Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 4 dicembre 2014

Recensione "Le Origini Della Notte" di Andrea Micalone

Titolo: Le Origini Della Notte
Serie: Il Tramonto Della Luna
Autore: Andrea Micalone
Editore: Autopubblicazione su Lulu.com
ISBN: 9781291909494
Link per il download diretto: http://goo.gl/cHsVE8

Cosa sono le strane creature avvistate tra i ghiacci dai cacciatori di pinguini? Dove sono finiti i seimila abitanti della cittadina di Bardumillar, ridente borgo ai piedi delle montagne? E soprattutto, chi è il ragazzo delle risaie dotato di incredibili poteri che la gente chiama il "Salvatore"? Da queste domande prende avvio il primo appassionante capitolo della saga che sta ridefinendo il fantasy classico. Tra battaglie campali e intrighi di potere, il "Tramonto della Luna" ha avuto inizio.
RECENSIONE A CURA DI VITTORIO DE AGRO' PER IL RUMORE DEI LIBRI
Miti e leggende esistono da sempre e nonostante il diffondersi delle religioni e il desiderio dell’uomo di trovare un qualche tipo di conforto nella fede, c’è una parte di noi che ama credere alla magia, ai regni fantastici, ai cavalieri e ai dragoni.

Difficile stabilire se questa passione per il fantasy derivi più da un desiderio di essere noi stessi eroi o perché troviamo più facile credere ai Draghi, elfi e nani che trascorrere la domenica in chiesa a pregare e confessarci

Eppure in questo filone della letteratura c’è anche spazio per il misticismo, per la fede in una religione dove però non si venera un Dio in particolare, ma l’idea di Forza e Onore.

Andrea Micalone con “Le origini della Notte” dà il suo contributo appassionato al genere, raccontandoci e descrivendoci un mondo dove convivono creature magiche e uomini divisi per razze e classi sociali. Un mondo diviso in vari regni dove ognuno ha il proprio ruolo e destino eppure su tutto e tutti aleggia un grave e imprevisto pericolo definito negli antichi testi come” l’Orondrost” il tramonto della luna e l’inizio della fine del mondo in cui le forze del Bene e del Male sarebbero chiamate a un drammatico scontro.

La leggenda aggiunge che esiste un “Prescelto”, un uomo destinato a salvare il mondo perchè possiede tutti i sei poteri disponibili in natura e soprattutto perchè conoscerà sia il bene che il male.

Il lettore potrebbe pensare che il “Prescelto” possa essere un cavaliere o un elfo, ma invece è Levar un semplice e povero ragazzo che vive in una risaia con i suoi genitori. Le sue doti vengono notate dal vecchio mago Ellendar che decide di prenderlo sotto la sua protezione per insegnarli gestire i suoi enormi poteri.

Ma mentre il mago e il ragazzo partono dalle paludi di Lymron per incominciare l’apprendistato, il regno dei Nani Grigi viene assalito da mostruose creature che uccidono e devastano ogni cosa nonostante i disperati tentativi di difesa da parte del Primo Generale degli uomini Airlos e di altri valorosi guerrieri.

La situazione precipita in maniera drammatica al punto da far convocare dal Re dei Nanni Grigi prima di morire in battaglia, dopo centotrentadue anni, i Patti Alti per stabilire tra i vari Re e Primi Ministri una comune difesa contro l’Oscura Minaccia soprattutto alla luce della rivelazione del Prescelto.

Il testo è scritto in maniera semplice e lineare e anche se l’intreccio narrativo richiama testi più famosi(Il Signore degli Anelli su tutti) peccando in originalità è comunque ben costruito e si fa leggere con facilità.

I vari personaggi sono presentati in maniera adeguata creando curiosità nel lettore.

Micalone riesce a dare alla storia ne complesso un buon ritmo partendo in modo lento per poi crescere man mano in intensità e forza costruendo così un riuscito finale aperto durante lo svolgimento dei Patti Alti che non può non incuriosire il lettore e spingerlo a leggere il seguito.


“Le Origini della notte” non sarà forse un testo innovativo e originale, ma può occupare con merito il suo spazio all’interno di questo genere, regalando al lettore avventura, amore e soprattutto colpi di scena.
 E MEZZO

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...