Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 20 agosto 2015

Recensione "Le ossa del lago" di Rosalba Vangelista

Titolo: Le ossa del lago
Autore: Rosalba Vangelista
Prezzo: Euro 11,50 (cartaceo) – Euro 1,49 (ebook)
Pagine: 140
Casa Editrice: Self Publishing
Link per l’acquisto: 
TRAMA
Ci sono segreti che solo la profondità dell’acqua può nascondere…
Misterioso, delicato, ed a tratti evocativo nonostante la durezza del tema trattato (l’ omicidio di un bambino) Le ossa del lago e’ un romanzo thriller diverso dal suo genere, dove lo sviluppo della psiche dei suoi protagonisti si scontra con la crudeltà degli avvenimenti della loro vita, facendoci riflettere, profondamente, tra le righe della sua storia, sulle fragilità, le paure, le inquietudini dell’animo umano.
E’ una notte di mezza estate quando Jude, una giovane mamma, si suicida sulla riva del lago Silver Lake nel New Hampshire.
In quello stesso lago un mese e mezzo prima viene ritrovato il corpicino senza vita del suo bambino, Marcos, ucciso da un’assassino che non ha ancora un nome.
Al ritrovamento del piccolo partecipa anche Kate, novella poliziotta da poco trasferitasi a Silver Lake da Atlanta.
Kate e’ nuova del posto ma non riesce ad accettare l’ingiustizia subita dal piccolo, vuole dare un nome al suo assassino, e forse, vuole anche far pace con se stessa, anche a costo di riaprire ferite e segreti nascosti tra le sponde ed i verdi alberi del lago d’argento…
Lo spaccato di una tranquilla cittadina statunitense visto dagli occhi di Kate, uno sguardo di sofferenza che rispecchia quello dei suoi protagonisti, e che mette a fuoco timori reconditi, pregiudizi e segreti, coi quali, emersi come incubi, ciascuno deve fare i conti. Una “terribile normalità” del territorio fa da contrappeso alla spaventosa soluzione che sta dietro a questo romanzo criminale.
RECENSIONE A CURA DI FRANCESCA GHIRIBELLI

Come è già risaputo per farmi piacere un thriller o un giallo ci vogliono tanti ingredienti essenziali ben dosati insieme che rendano il tutto scorrevole e accattivante: questo libro ci è riuscito pienamente.
Spesso quando giravo pagina, mi chiedevo se fosse stato davvero scritto da una scrittrice emergente italiana, perché alla fine ho ritrovato molto del buon stile dei veri romanzi stranieri. E' anche ambientato negli States.
Ottima trama, per nulla scontata fino alla fine e soprattutto un risvolto affascinante che attraverso la pacata e apparente tranquillità del lago protagonista, tiene attaccato il lettore fino all'ultima pagina in uno stato di cardiopalma e pathos.
Il libro ha al centro il tragico omicidio di un bambino di nome Marcos, di soli cinque anni, del cui corpo sono rimaste soltanto le ossa ritrovate in fondo al lago di Silver Lake, nel New Hampshire. 
Da lì tutto prende effetto, perché vi sarà il successivo suicidio di Jude, la madre del bambino. 
Eccellente la creazione della figura di Kate Anderson, una donna dedita al suo lavoro di poliziotta, ma sempre profondamente legata al lato umano e profondo delle cose.
Per questo giurerà sulla tomba di entrambe le vittime di portare a galla la verità.
In nome anche del suo stesso passato doloroso e burrascoso,perchè ha lasciato la città di Atlanta per sfuggire ai fantasmi del tempo.
Qualcosa che la accomuna al dolore del gesto di Jude per la morte del suo bambino.
Ad accompagnare il tutto anche il simpatico personaggio dai toni affascinanti di Steve Wolf, compagno di squadra di Kate.
Gli indizi mano a mano prenderanno forma fino ad analizzare anche molti altri personaggi del vicinato come il signor Patterson e la dolce anziana McDuder: entrambi figure di buon calibro per tutta la storia e dalle linee originali.
Consiglio questo breve thriller a chi ama il genere e a chi vuole finalmente conoscere una penna italiana che non ha niente da invidiare ai grandi romanzieri stranieri.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...