Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

domenica 21 giugno 2015

Recensione Tutto l'amore della Luna di Manuela Battistelli

Tutto l'amore della Luna
Manuela Battistelli
Visualizza questa vetrina autore
Copertina morbida, 479 Pagine          
Prezzo €17,72

Elisa Teillard , 25 anni, è una laureanda al DAMS nel corso di laurea CINEMA e ARTI DELLA VISIONE. Vive in affitto in una casa nel quartiere Prati, dividendo le spese con la padrona dell’appartamento, una donna di circa 10 anni più grande di lei, Flavia, che in virtù di questa convivenza è divenuta la sua migliore amica. Quest’ultima è reduce da un matrimonio fallito ma nonostante tutto cerca di riprendere in mano la sua vita. Elisa scrive gli ultimi capitoli della sua tesi mentre prepara l’ultimo esame da dare prima della laurea. Per guadagnarsi da vivere, nel pomeriggio lavora in un piccolo bar di Piazza Mazzini, dopo le lezioni all’università. La luna è la figura ricorrente di tutta la sua vita Ha accompagnato tutti gli eventi significativi sia in positivo che in negativo del suo vissuto a partire dal giorno della sua nascita: Lunedì. La luna le si manifesta in tutte le forme, ed è proprio per questo che la ragazza ha deciso di tatuarsela sul fianco destro. Elisa considera l’astro come una sorta di simbolo che illumina e influenza in parte il destino degli esseri umani. Durante le esperienze della sua vita si chiede che senso hanno le coincidenze, se tutto è da imputare al caso oppure le azioni del corpo e dello spirito sono causa e conseguenza di altre azioni così come le persone che incontriamo. Elisa ha incontrato tantissime persone e ognuna di loro ha portato e continua a portare sempre qualcosa di utile, nel bene o nel male, per il proseguimento della suo cammino; un nuovo anello nella catena che si lega al vissuto precedente creando le situazioni per le azioni future. E’ in tutto questo che la luna può influenzare il percorso già scritto, magari deviando le strade per farci incontrare altre persone e farci vedere e comprendere cose che in un primo momento non vogliamo o non possiamo vedere. Elisa cerca di ricostruire giorno per giorno il filo della sua vita e dare un senso agli eventi, vuole vedere fino a che punto il destino rappresenta la scaletta del film della nostra vita e come noi ne siamo gli sceneggiatori e la luna il regista che sa dare quel tocco in più. Una sorta di principio del karma che Elisa cerca di rielaborare in modo originale e veritiero e che le ha insegnato ad apprezzare la vita in tutte le sue sfumature, sorreggendola nei momenti di difficoltà. Le tante coincidenze della sua vita sono legate proprio a questo concetto e la ragazza quindi incentra sull’astro la storia a cui sta lavorando ormai da qualche mese. Il protagonista dialoga con la luna, raccontandole ogni singolo giorno ed ecco che in una sola notte la sua vita cambia di colpo. Gli eventi negativi e le persone che ha incontrato, sono stati comunque importanti. Il protagonista pur avendo perso l’amore della sua vita rinasce e continua a vivere traendo linfa da quell’incontro che gli ha squarciato il petto, per rendere la sua vita straordinariamente semplice e continuando ad inseguire i suoi sogni. Anche la vita di Elisa sta per cambiare. La ragazza lascia in un pomeriggio di ottobre, il ragazzo che credeva fosse perfetto, scendendo furibonda dalla sua auto e si siede piangendo, su un muricciolo sotto al Colosseo, a riflettere sul suo ennesimo fallimento. La ragazza nonostante tutto ha una personalità coriacea che a tratti è dirompente, costruita con fatica e superata la prima impasse sa reagire, come ha già fatto in passato con tutte le situazioni della sua vita, come il divorzio dei genitori, le amicizie sbagliate, le storie d’amore fallite, editori e produttori che hanno sfruttato le sue idee senza dargliene credito. 

Ogni giorno può cambiare in un istante, ogni persona può influenzare il corso della nostra vita, ogni gesto può servire il compimento di qualcosa che è già scritto, e non dovremmo cadere se a volte la vita non va come vorremmo.

Dopo settimane di urban fantasy, in questi due giorni ho avuto l’occasione, grazie all'autrice, di leggere un romanzo particolare. Particolare perchè? Perchè parla di come un avvenimento può cambiare l'esistenza di una persona. Del destino e di come noi lo creiamo.
Nel libro sono descritte le sensazioni e le emozioni della nascita di una storia d’amore che si intreccia con la nascita di uno spettacolo teatrale. Non sono raccontate soltanto le vicissitudini dei due protagonisti Marzio ed Elisa, ma anche di coloro che si muovono attorno a loro, le emozioni e i contrasti di una compagnia teatrale, l’ansia prima di entrare in scena, le regole di una compagnia teatrale e quelle di un set cinematografico che non conducono soltanto a paillets e lustrini del successo ma anche a scatti e flash di un mondo sommerso difficile e scaltro.

Un libro steso bene, una scrittura fluida e ben impostata. Un romanzo che si legge con piacere, colpiscono in particolare gli eventi e i dialoghi che fanno riflettere sulla psiche delle persone e sul nascondere le apparenze. Una storia semplice con un piccolo colpo di scena che ci sta a pennello. La storia di tanti personaggi che si intrecciano l'uno con l'altra senza sapere che quello è il loro destino. 
 e Mezzo

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...