato la scrittura piacevole, mai noiosa e ottima come ottimo questo epic fantasy.
 Ainwen, la protagonista, cresce e diventa consapevole della propria  forza. Questa volta dovrà affrontare una sfida più grande di lei. In futuro è in bilico e la sua missione sarà più pericolosa di quanto lei immaginasse. 

Come sempre le ambientazioni sono degne di nota. Bellissimo fantasy tutto da gustare. 
Un buon stile e un'ottima trama. Intrighi, misteri, complicazioni, un secondo capitolo semplice e pieno di suspense. Mi sono piaciuto i personaggi e le ambientazioni ben descritto e con dialoghi che stuzzicano la fantasia. Sono rimasta affascinata dal modo con cui l'autrice mi ha coinvolto nella lettura, certi pezzi, ero in apnea aspettando delle rivelazioni che non arrivavano come il finale aperto al prossimo capitolo. 

Complimenti all'autrice. Spero di leggere presto il terzo conclusivo capitolo perché mi piace il suo modo fresco di scrivere. 

sabato 4 luglio 2015

Presentazione "La farfalla con le ali di cristallo" di Demetrio Verbaro

Buonasera vi presento La farfalla con le ali di cristallo
di Demetrio Verbaro

La farfalla con le ali di cristallo
Demetrio Verbaro 
Prezzo Kindle: EUR 0,49
l 3 marzo del 1520, il sacerdote azteco Ghetumal consegna al conquistadores spagnolo Hernan Cortes un libro sacro. Ghetumal l’aveva trovato qualche anno prima sotto la statua della dea della pioggia. Nessuno sa chi l’ha scritto, né quando. Nel libro c’è sia una profezia sul futuro: il 18 agosto del 2044 qualcosa sconvolgerà il mondo, e sia una mappa da decifrare per cambiare il corso degli eventi.
Los Angeles 2043. L’esploratore Matthew Lekos e lo studioso di storia Walden Green entrano in possesso del libro. Derisi dalla comunità scientifica per la loro ingenuità, sono gli unici a credere nella profezia e riescono a decifrare la mappa, cercando in tutti i modi di aiutare l’umanità.
La profezia sarà vera? Cosa succederà il 18 agosto del 2044?
In un susseguirsi di colpi di scena, tra svolte imprevedibili e pagine piene di suspence, il lettore arriverà all’incredibile finale.
Il romanzo è un thriller intimistico ambientato in un futuro prossimo, con uno stile diretto e ricco di pathos.

Presentazione “Innocente condanna” di Giordna Ungaro

“Innocente condanna” è il nuovo paranormal romance scritto da Giordna Ungaro, ambientato nella misteriosa e affascinante Venezia, a cavallo tra la nostra epoca e lo sfarzoso XVI secolo della Serenissima
Titolo: Innocente condanna
Genere: Paranormal romance  storico
Autore: Giordana Ungaro
Editore: editrice GDS
Formato: Cartaceo/e-book
Anno: 25 giugno 2015

Trama: Giulia è una donna fragile, dal passato tormentoso.
Cresciuta tra abusi e violenza in una famiglia arida, è ora succube di un marito autoritario e adultero. L’improvvisa morte della madre la costringerà a tornare nella città natia e affrontare i fantasmi di un’adolescenza che aveva cercato di dimenticare. Lì incontrerà Angelo, un misterioso ragazzo che la trascinerà in una surreale avventura, portando alla luce un legame nato cinquecento anni prima nella Venezia del XVI secolo e una maledizione che solo lei potrà spezzare.
Biografia: Giordana Ungaro è nata a Venezia il 30 luglio 1979. Diplomatasi a una scuola artistica con ottimi voti, lavora per sette anni in un laboratorio di decorazione pittorica. Oltre a scrivere e dipingere ama la natura e gli animali e cresce frequentando la scuola di equitazione, ottenendo un discreto successo agonistico nel salto ostacoli a livello regionale; affascinata da mitologia, religione e spiritualità diviene una studiosa di esoterismo e alchimia, avvicinandosi e abbracciando dapprima la filosofia buddhista e in seguito quella gnostica. Ora lavora in un negozio del centro storico della sua città coltivando il sogno di divenire un'affermata scrittrice. 
Bibliografia: Ha esordito con il romanzo "La luna d'argento" nel maggio 2013, seguito da “Angeli neri” nel febbraio 2014, “Il mercante di anime” nel novembre 2014, “Innocente condanna” nel giugno 2015, tutti pubblicati con la casa editrice GDS “Spectrum” nell’aprile 2015 con Ophiere edizioni.
Leggi l’estratto: http://www.amazon.it/Innocente-condanna-Giordana-Ungaro-ebook/dp/B010EMH35S/ref=sr_1_5?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1435602378&sr=1-5
Pagina facebook: https://www.facebook.com/pages/Innocente-condanna-di-Giordana-Ungaro/507880652694007

giovedì 2 luglio 2015

Presentazione "Il Cuore Segreto" DI Simona Ferruggia


Titolo: Il Cuore Segreto  
Simona Ferruggia
Genere romanzo: Romanzo di Formazione 
Casa Editrice: Watson Edizioni 
Pagine: 200 
Prezzo: 10 euro 
Formato: cartaceo 
Trama: Il cuore segreto è la storia di una donna e della sua famiglia, di una verità dolorosa che per anni viene taciuta con grande coraggio, ma che finirà per essere raccontata. All'inizio della narrazione una giovane donna è seduta su una sedia a dondolo in una vecchia camera asettica insieme a una vecchia signora. Legge ad alta voce il libro che tiene tra le mani, sul cui dorso, a lettere scarlatte, è impresso il titolo: Il cuore segreto. Un flashback ci catapulta nel passato, quando la nascita di una bambina porta il sorriso e la gioia in una piccola famiglia. La neonata è il simbolo della rinascita, il segnale divino per l’inizio di un nuovo cammino. Il trascorrere del tempo porterà eventi inaspettati e traumatici che segneranno per sempre il percorso dei componenti della famiglia. Torniamo quindi al presente, nella camera in cui riecheggiano le parole della giovane donna mentre il viso dell’anziana signora viene rigato da una lacrima. I ricordi, i segreti, il dolore, l’amore e la speranza si intrecciano per generare un viaggio pieno di sentimento e passione per la vita, il tutto custodito da tre generazioni di donne nel loro cuore segreto.

Biografia:Parlare di sé è sempre un problema, onestamente odio farlo, preferisco scrivere di altro, quindi cercherò di essere breve ma chiara. Mi chiamo Simona e sono nata a Palermo nel 1989: poche note biografiche, non sono molto interessanti. Da anni, dopo alcune scelte sbagliate come l'iscrizione e il successivo abbandono della facoltà di psicologia, l'amore per i libri e la scrittura hanno preso il sopravvento trasformando la mia vita in un continuo leggere e scrivere. Ho frequentato, quindi, un corso di "Sceneggiatura e Scrittura Creativa" della durata di 900 ore con professionisti del campo letterario siciliano e nazionale, formandomi e trasformando questa mia passione in una "quasi- professione". Dico "quasi" perché in questo campo non si è mai arrivati, si è sempre al punto di partenza, si è sempre pronti a ripartire. Grazie a questo corso ho messo a segno uno dei traguardi più importanti per la mia carriera, la stesura della sceneggiatura per un lungometraggio: "Chrisanthemon", che ha vinto il terzo premio al Concorso Letterario Nazionale Cinquantesimo Marcelli. Per due anni ho lavorato alla stesura del mio primo romanzo, tratto da una storia vera che mi gironzolava per la testa da sempre e che, finalmente, ha trovato il modo per esprimersi e mostrarsi: "Il cuore segreto" da poco pubblicato dalla casa editrice "Watson Edizioni di Roma". Da qualche mese lavoro alla stesura del mio secondo romanzo "Gli amici di Papà", contemporaneamente, inoltre, lavoro da anni come articolista per la rivista mensile "I Love Sicilia", dedicata alla cultura, società, lifestyle ed approfondimenti di cronaca della meravigliosa Trinacria. 

Ultimamente ho frequentato anche un corso della meravigliosa Scuola Holden qui a Palermo, con Evelina Santangelo, scrittrice ed editor della casa editrice Einaudi. Che altro aggiungere, innanzitutto non chiedetemi quale sia il mio libro preferito o quello che mi rappresenta: seriamente non posso scegliere un libro, ogni pagina che ho sfogliato porta un po' di me e del mio essere. Il mio cuore è una libreria, non può esserci un solo libro. 
Nel tempo libero, quando non sono impegnata a buttare ore e ore con "masturbazioni mentali inutili", adoro, ovviamente, leggere libri, scrivere fiumi di parole, appassionarmi in maniera esagerata a serie-tv rigorosamente straniere ed ascoltare musica.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...