Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

martedì 22 dicembre 2015

Presentazione "Il Fiore: Sesso potere e malaffare" di Federico Mastromauro

Ciao a tutti. Vi presento  Il Fiore: Sesso potere e malaffare di Federico Mastromauro un contemporary romance sul sesso, potere e malaffare.
Titolo: Il Fiore: Sesso potere e malaffare.
Autore: Federico Mastromauro
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance
Prezzo Ebook: EUR 0.99
Amazon

Un ragazzo cresciuto col codice della mala. Una baby gang che diventa la sua nuova famiglia. Una potente organizzazione camorrista determinata a mettere le mani sulla Puglia. Una storia a tinte forti che, fra giochi di potere, traffici illeciti, eros e violenza, racconta la guerra fra clan, ma anche la voglia di redimersi. Da premettere che il romanzo è curato da un editing professionale. L'autore ha scelto di utilizzare uno pseudonimo per tutelare la propria incolumità.
Miky il protagonista del mio romanzo è un adolescente che vive gli anni ottanta della globalizzazione e dei traffici di sigarette e la nascita della quarta mafia la Sacra Madre Assunta in Puglia. La situazione della criminalità in cui perversava la città di Castello dove  vive ha delle ripercussioni su di lui e i suoi amici. Per sfuggire alle brutali immagini domestiche, forse per dimenticare la mamma percossa dal padre, elegge la strada a sua nuova casa e i suoi amici, Savio, Angelo, Rino alias Mozzicone e Stefano, diventano la sua nuova famiglia. Con loro comincia a fumare erba e poi a rubare auto e poi a fare rapine e poi ancora a spacciare. E s’innamora, prima di Maria, poi di Marika dove gli approcci erotici si spingono al di là della prima relazione amorosa, esercitando sulle sue
giovani amanti il fascino della strada che travolge chiunque incontra sul suo percorso; mentre la sua amata regione muta i connotati presa d’ assalto dalle organizzazioni mafiose campane e calabresi che dirottano i loro traffici sulle coste della Puglia, sulle coste di quella che era l’ isola felix. Sullo sfondo, si svolgono le vicende del latitante Pietro Sommo, detto ‘o professor, che vuole espandere la NMO in Puglia. Dopo la conferenza tenutasi all’Hotel Floridan, si riesce a imporre nel foggiano, ma gli altri clan pugliesi non tollerano affatto la presenza della camorra campana nel loro territorio. A seguito di sovraffollamenti delle carceri campane e contrasti  per l’ ascesa di don Pietro Sommo, i campani vengono trasferiti nelle carceri Pugliesi dove importano i loro ideali. Una parte della regione, quella salentina si oppone fondando una famiglia mafiosa che si contrasta alla camorra, organizzando tutti i criminali pugliesi. La storia che narrò racconta la Puglia del banditismo e dei contrabbandieri di carne che per necessità, per  difesa dai soprusi campani, diventa terra di trafficanti e mafiosi. La storia e basata e ispirata ad eventi realmente accaduti, le scene violente sono scritte con uno stile crudo e realistico. Questo romanzo non è solo il classico noir, è scritto da ogni punto di vista e vizio più perverso che la strada offre accattivante. Le relazioni sentimentali tra i protagonisti si spingono fino all’ erotico, senza tralasciare particolari sulla vita dei personaggi raccontandone vizi perversioni e tradimenti. Il romanzo e composto da sette storie di paesi diversi del meridione, intreccio inevitabile dettato dalle ricerche e dalla realtà della storia. I napoletani a seguito delle minacce rivolte allo stato subiscono ritorsioni perdendo il controllo sulla Campania e quindi ritirandosi danno campo libero alla giovane mafia pugliese. Sullo sfondo della storia di Miky si racconta dei due clan del suo paese che si contengono il controllo sul mattone e sul mercato della droga. Nella parte finale la organizzazione fondata in Puglia evolve con successo superando di gran lunga, staccandosi dalle altre organizzazione. Divergenze di carattere familiare e di decisioni da prendere se spacciare o no l’ eroina sul mercato, danno il via a delle faide interne facilitando il lavoro delle forze dell’ ordine. Il finale e pieno di colpi di scena che mostra l’ autodistruzione dell’ organizzazione, tra le riflessioni del protagonista che incontrerà in carcere alcuni degli esponenti dei vertici.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...