Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

venerdì 5 dicembre 2014

BlogTour ""Parigi, Amore e altri disastri" di Marta Savarino seconda tappa

Ciao a tutti. Ecco la seconda tappa del blogtour "Parigi, Amore e altri disastri" di Marta Savarino edito Genesis Publishing. Un romance tutto da scoprire.
Parigi, amore e altri disastri (Romance) 
 Marta Savarino (Autore) 
Prezzo Kindle: EUR 3,99
Nadia ha trent’anni, un lavoro impegnativo ma che le piace, una famiglia che le vuole bene e un problema: è innamorata del suo capo dal primo momento in cui l’ha visto e che ha respirato il suo profumo. Un giorno, però, decide di dare le dimissioni e allontanarsi da lui, Andrea. Ha già la lettera di licenziamento in mano pronta a essere consegnata quando l’uomo la sorprende invitandola a cena. Nadia accetta e finiscono con il passare la notte insieme. Quando al mattino si risvegliano nello stesso letto, Andrea la illude facendole credere di essere interessato ad avere una relazione con lei e le fa delle promesse che sa di non poter mantenere. Le dà un appuntamento a cui non si presenta e a questo punto Nadia, infuriata e sconvolta, dà davvero le dimissioni e lascia Torino per fuggire a Parigi dagli zii, dove è decisa a ricominciare una nuova vita lontana dal passato che l’ha ferita e, soprattutto, lontana da Andrea. Per uno strano scherzo del destino però i due si incontreranno proprio a Parigi. Andrea, nel rivedere Nadia, capisce di aver sbagliato ad abbandonarla in quel modo e farà di tutto per riconquistarne la fiducia ma soprattutto il cuore, anche se non sarà un’impresa facile: Nadia è paranoica, a volte folle, cinica, sarcastica e con un cervello che proprio non vuole saperne di spegnersi un secondo. Tuttavia, Nadia ha ancora il cuore a pezzi e superare la diffidenza nei confronti di Andrea sarà tutt’altro che facile!
LE TAPPE 
2° TAPPA: 5 dicembre - Il rumore dei libri http://ilrumoredeilibri.blogspot.it/
3° TAPPA: 9 dicembre - Gilly In Booksland http://gillyinbooksland.blogspot.it/
4° TAPPA: 11 dicembre - The Bibliophile Girl http://thebibliophilegirl.com/
5° TAPPA: 14 dicembre - Anima D'inchiostro http://erelneah.blogspot.it/

REGOLE DI PARTECIPAZIONE
- Diventare lettori fissi dei blog partecipanti.
- Commentare almeno tre tappe su cinque.
PREMIO
Il premio messo in palio per il Tour è una copia ebook gratuita del romanzo “Parigi, amore e altri disastri”.
VINCITORE
Il vincitore verrà estratto a sorte con un sito RANDOM fra i partecipanti che hanno rispettato tutte le regole. Il risultato sarà pubblicato sul blog della Casa Editrice: “Writing with Genesis Publishing”, il giorno successivo al termine dell’evento.

Luogo: Pont Alexandre III
Estratto:
Ho camminato, sì. Forse un po’ troppo e il sole sta tramontando. Non so quanti chilometri ho fatto ma ringrazio di avere delle scarpe comode ai piedi. Ora però sono stanca, stanca di pensare più che camminare. Sto attraversando il Pont Alexandre III, mi fermo, mi appoggio alla balaustra e osservo l’acqua della Senna che scorre sotto di me. Il riflesso del sole che tramonta dona alla superficie dell’acqua dei riflessi così belli, osservo il fiume come in cerca di risposte che però fanno molta fatica ad arrivare.
Sospiro, tanto per non smentirmi, e mi stringo nella giacca leggera, la temperatura è scesa e comincio a sentire freddo.
Sono in uno dei posti più famosi e romantici di Parigi, quante scene d’amore ho visto o letto ambientate proprio su questo ponte? Davvero un posto perfetto per una donna in crisi come me…
Ripesco il telefono dalla borsa. Non ci sono né messaggi né chiamate perse… da parte “sua”. Speravo forse che provasse a chiamarmi? Che stupida e patetica illusa sono diventata.
È tardi, sono troppo distante da dove ho parcheggiato la macchina e non prendo la metropolitana nemmeno se mi minacciano di morte. Meglio cercare un taxi e nel frattempo chiamo zia Carla per dirle che potrei tardare, a quest’ora sarà di certo impegnata ai fornelli.
«Non stai bene, Nadia. Si capisce dalla voce… Che è successo, dove sei?», mi chiede preoccupata. Sento rumore di pentole in sottofondo e sorrido immaginandola in cucina.
«Sto bene, zia. Sono sul Pont Alexandre III, adesso cerco un taxi», le dico ricominciando a camminare.
«No, non puoi fregare tua zia» protesta. «Rimani dove sei. Mando zio Serge e Angelica a prenderti. Non ti muovere.»
«Rimango qui?», domando e sento di volerle un gran bene. È così bello avere qualcuno che si preoccupa per me… In fondo cosa me ne faccio di un fidanzato? Andrea non mi vuole? Pierre non lo voglio io? Che si fottano, io ho la mia famiglia!
«Sì. Stai lì e non farti molestare da nessuno, chiaro?»
«Ti voglio bene zia», le dico.
«Anche io tesoro, a casa mi racconti tutto.»
Bene, non mi rimane che aspettare. Non ci sono posti per sedersi su questo ponte a differenza di altri ponti parigini ma sono stanca, comincio a sentire il risultato di tutti i chilometri percorsi oggi pomeriggio.

CURIOSITÀ: “Pont Alexandre III”
Il Pont Alexandre III, il Ponte Alessandro III di Parigi, è un ponte ad arco in stile Art Nouveau.
È uno dei ponti più belli di Parigi, e anche uno dei più importanti per posizione geografica, in quanto connette gli Champs-Élysées con Les Invalides e con la Tour Eiffel.
Il Ponte Alessandro III è lungo 160 metri e largo 40 metri, e presenta un arco alto 6 metri e quatto piloni monumentali, alle estremità, alti 17 metri; fu costruito principalmente con marmo e acciaio, grazie al progetto degli architetti Joseph Cassien-Bernard e Gaston Cousin, e grazie al lavoro degli ingegneri Jean Résal e Amédée d'Alby. A dar luce a questa splendida struttura vi sono ben 32 candelabri.
Tra le decorazioni del ponte più interessanti vi sono quelle delle Fame in bronzo sui piloni della riva destra, ad opera di Emmanuel Frémiet, la Renommée des Sciences (Fama delle Scienze) e la Renommée des Arts (Fama delle Arti), alle cui basi vi sono la La France Contemporaine (Francia Contemporanea) e la France de Charlemagne (Francia di Carlo Magno), in marmo, rispettivamente di Gustave Michel e di Alfred Lenoir. [FONTE: http://www.parigi.com/pont-alexandre-iii/]

7 commenti:

TheFatamorgana81 ha detto...

Povera Nadia :( in un posto romantico come Parigi non ci vuole proprio un cuore spezzato!! Bellissimo quel ponte!

Debora Libardi ha detto...

la copertina di questo libro è davvero carina *_*

Il Mondo di Dru ha detto...

Un momento davvero dolce! Quel ponte l'ho già trovato in altri libri e forse un giorno riuscirò a vederlo.

Rosie M. Stuart ha detto...

Sono contenta che piaccia la cover! *_*

Alessandra Paoloni ha detto...

"non prendo la metropolitana nemmeno se mi minacciano di morte"... una volta mia cugina mi ha detto quasi la stessa cosa XD
Bell'estratto e interessante questo secondo giro in una Parigi che per ora ho visto solo in cartolina -.-''' <3

Eiry ha detto...

Questo estratto è molto carino, malgrado Nadia sia molto giù di morale.
Ho visto Parigi e quel ponte è piuttosto importante, quindi dovrei esserci stata, eppure... non me ne ricordo affatto :O

La cover di Rosie, comunque, è davvero splendida!

stefania mognato ha detto...

Oltre ad aver conosciuto meglio il libro ho conosciuto meglio anche Parigi, quindi curiosa di conoscere il libro e Parigi

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...