Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

lunedì 27 aprile 2015

Il Maggio Dei Libri #LeggiUnEmergente

Per Il Maggio Dei Libri #LeggiUnEmergente, supporta scrittori emergenti, fotografati con i loro romanzi o racconti e invita all'acquisto di libri o ebook. 

Supporta un autore che ti sta a cuore, supporta un collega scrittore e promuovi la lettura.
Ciao ragazzi, questa settimana saremo nel vivo de IL MAGGIO DEI LIBRI, e siccome
Peccati di Penna ci ha tagato per questa bellissima iniziativa,  e noi siamo sempre a disposizione dei nuovi autori, vogliamo diffondere l'iniziativa di alcuni scrittori emergenti che hanno deciso di supportarsi a vicenda: LEGGI UN EMERGENTE


Come partecipare? Come sostenerla?  
Lettori e scrittori, devono semplicemente scattarsi un selfie con il libro di un emergente e condividerlo sui social con due hastag #IlMaggioDeiLibri e #LeggiUnEmergente che guarda caso formano proprio una bella frase e cioè:  Il maggio dei libri, leggi un emergente.

Sarebbe gradito anche riportare il link di acquistare del libro fotografato, per aiutare maggiormente gli emergenti ad emergere. (Che scioglilingua!)
Quindi la formula è semplice: Selfie con libro + #IlMaggioDeiLibri + #LeggiUnEsordiente + link al libro.
Spero aderiranno anche altri blog a questo movimento fotografico fatto di hastag! Creiamo una tendezza, creiamo pubblico e creiamo lettori! 

domenica 26 aprile 2015

Recensione "Tornando da te" di Valeria Marasco

TITOLO: TORNANDO DA TE (Secondo volume della serie “Qualcosa è cambiato”)
AUTORE: Valeria Marasco
CASA EDITRICE: LETTERE ANIMATE EDITORE
GENERE: Romanzo Rosa
FORMATO: ebook
PREZZO: 1,99€
LUNGHEZZA STAMPA: 196 pagine LINK PER L’ACQUISTO:
SINOSSI:
Lisa, è una donna di trentatré anni, con una nota azienda grafica da gestire e due amiche fidate su cui contare. Ma questo, per sua madre, non è abbastanza.
Elvira Palmieri, infatti, sostiene che sia arrivato il tempo per sua figlia di trovare marito e creare una famiglia. Se poi non è l’uomo dei sogni e tra i due non ci dovesse essere amore… beh, dalla vita non si può avere tutto!
Proprio mentre sembra andare tutto a rotoli, lo scontro con un uomo un po’ strano che pare, voglia seguire Lisa ovunque, darà il via ad una serie di avvenimenti assurdi. Se poi ci si mettono anche degli strani bigliettini anonimi ad impartirle lezioni di vita, le cose non possono che diventare sempre più confuse.
Le coincidenze, i misteri e le domande, aumentano giorno dopo giorno: chi è davvero l’uomo bizzarro, irriverente e affascinante con cui si è scontrata? E chi è l’autore anonimo dei bigliettini?
Tutto questo è solo l’inizio di un’avventura ai limiti della realtà, in cui Lisa si troverà coinvolta senza possibilità di scelta e forse… senza possibilità di ritorno!
Mesi fa ho recensito il primo libro di questa saga "Qualcosa è cambiato", il quale mi era piaciuto, quindi ho letto con piacere questo secondo capitolo.
Lisa, una ragazza forte che nasconde una profonda fragilità. Lorenzo, è l'uomo perfetto. Un incontra tra odio e amore. Tra gioie e sofferenze.
Una storia d'amore romantica, appagante, allegra e con quel pizzico di suspense che non guasta mai.

Un romanzo scritto bene. scorrevole e parecchio romantico. I colpi di scena non mancano. Mi piace l'intreccio tra l'odio e l'amore, tra la simpatia e umorismo, tra dialoghi frizzanti e irriverenti. 
Questo secondo capitolo della trilogia, mi è piaciuto anche se, a dire la verità, ho preferito il primo.
Forse il surreale non mi ha convinta del tutto. 

Scrittura semplice, fluida, ironica e romantica. Un libro veloce che si legge in breve tempo. Una lettura piacevole, una storia d’amore bella, divertente, intrigante. Un libro molto carino. Semplice, spensierato. Mi sono piaciuti i dialoghi frizzanti. I colpi di scena non mancano anche se, in qualche passaggio forse un po' prevedibili. Le descrizioni sono ottime come i personaggi ben definiti. 
Un libro da leggere in poco tempo.
 e MEZZO/4

Presentazione "Scegli me" di Deborah Desire

Buona domenica a tutti. Oggi vi presento "Scegli me" una commedia romantica di Deborah Desire.
Titolo: Scegli me
Autore: Deborah Desire
Genere: Commedia romantica
Editore: autopubblicato
Prezzo: € 2, 39
Pagina Facebook: facebook

Sinossi: Innocenza ha ventinove anni e una particolare avversione per le relazioni durature. Ama essere indipendente e l'unica creatura che ammette nel suo piccolo monolocale per più di una notte di seguito è Sweet, una gatta siamese che, in fatto di maschi umani, condivide la sua stessa idea. 
L'ultima persona che si aspetta di incontrare al tavolo dei single al matrimonio della cugina è Andrea Gentile. Alto, fisico asciutto, occhi verdi e capelli neri, un ottimo partito se non fosse stato per il suo carattere arrogante. Innocenza non lo sopporta dagli anni di superiori e la sua opinione non migliora quando lui la bacia senza preavviso di fronte alla madre che da anni sogni per lei nozze principesche. 
Sembra che Andrea voglia che tutti pensino che loro due sono a un passo dal matrimonio, ma Innocenza non può non chiedersi perché dopo averla presa in giro per anni voglia proprio lei quando potrebbe avere qualunque donna.

Preentazione "Il coraggio dell'amore" di Laura Bellini

Ciao a tutti.Oggi vi presento "Il coraggio dell'amore"
di Laura Bellini
TITOLO: Il coraggio dell'amore
AUTRICE: Laura Bellini
GENERE: Romance
FORMATO: Ebook
PAGINE: 119
LINK D'ACQUISTO: Amazon
SINOSSI:  Cecilia e Danilo: due cuori che sembrano destinati ad appartenersi. Eppure non tutto è come sembra, non sempre la vita ci permette di coronare un sogno. Un romanzo intenso, che racconta la vita, la crescita e i sentimenti. Una storia ricca di colpi di scena e di personaggi che vi entreranno nel cuore.

BIOGRAFIA AUTRICE: Laura Bellini vive e lavora a San Piero in Bagno, un bellissimo paese dell’appenino Tosco-Romagnolo e qui, fra il verde della natura e un po’ di tempo libero, tesse le sue storie. Legge circa sessanta libri all’anno, spaziando fra i vari generi letterari e la stessa passione la mette nelle opere che scrive. Le sue pubblicazioni sono: “Il coraggio dell’amore” (2009), disponibile solo in ebook su Amazon, “Lontano da te” (2010), Ancora tu” (2010), solo in ebook su Amazon, “I disegni imprevedibili del destino” (2011), solo in ebook su Amazon. Con la Butterfly edizioni pubblica “Il mondo dopo te” (2012), cartaceo e ebook “Il gioco dei ricordi” (2013), “Quel nome portato dal vento” (2014)

sabato 25 aprile 2015

Recensione "La nave di cristallo" di Simona Busto

La nave di cristallo (The winged Vol. 1) 
Simona Busto 
Prezzo Kindle: EUR 2,68
Sinossi
"Persefone sbriciolò il fiore tra le dita, mentre fissava il vuoto davanti a sé. «Mi dirai tu quando incontrarlo, Hector?» 
«Non temere, mia signora, sarà presto. Penserò io a tutto. Dammi la tua mano perché io possa tornare quando voglio.» 
Senza esitare Persefone gli tese la mano, che lui afferrò tra le sue. Un lampo e il legame fu creato. 
Allora l’uomo svanì, lasciando la regina dell’Ade a fissare un muro di teschi, lo sguardo perso, gli occhi scintillanti di puro odio." 

"La mano di Ellinor si sollevò, intimando l’alt all’altra. Lei chinò il capo di lato, sorpresa dal fatto che la sua ostentazione di forza non avesse sortito gli effetti sperati. I suoi occhi esprimevano fierezza, comando, ma ora iniziava a trasparire un’incrinatura di timore. 
Rimasero così, occhi negli occhi, la donna più matura col ghiaccio nelle sarcastiche iridi blu, quella più giovane divorata dal fuoco del suo odio e della sua arroganza. 
Ellinor si mosse appena, mettendosi tra Megan e la donna dagli occhi scuri. L’altra reagì increspando il labbro a scoprire i denti bianchissimi, come fauci di una belva, avanzò di un passo, guardando ora la ragazza, che, ignara, aveva allungato una mano verso l’imponente organo, come per sincerarsi che fosse reale. 
Le ombre non cessavano di lamentarsi, nascoste nel buio. 
La donna mora si lanciò in avanti, dritta verso Megan, pronta ad afferrarla. 
Ellinor però la intercettò senza nemmeno muoversi. La proiezione della sua anima afferrò la donna per un braccio, scaraventandola indietro. 
Megan sentì un tonfo ed ebbe un sussulto. Si volse di scatto, ma non vide nulla. Ellinor era ancora immobile, nella stessa posizione di prima, gli occhi che sorridevano. 
“Non ora né qui, Persefone,” fu il pensiero che fece arrivare alla donna sconfitta. 
L’altra digrignò i denti. “Non vivrà, l’ho giurato!” 
“Forse, ma non sarà adesso.” 

Un romanzo che parla di amore e dannazione, di passione e Inferno. E il Paradiso resta una remota possibilità, anelata ma anche temuta. 
La nave di cristallo viaggia col suo carico di demoni e creature infernali. 
Megan è la sua preda. Nessuno sa se il sigillo che la protegge riuscirà a sconfiggere i potenti esseri che vivono nella nave. 
E chi è davvero Reeve, il suo enigmatico e affascinante compagno di corso? Qualcuno che vuole difenderla o una nuova terribile minaccia? 
Hector, l’oscuro cacciatore, è sulle tracce della ragazza e lei non è ancora certa di potersi fidare di Reeve. 
La fuga di Megan la condurrà dall'America all'Europa, in cerca di una salvezza che sembra irraggiungibile. E l'incontro con la gelida Ellinor farà sorgere nuovi dubbi nel cuore della ragazza, in un complesso gioco di ruoli che rende difficilissimo distinguere il Bene dal Male, gli angeli dai demoni. 
Un romanzo denso di colpi di scena, per chi ama lo urban fantasy più emozionante e intenso.
"La nave di cristallo" non è solo un bellissimo libro, è un viaggio tra il bene e il male, tra la luce e il buio, tra il paradiso e l'inferno. 
Un libro che mi porta  nel mondo di Megan, Reeve e Ellinor, nell'universo tra il bene e il male, tra l’amore e l’odio. Un mondo fatto di Demoni, Angeli ed esseri superiori, un limbo fatto di luce e buio, di gioie e dolori. Un'avventura unica che si sussegue in colpi di scena da cardiopalma.

Questo primo capitolo è scarico di adrenalina che ti percorre lungo la schiena lasciandoti a bocca aperta per i moltissimi colpi di scena che si susseguono tra una pagina e l’altra. 
Alleanza, l’amore e l’amicizia sono al centro di questa nuova storia. Sono stata completamente travolta da un’ondata di curiosità morbosa che mi ha spinto a leggere ebook in poche ore. 
Sono rimasta con il fiato sospeso fino alla fine per le forti emozioni che mi hanno trasmesso determinate scene e avvenimenti. Mi ha completamente conquistata, generalmente ammetto quando seguo una saga, sono sempre titubante perché ho paura di non essere coinvolta, invece, ammetto che vorrei già leggere il secondo. 

Un romanzo scritto bene scorrevole e parecchio avventuroso. I colpi di scena non mancano come la suspense che ti lascia incollata al video. Mi piace l'intreccio tra la realtà e la fantasia, tra i sentimenti e l'odio. Quindi è inutile che dica che mi è piaciuto perché si è capito e lo consiglio assolutamente a tutti quelli che amano una saga perfetta, a quelli che amano il fantasy romance con spicchi dark.

Recensione "Adam & Eve: Il giardino dei Peccati" di Francesco Falconi

Adam & Eve: Il giardino dei Peccati 
Francesco Falconi
Editore: VandA ePublishing
Prezzo Copertina Ed. Cartacea: EUR 8,31
Prezzo Kindle:  EUR 4,99

Sinossi

Due mondi così diversi, due anime sole che stanno per incontrarsi.
Sofia è l’ultima discendente della famiglia spagnola degli Alvarez. Da anni vive segregata in un villa a Firenze. Non esce quasi mai di casa, dalla finestra della sua camera spia il mondo esterno. Lo sogna, lo desidera, e al tempo stesso lo odia. Ma soprattutto detesta la Sofia di Sinistra. Così chiama quella parte del suo volto rimasto sfigurato a causa di un incendio divampato nel giardino della villa quando era solo una bambina. Un gioco stupido con il fratello Alejandro, un piccolo fuoco acceso vicino a una sterpaglia secca. Conseguenze terribili, che hanno cambiato per sempre il suo futuro. Perché in quel giardino Sofia non ha perso solo la perfezione della bellezza, ma anche suo fratello Alejandro. 
Lorenzo vive invece nella periferia di Firenze con il padre. All’età di otto anni ha contratto una terribile malattia degenerativa che, giorno dopo giorno, l’ha reso cieco. Da allora il mondo di Lorenzo è diventato un chiaroscuro di luci e ombre che vibrano al suono della musica. La musica, infatti, è la sua sola ragione di vita. Il violoncello l’unica voce. 
Un giorno, Lorenzo e Sofia si incontrano nei giardini di Boboli, proprio di fronte alle statue di Adamo ed Eva. Si conoscono, stringono amicizia. Giorno dopo giorno, il loro rapporto si trasforma in qualcosa di più profondo e complicato. Un sentimento perfetto e inviolabile. Un amore cieco e sincero.
Ma il mondo che li circonda, il desiderio di vedere al di là delle ombre e godere della bellezza sono una tentazione troppo grande capace di incrinare persino quell’Eden d’amore…
Dopo Muses  e Gray, Francesco Falconi si cimenta nel suo primo libro di narrativa intitolato Adam & Eve: Il giardino dei Peccati.
Un libro perfetto che mixa tutti i stati d'animo che una persona ha. La paura, la gioia, l'amore, la sofferenza, la tristezza, la solitudine e la speranza.

Sofia e Lorenzo sono due anime sole. Due anime simili segnate da sofferenza e disperazione. Lei sfregiata non solo fisicamente ma anche interiormente. Lui, musicista semi-cieco. Una città Firenze, che fa da cornice a un'amore doloroso, a tratti bugiardo, un'amore straziante, che ti logora, che ti insegna a non perdere mai la speranza e a sognare sempre il sereno. 

Un romanzo che ti trascina in un vortice impressionante di emozioni che ti entrano dentro fino a farti male. Sensazioni che ti entrano nel sangue e ti fanno accapponare la pelle per le troppe emozione.
Una storia d'amore che ti rapisce, due personaggi che non si puoi fare a meno di amare, un destino crudele, un incontro che renderà il loro essere "diversi" una cosa speciale.

L'autore ha giocato con la psiche del protagonista e anche di noi lettori. Più che parlare delle loro differenze, ha voluto introdurci nella testa dei due protagonisti, nella vita e nella fantasia. Un libro che ti spiazza, ti coinvolge in un limbo di mille emozioni. Scritto alla perfezione, curato in ogni piccolo particolare, un modo di scrivere  che t’incolla allo schermo senza mai annoiarti. Un libro steso benissimo, una scrittura fluida e ben impostata. 

Un romanzo che si legge con piacere, colpiscono in particolare gli eventi e i dialoghi che fanno riflettere sulla psiche delle persone e sul nascondere le apparenze. Complimenti all'autore per ottimo stile semplice e diretto, oltre alla capacità di trascinarti pagina dopo pagina. Consiglio vivamente la lettura di questo romanzo non ve ne pentirete.

Estrazione Vinci una copia autografata di "Un lungo ultimo fatale addio" di Velonero!

Ciao a tutti!! Eccoci ad annunciare i vincitori del BELLISSIMO GIVEAWAY Vinci una copia autografata di "Un lungo ultimo fatale addio" di Velonero!
Ringrazio l'autrice che hanno messo a disposizione il suo libro. Sono stata felice e onorata di ospitarla.
Oggi scopriremo i vincitore che sono stati sorteggiati tramite Randomizer. Grazie a tutti i partecipanti e vi aspetto numerosi al prossimo Giveaway!
Numeri che saranno estratti per il libro, con autografo, Un lungo fatale ultimo addio 
Il VeloNero sono :

*********
Caroline Vale Orazi n 1
Anna Loveangel Vietro n 2
Nicol Macchia n 3
Anna Castelli n 4
Evelyn Storm autrice n 5
Teresa Macchia n 6
Francesca Ghiribellii n 7
Francesca Francy n 8
Maila Dondi n 9
Germana Collivignarelli n 10
Sara Purpura n 11
Irene Pastorelli n 12
Rossella Ciampa n 13
Tizi Ana Due n 14
Giovanna Mazzilli Marino n 15
Ness n 16
Angela D'Angelo n 17
Maristella Di Caprio n 18
Chiara Ballariana n 19
Ella Gai n 20
Stefania Mognato n 21
Jessica Maccario n 22
Lara Forte n 23
Alhandra Demetris Moonlight n 24
Mividam Autore n 25
The Winged n 26
Valentina Zaffanelli n 27
Deborah Fasola n 28 
Erika n 29
Scarlett n 30
Anna de Lorenzo n 31
Patrizia Naro n 32

VINCE IL NUMERO... 14! TIZI ANA DUE! COMPLIMENTI!
IN PIÙ' L'AUTRICE AGGIUNGERÀ' UNA PICCOLA SORPRESA.
COMPLIMENTI ALLA VINCITRICE E GRAZIE ANCORA ALL'AUTRICE E ALLE PARTECIPANTI.

Recensione "Amiamoci nonostante tutto" di Vittorio De Agrò

Amiamoci nonostante tutto
Vittorio De Agrò
link d'acquisto libro al momento solo in e-book prossimamente anche in cartaceo

Si dice che l’amore non abbia età ed è proprio così per“Amamoci,nonostante tutto”
In un panorama rosa prevalentemente al femminile, ecco emergere storie dal cuore maschile, un cuore che, però, ha sempre bisogno della mano gentile di una donna per trovare la propria strada.
Storie diverse, età differenti, sentimenti ricchi di sfumature e modi d’essere, che nascono nella purezza di un bambino e si completano nella maturità dell’adulto.
Emozioni, commozione, sorrisi; la mente del lettore viaggerà nei ricordi, passeggerà nel presente e magari immaginerà un futuro, sempre all’insegna dell’amore.
Sarà Federico a condurci in questo percorso di gioia e ostacoli.Un giovane uomo, forse ancora immaturo, ma sicuramente diffidente nei confronti delle relazioni durature, che grazie ai racconti di un vecchio e saggio libro, riuscirà ad aprire il suo cuore...
Brivido
Il gioco della bottiglia
Le sudate carte
Il giovane anziano
"Amiamoci nonostante tutto"è un viaggio nell'amore. Un viaggio visto in diverse maniere e in diverse angolature. Cinque racconti che imprigionano tanto sentimento visto sotto diverse prospettive. 
Un viaggio nei meandri della psiche umana che fa riflettere, che ti coinvolge e che ti lascia molte domande. 
Federico ci apre la porta della sua vita raccontandoci la sua storia con Gloria. Un rapporto fatto di paure e sofferenze. Federico viene indirizzato da un amico a leggere un libro che gli potrà cambiare la vita. Un libro centrato sull'amore e i suoi limiti. Inizia così, un lungo cammino tra le pagine di questi racconti che lo faranno crescere, maturare e sì, anche capire che bisogna aprirsi all'amore perchè è un sentimento da vivere e non da odiare.

Forse può sembrare il solito libro scontato, ma non è così. L'autore dimostra una marcia in più. Dimostra di saper scrivere. Una storia ricca di avvenimenti, i personaggi si susseguono e arricchiscono i racconti ben descritti. Libro ben strutturato e molto scorrevole.  Mi è piaciuto il modo di descrivere l'amore dell’autore. 
Racconti scritti benissimo, le parole scorrono che è una meraviglia a tratti mi veniva un po’ di ansia e per come sono fatta io, è un fatto positivo, vuol dire che ero molto concentrata e immersa nel racconto. Le parole mi hanno trascinato fino in fondo perché i personaggi mi hanno tenuta incollata al video affascinata da essi. 
Ben scritto. Veloce, semplice e fluido. Racconti che si leggono in pochi giorni, per non dire ore. Come sempre i personaggio sono caratterizzati da forti dubbi e dalle debolezze che ho già riscontrato nel precedente libro dell'autore. Questo, rende i racconti affascinanti, con un velo di malinconia e non solo. Sorrisi, gioie, si mixano in perfetto ordine. 

Recensione "La rosa proibita" Morgan Cavendish

Titolo: La rosa proibita
Autore: Morgan Cavendish
Editore: Self
Pagine: 43
Genere: Racconto Romance Storico Erotico
Formato: ebook
Prezzo: €.0,99
Pubblicazione: 11 febbraio 2015
LINK ACQUISTO AMAZON
SITO AUTRICE
Sinossi
Londra, 1815. Sullo sfondo della prima rivoluzione industriale, si snodano le vicende di Rachelle Ramsey, una giovane guaritrice accusata di stregoneria, e di Evan Beauchamp, adepto dell'ordine segreto che la vuole uccidere. La storia si focalizza sulla notte in cui Evan, credendosi prossimo alla morte, torna da Rachelle per vederla un'ultima volta. Qualcosa, però, non va come previsto: tutto quello a cui entrambi avevano creduto fino a quel momento viene rimesso in discussione costringendoli ad una importante e coraggiosa scelta finale.
Vendetta, gelosia, rabbia e desiderio si fondono tra loro mentre il sospetto, l'accusa e il perdono conducono alla promessa di un amore puro e di una vita vera. Ma in tutto ciò... quale sarà il prezzo della felicità?
RECENSIONE A CURA DI FRANCESCA GHIRIBELLI
Un racconto coinvolgente con un'ambientazione storica che non guasta mai, visto che io adoro specialmente le trame in costume.
Lo stile dell'autrice è scorrevole, avvincente e molto emozionante nelle descrizioni della trama, in cui una vicenda sospesa tra azione, coraggio, amore e dignità attira il lettore pagina dopo pagina.
I due protagonisti mi hanno affascinato molto: Rachelle, una ragazza molto diversa dalle altre grazie alle doti da erborista e con una dolorosa esperienza alle spalle, ma che purtroppo è vittima della sua epoca; dall'altra Evan, uomo dal passato anch'egli sofferto, ma dal fascino tenebroso ed eroico, il quale fa parte da tempo dell'Ordine del Salice, organizzazione a caccia di streghe.
Tutto si innesca in questa breve trama, che sarebbe sicuramente potuta diventare anche un bel romanzo storico dalle vene delicatamente erotiche e sensuali.
Un uomo e una donna che cercheranno di affrontare il loro triste passato faccia a faccia per riuscire a superarlo insieme grazie al sentimento che è nato fra loro. Una cover esaltante e romantica, perfetta in tutti i particolari e un titolo davvero dolce e magnetico.
Consiglio questa lettura a chi ama i brevi racconti a sfondo storico, dove un valido intreccio si mescola bene a corsetti slacciati dalla passione di uno sguardo tenebroso e indulgente.

Recensione LE DONNE DIMENTICATE DI VIA CATALANA Ugo Sestieri

LE DONNE DIMENTICATE DI VIA CATALANA
Ugo Sestieri
http://www.autoriebook.com/
 DESCRIZIONE:
Nell'Italia del 1944, martoriata dal fascismo e dalla guerra, sei donne diverse per cultura, stato sociale, scelte di vita, ideologia combattono insieme contro due terribili nemici: il nazifascismo e la mentalità maschile imperante. Quest’ultima non accetta la presa di coscienza di donne che hanno compreso il vero significato di parole come uguaglianza, indipendenza, autonomia.
Assiotea, Teano, Maria l’Ebrea, Trotula, Ildegarda, Mileva, Rosa Luxemburg: questi i loro nomi, che sono i nomi di eroine del passato, donne coraggiose ma dimenticate dalla storia a cui le nostre protagoniste cercano di restituire la gloria dovuta. Rinchiuse da mesi in un claustrofobico scantinato tra ricordi, relazioni interpersonali, passioni e dubbi sui loro ruoli, cercano di riappropriarsi della loro identità negata e di essere padrone delle propria vita e delle proprie scelte, dedicandosi ad una pericolosa missione.
Ed ecco arrivare, il 29 gennaio 1944, la resa dei conti...
RECENSIONE A CURA DI VITTORIO DE AGRO'
Siamo un mondo maschilista, inutile girarci intorno. Al massimo concediamo alle donne il vecchio proverbio” Dietro un Grande Uomo c’è sempre una grande Donna”. Già sempre e comunque dietro. Eppure le donne qualunque cosa facciano sono sempre più bravi di noi. Solo che la storia fa finta di dimenticarsene o probabilmente chi la scrive sono quasi gli uomini. Ricordiamo per lo più figure di eroi, guerrieri , scrittori, inventori,playboy pensando agli uomini. Siamo nel 2015 ma restiamo sempre nell’animo dei cavernicoli. Domani sarà il 25 Aprile festeggeremo il 70 anniversario della Liberazione dal nazifascismo e in molte città d’Italia sfileranno vecchi e orgogliosi partigiani con le loro bandiere, medaglie e soprattutto ricordi. Già perché la guerra è cosa di uomini giusto? Sbagliato, se oggi l’Italia è un Paese libero dobbiamo ringraziare e rendere omaggio a tante donne che decisero di combattere affianco ai loro padri, fratelli, amanti contro i fascisti e nazisti. Eppure anche tra gli stessi partigiani se ne parla poco, come se si volesse sminuire il supporto e il ruolo delle donne partigiane. Un vuoto che l’autore Ugo Sestieri ha voluto colmare con il suo romanzo storico portando il lettore indietro nel tempo e facendoci vivere forse il periodo più tragico e turbolento della nostra storia ovvero la resistenza dopo che l’Italia si ritrovo divisa in due tra Alleati e fedeli alla Repubblica di sociale. Sestieri non ci parla di guerra , di battaglie e di missioni segrete, ma preferisce puntare l’attenzione del lettore su un casa di Roma, o meglio in uno scantinato dove sono riunite un gruppo di donne, diverse tra loro per stato sociale, carattere e personalità ma unite nel desiderio di fermare la dittatura fascista. Donne che hanno un passato turbolento, difficile fatto di sacrifici, rinunce e sottomissione all’uomo perché in quella società non c’erano alternative. Eppure hanno deciso di riunirsi e formare un gruppo d’azione chiamato”Assiotea” e di darsi dei sopranomi ispirati alle Donne del passato che con i loro talenti, intelligenze e coraggio hanno cambiato il mondo e nonostante tutto sono cadute nel dimenticatoio Un libro che può essere definito un omaggio alle Donne , alla loro bellezza e coraggio. Lo stile di Sesteri è asciutto, semplice, diretto, forse in alcuni momenti può risultare un po’ retorico e prevedibile,ma riuscendo comunque a dare alle sue protagoniste spessore e forza emotiva Sembra di leggere un testo teatrale in cu sono esaltati gli spazi limitati e angusti, dialoghi scarni e forse accentuata oltremodo la staticità narrativa rendendo il ritmo non sempre vivace e avvolgente. Nel finale però finalmente come in ogni storia eroica parte l’azione aumentando il pathos e l’interesse e invogliando alla lettura regalando emozioni e commozione invitandoci a ricordare le partigiane abbiano contribuito alla nostra liberazione e che come ancora oggi il ruolo della donna non sia centrale come meriterebbe.

Presentazione Iridium (#2 St. Jillian Saga)di Chiara B. D’Oria & Marika Cavaletto

C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui ci si trova davanti a una scelta.
Cosa fare. Dove andare. Chi abbandonare.
C’è un momento nella vita di ognuno di noi in cui non si può più scegliere. Ed è in quel preciso momento che il Destino comincia a giocare.
Titolo: Iridium (#2 St. Jillian Saga)
Autrici: Chiara B. D’Oria & Marika Cavaletto
Genere: Paranormal Romance
Codice ISBN: 9786050361407
Casa Editrice: Self-Publishing
Data di pubblicazione: 07 marzo 2015
Prezzo: 2.99 euro
Formato: Ebook e cartaceo (prossimamente)
Pagine: 349 (eBook) e 545 (cartaceo)
Contatti:
Account Twitter: @Lithium_Saga
Blog della saga: http://www.stjilliansaga.blogspot.it
"Essere un cacciatore comporta l’abbandonare la tua vita perché quella degli altri, quella di coloro che devi salvare, è più importante. Essere cacciatore comporta scordarsi di se stessi e perdersi tra il sangue e le battaglie, aspettando con paura e speranza il giorno seguente. [...]
È un mondo difficile quello che ci circonda e noi forse lo sappiamo fin troppo bene. Vieni travolto, scaraventato, schiacciato dalle responsabilità che questo incarico comporta e ben presto arriverà il momento in cui ti chiederai il perché. Perché proprio a me? E non avrai una risposta. Una risposta non c’è."

In questo nuovo capitolo della St. Jillian Saga, i nostri protagonisti si troveranno ad affrontare ciò che hanno sempre temuto: la consapevolezza che la Morte ci cambia nel profondo e che l’Amore non è un’àncora di salvezza, ma il peso che ti affonda.
Mentre la guerra fra vampiri, lican e Cacciatori diventa sempre più violenta, una Profezia avrà il potere di cambiarne le sorti. Ma il Destino, questa volta, chi pretenderà in cambio?

Presentazione Il nostro gioco “Sogni sospesi”di Ilaria Pasqua

Il nostro gioco
“Sogni sospesi”
“Devo portarla via di qui” è l’unico pensiero che Davide ha in mente mentre corre via dal ghetto insieme a sua sorella Flaminia, di cinque anni.
È la mattina del 16 ottobre 1943 e i due ragazzini sono rimasti soli in una Roma che non riconoscono più. I tedeschi hanno preso in mano le redini della città, e loro non sanno dove rifugiarsi per sfuggirgli.
Davide porta avanti il gioco iniziato dai loro genitori per impedire alla bambina di capire cosa sta succedendo. E così farà anche Enrico, un ragazzino dei quartieri ricchi che li nasconde in casa sua rischiando molto. Nonostante una prima iniziale diffidenza nascerà una bellissima amicizia che li salverà da un destino orribile. Continueranno a giocare tutti insieme, trascinati dai sogni magnifici di Flaminia, fino a quando non finirà la guerra, fino a quando non sfiorirà del tutto l’infanzia.
Genere: narrativa
Editore: Leucotea Edizioni
Pagine: 125
Formato: cartaceo (e disponibile anche in digitale)
Uscita: 17 marzo 2015
Feltrinelli: http://bit.ly/1DeFikC
Libreria universitaria: http://bit.ly/1Ctyr1y
Libreria Rizzoli: http://bit.ly/1aFBNJr
Presto sarà disponibile in tutti gli store

Estratto:
CAPITOLO I
«Corri! Corri!» Urlai a Flaminia che continuava a rallentare, non riuscii a trattenermi, non riuscivo a stare al gioco. Avevo troppa paura che ci prendessero. Poi mi voltai verso mia sorella e vidi il suo volto contratto dai dubbi, la bocca storta come se stesse per piangere. E allora mi fermai e iniziai a ridere a crepapelle, «che faccia scema» le sussurrai alle orecchie stringendo il pacchetto che avevo raccolto dietro il divano, era lì da giorni, «non vuoi vincere? Se non corri lo farò io!» Dissi lasciandola andare, sulla sua faccia comparve di nuovo il sorriso, strinse i pugnetti e corse non per paura di essere catturata, come facevo io, ma solo per battere suo fratello. Solo per tagliare il traguardo per prima. Ricordo i suoi codini rimbalzarle sulla testa, nostra madre mentre li stringeva con attenzione perché sapeva che in dieci minuti, con la sua esuberanza, avrebbe finito per scioglierli. Ma li faceva comunque, ogni mattina.
Ogni giorno fingeva, compresi solo in quel momento, aveva paura quanto noi eppure sorrideva sempre. Così feci lo stesso anche io e continuai ad incitare mia sorella col sorriso sulle labbra.
Era il 16 ottobre del 1943, il giorno preciso in cui la mia famiglia venne distrutta.

Biografia:
Ilaria Pasqua nasce a Roma e si laurea alla magistrale del Dams. Da sempre coltiva la passione per il cinema e la letteratura, ma anche per la scrittura che ha il tempo di approfondire durante gli anni dell’università. Da quando ha ricevuto il primo sì e ha capito che poteva davvero scrivere non solo per se stessa non si è più fermata.
Ha messo in piedi un sito internet con un blog in cui si diverte a pubblicare recensioni e cerca di dare voce a tutte le idee che la braccano.
“Il bambino nascosto nel buio”, il suo primo romanzo, è in pubblicazione con La Ponga Edizioni, “Le tre lune di Panopticon – Anime Prigioniere” è uscito a maggio 2014 per Lettere Animate Editore che ha pubblicato anche il racconto “Quel sigaro” nell’antologia “Aquarium”. Con Nativi Digitali Edizioni ha pubblicato invece i primi due volumi della trilogia “Il giardino degli aranci” (“Il Mondo di Nebbia” e “Il Mondo del Bosco”), e il racconto “You Make Me Feel So Young” nell’antologia “Musica in Lettere”.  Con il racconto "Drago da Taschino" ha vinto il concorso "Occhi di drago", tenuto dalla Gainsworth Publishing che l'ha inserito in un'antologia digitale uscita  il 27 febbraio 2015.
Infine il 17 marzo 2015 il romanzo di ambientazione storica "Il nostro gioco" è stato pubblicato dalla Leucotea Edizioni.

Website: www.ilariapasqua.net/
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/ilariapasquascrittrice
Facebook: www.facebook.com/IlariaPasqua.scrittrice
Twitter: https://twitter.com/IlariaPasqua_au
Google+: https://plus.google.com/u/0/110300889162682255867/posts
Pinterest: http://www.pinterest.com/ilariapasqua/
Goodreads: https://www.goodreads.com/author/show/7086842.Ilaria_Pasqua

venerdì 24 aprile 2015

Presentazione "A Time for Love. Un Tempo per Amare" di Chiara Mineo

Buonasera. Vi presento Chiara Mineo e il suo ottavo romanzo "A Time for Love. Un Tempo per Amare", genere sentimentale/storico 
A Time For Love: Un Tempo per Amare
Chiara Mineo (Autore)
Genere: Sentimentale/ storico
Prezzo Kindle:  EUR 2,78
Sinossi
24 Giugno 1929. Elena, una bambina dolce e spensierata, è finalmente giunta al suo decimo compleanno e non vede l’ora di festeggiarlo, ma quel giorno la sua vita è destinata a cambiare per sempre. Nei pressi del Colosseo, dove tutto sembra immortale, Elena viene rapita da due misteriosi uomini, dallo strano accento. Quella mattina Elena compiva dieci anni, ma quella stessa mattina perdeva tutto: l’amico Marco, la famiglia… la sua vita. Elena, improvvisamente, non è più una bambina, ma una detenuta del campo tedesco. Impara a lottare, ad obbedire, a sopravvivere. Dove Elena ha perso la sua identità passando a Helen Krämer, dove tutti perdono la loro umanità, lei non può far altro che sperare. Dove regna la miseria e la violenza Helen trova l’unico filo di ragnatela in grado di garantirle la libertà. Può decidere di rimanere nel campo e di morire o di diventare assistente medico per l’esercito tedesco. È il 2 Novembre 1939, la festa dei morti, quando Helen si ritrova in mezzo la guerra. Nella città di Danzica, dove tutto ha inizio e fine, Helen incontra Ethan, giovane capitano dell’esercito tedesco. Helen non sa dove ha già visto occhi tanto verdi, del colore della giada, poiché il campo le ha strappato persino i ricordi. Ogni volta che Ethan le mostra un briciolo di umanità e di sentimento, lei è costretta a fare un passo indietro. Un fardello troppo grande pesa sul suo cuore, un segreto da nascondere al bellissimo capitano: un codice di detenzione tatuato sopra il seno sinistro. 
Mentre una feroce guerra investe tutto il mondo, la dolce Helen e il coraggioso Ethan non possono far altro che sperare, imparare a riconoscersi… imparare ad amarsi. 
Sperare, lottare e vivere sono le tre regole fondamentali di chi vive la guerra. Sperare in un futuro migliore. Lottare per sopravvivere. Vivere per avere la pace. 

Presentazione "Reborn" di Miriam Mastrovito

Ciao a tutti. Stasera vi presento  un libro New Gothic intitolato "Reborn" di Miriam Mastrovito
Titolo: Reborn
Autrice: Miriam Mastrovito
Genere: New Gothic
Editore: youcanprint
Pagine: 294
Cartaceo: 16,90
Ebook: 2,99
Link Amazon: Amazon 
Link Kobo:
Per contattare l’autrice: miriammas@alice.it
Pagina Facebook: 
Blog dedicato al romanzo:
Il booktrailer:

Una bambina venuta dal passato.
Una madre in lutto.
Un folle eroe romantico.
Un cocchiere dall’occhio di vetro.
Una storia d’Amore e Morte che vi condurrà al confine tra i mondi.

Descrizione:
Da quando ha perso il marito Andrea e la figlia Martina in un incidente stradale, Elga non è più la stessa.  Si è isolata dal mondo e vive di ricordi. Il suo unico diversivo è rappresentato dalle bambole reborn che crea per mestiere. 
Il 9 settembre 2013, giorno in cui Martina avrebbe compiuto dieci anni, Elga realizza per lei una bambola, come avrebbe fatto se fosse stata ancora viva. A sera, la sistema nella cameretta, che ha lasciato intatta dal giorno della sua morte, celebrando così quella ricorrenza speciale.
La mattina dopo viene accolta da una strana sorpresa: una bambina che non conosce si è intrufolata in casa. Sembra avere la stessa età di sua figlia ma non le somiglia per niente. 
Rea − questo il suo nome − sostiene, invece, che Elga sia proprio la sua mamma ed è la stessa cosa che affermano tutti in paese.
Quale la verità?
Per scoprirla la donna potrà contare solo su Iuri, giovane impiegato delle Onoranze funebri nonché stalker che da tempo la tormenta. 
Sarà l’inizio di uno strano viaggio che la condurrà al confine tra i  mondi, lì dove regna il mistero e la Morte non è che l’inizio di una vita oltre.
L’autrice:
Miriam Mastrovito (Gioia del Colle, 1973).
Laureata in filosofia, è blogger per passione e da qualche anno lavora come editor freelance. Da sempre coltiva una forte passione per la scrittura e i mondi fantastici. Ha vinto svariati premi, ha collaborato con diversi siti dedicati ai libri e web magazine ed è stata giurata in vari concorsi letterari. Attualmente gestisce i lit-blog Il flauto di Pan (http://il-flauto-di-pan.blogspot.it/) e Leggere è magia (http://miriam-mastrovito.blogspot.it/).
È autrice di diversi romanzi tra cui Il Mendicante di sogni (La penna blu edizioni), Il mistero dei libri perduti (Zero91) e Reborn (produzione indipendente).

mercoledì 22 aprile 2015

Recensione "Reincarnazione" Verdiana Clio

Autore: Clio Verdiana
Prezzo: € 12,00
Categoria: Narrativa
Anno 2014, Pagine: 220 
Pagina fb autrice
Link acquisto casa editrice
http://www.kimerik.it/SchedaProdotto.asp?Id=1607 

Trama
Chi siamo noi? Quella che stiamo vivendo è davvero la nostra prima esperienza su questa terra? O siamo il prodotto di molteplici esistenze, frutto di ciò che siamo stati in passato e del modo in cui abbiamo reagito alle avversità della vita? Questi gli interrogativi che inevitabilmente assillano durante la lettura del romanzo. Le vite dei suoi protagonisti, infatti, sono il risultato di un passato più o meno lontano, le cui conseguenze graveranno su di loro fino alla fine dei loro giorni. L'autrice narra la vicenda di Asia ed Eros, del loro amore flagellato e allo stesso modo, a tempo debito, ricompensato dal destino. 
RECENSIONE A CURA DI FRANCESCA GHIRIBELLI PER IL BLOG IL RUMORE DEI LIBRI

Definisco questo libro un diamante raro e pregiato fra i tanti autori emergenti esistenti e che ho letto finora.
Una storia romantica, quasi una fiaba 'da mille e una notte' che diviene romanzo indimenticabile e senza tempo.
All'inizio tutto appare come una storia normale, quella di Asia, una ragazza seria e dedita al suo lavoro, alle prese con un capo un po' 'dongiovanni' e desiderosa di mettere fino al rapporto con il suo (ormai per lei) ex fidanzato Furio.
Ecco, però che la trama si infittisce diventando una sorta di psico-thriller alle prese con uno stalker che perseguita la nostra protagonista senza fine.
In quel momento arriva nella vicenda il suo 'angelo custode', un investigatore bello e dall'animo speciale di nome Eros che cercherà di proteggerla fino alla fine.
Ce la farà a trarre in salvo la sua amata ed entrambi godranno di quella ambita felicità coniugale?
Tutto sta nella chiave di lettura del lettore, già, perché questo non è un romanzo come tutti gli altri: è la storia di chi crede nell'immortalità di due anime gemelle destinate a vivere insieme oltre la morte.
Da una pagina all'altra passiamo attraverso uno stile coinvolgente e scorrevole fino all'atteso finale, ma giungeremo anche a tante testimonianze riferibili la reincarnazione, partendo dalla stessa vicenda centrale dei due protagonisti.
Asia ed Eros non sono altro che loro stessi o la reincarnazione di due anime già vissute addirittura nell'antico Egitto?
Chi lo sa! La vita è imprevedibile e nonostante la credenza della reincarnazione faccia parte soprattutto di una dottrina buddista, anche la sottoscritta in fondo ha sempre creduto in certe cose, pur essendo di religione cristiana e cattolica.
Sì, in fondo sono due filosofie religiose tanto distanti quanto vicine per la consapevolezza che nessuno di noi sia tanto pessimista da credere che tutto finisca con la morte.
Una trama di grande creatività, ma soprattutto diventa un sentiero che conduce verso la sana speranza di un amore infinito e autentico. Quello di cui oggi abbiamo sempre più bisogno.
Ho scoperto tramite alcune note dell'autrice che esistono persone predisposte anche con un breve sonno a poter ricostruire le immagini delle tante vite precedenti vissute.
Già, sono tantissime, e ho appreso che se la vita di una persona è stata molto tormentata, allora l'anima impiegherà meno tempo a reincarnarsi in un altro corpo e in una nuova ambientazione. 
Ma ogni persona dovrà pagare i suoi debiti karmici in ogni tipo di vita che vivrà.
Mi ha entusiasmato l'idea di sapere che ognuno di noi potrebbe aver vissuto tante vite per ogni epoca esistente.
Consiglio vivamente questa lettura a ogni lettore interessato a questo tema, a chi adora le storie d'amore dal sapore immortale e anche a chi non ci ha mai creduto, perché forse sarà la volta buona in cui potrà ricredersi.

Recensione "Abelis" di M. Leonardi

Abelis di M. Leonardi, Lindau editore 

Abelis e’ un romanzo fansasy ambientato in un’epoca senza tempo, presumibilmente nel Medioevo. Protagonista del racconto è un bambino, Abelis appunto, che viene catturato – per sfruttare i suoi poteri ereditati dal re, suo padre Blennenort- dal crudele Ciambellano. Costui ha imposto una dura dittatura nel paese di Arileva dove si erge un imponente ed oscuro castello. In questo scenario sinistro, operano cavalieri la cui pelle è stata sostituita dal metallo delle corazze. Ciò è stato possibile grazie alla magia del saggio Messer Ferriere. Tutto il sistema di Arileva si regge sulla convinzione che i draghi - che volteggiano nel cielo e a volte mietono vittime tra la popolazione - siano dei mostri, incarnazioni del male assoluto da combattere ed allontanare ad ogni costo per garantire pace e tranquillità a tutti. A tale sistema si ribella Lutet, la madre di Abelis, e anche suo figlio: entrambi, infatti, sono convinti che i draghi non siano mostri ma semplici animali con i quali si può imparare a convivere perché «amare è decidere di esistere»

Lo scrittore Mauro Leonardi - che è anche un sacerdote - tiene anche un frequentato blog che sia chiama Come Gesù: http://mauroleonardi.it
RECENSIONE A CURA DI VITTORIO DE AGRO'
La paura del diverso, l’ignoranza e il pregiudizio sono spesso la base stessa sui cui molti politici costruiscono il proprio consenso e potere. Ciò che non si conosce viene visto come un nemico e contro di esso possono nascere inutili guerre. Amare chi è diverso da te è quasi una utopia, nonostante sia la base di qualsiasi religione e credenza. Una tale utopia che ha spinto l’autore Mauro Leonardi a scrivere un romanzo fantasy atipico in cui è difficile stabilire chi siano i buoni e chi i cattivi nel magico mondo di Arileva. Arileva è un regno governato dall’ambizioso e avido Ciambellano che con la scusa di proteggere e garantire la pace del il popolo è disposto a sconvolgere le regole non scritte della natura mutando gli equilibri della Natura. Per il Ciambellano bisogna sconfiggere e uccidere tutti i draghi considerati mostri senza scrupoli e con l’aiuto di Messer Ferriere ha trovato la formula per trasformare gli uomini in cavalieri con l’armatura al posto della pelle. Una formula nata dai poteri che ogni Re di Arileva possiede e che viene così adoperata per creare un esercito di soldati senza anima,passato e solo pronti e determinati a combattere. Il potere dei Cavalieri deriva dal Re Blennenort,lui stesso trasformato in un cavaliere, e affinchè tutto rimanga così,è necessario che alla sua morte ci sia già un successore, nella figura del giovane figlio Abelis. Abelis è anche figlio però della bella e pacifista( diremmo noi oggi) Lutet che rifiutando di assecondare i piani del Ciambellano e di Messer Ferriere, è scappata anni prima da Arileva per salvare il figlio dal suo “amaro” destino. 

Nonostante la fuga e l’isolamento, Abelis viene rintracciato dalle guardie e condotto al castello affinchè venga trasformato in cavaliere quanto prima, sebbene sia ancora un bambino. Messer Ferriere che lentamente comincia a dubitare delle idee e del modo di governare del Ciambellano non vuole sottoporre Abelis al rischio e al dolore della trasformazione se ciò non avviene nella totale simbiosi tra il cuore e mente della persona e la stessa armatura. E per ottenere tale simbiosi è necessario conoscere bene la persona e i suoi maggiori e intimi pensieri così Ferriere decide che sia lo stesso Blennenort ad addestrare Abelis, facendo nascere tra i due un vero e autentico rapporto tra padre e figlio, mentre Messer lascerà il castello cercando aiuto e conforto in Lutet. La donna , nonostante il tempo, si conferma una persona invasa dall’amore e dalla convinzione che i draghi non siano mostri da uccidere, ma esseri viventi come gli uomini da rispettare e amare e così con l’aiuto di Ferriere elaborano un rischioso piano per porre fine alla drammatica e tragica guerra e soprattutto di spezzare il sortilegio dei cavalieri. “Abelis” è un romanzo atipico. come ho scritto prima, perché sebbene presentato come un fantasy in vero potrebbe essere inserito nel genere romance . Sono presentati diversi e differenti tipi di amori: amore materno, amore per il potere,amore filiale, amore per il prossimo e soprattutto amore che nasce quando si forma una coppia e poi una famiglia L’amore declinato nelle diverse sfumature e collocato in un ambientazione insolita perché in fondo questo sentimento porta con sé qualcosa di magico e unico.

 Amore,Magia e Guerra, si mescolano e si alternano sulla scena creando un testo interessante, ben scritto,ma non sempre avvolgente e dal ritmo costante. Il lettore fatica un po’ ad entrare nel mondo di Arileva e a comprendere fino in fondo le filosofiche e spirituali tematiche. La struttura narrativa sebbene particolare e creativa, non risulta frizzante, accattivante fino in fondo. La lettura risulta non sempre fluida forse per lo stile molto curato e dotto dell’autore penalizzando in parte il lettore poco abituato a un codesto linguaggio in un fantasy. Il finale di Abelis anche se forzatamente a lieto fine nel complesso piace portando il lettore a pensare che in ogni epoca e mondo, la forza dell’amore abbia la meglio su tutto ,perché amare è vita.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...