Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

giovedì 16 ottobre 2014

Recensione "La Bambola" di Daniela Jannuzzi

Titolo: La Bambola 
Autrice: Daniela Jannuzzi
Genere: Horror
Editore: Lettere Animate
Prezzo Kindle: EUR 0,99
Sinossi
In un giorno qualunque Miranda esce in ritardo dal lavoro e, mentre corre per andare a prendere la sua bambina alla scuola di ballo – preoccupata per la reazione che potrebbe avere per i molti impegni della mamma, donna divorziata e lavoratrice – s’imbatte in un negozio che trova all’improvviso sulla sua strada ma che non ricorda di aver mai visto prima d’ora: La Piccola Bottega Dietro L’angolo, che all’apparenza sembra solo un negozio d’antiquariato mal organizzato.
Avvicinatasi alla vetrina, però, Miranda nota un oggetto che cattura subito la sua attenzione: una bambola di porcellana vestita in stile ottocentesco, curata in ogni dettaglio e tenuta a regola d’arte, che in qualche modo l’affascina. Tuttavia non ha ulteriore tempo da perdere e sta per andar via, quando un movimento attira di nuovo la sua attenzione e con la coda dell’occhio le pare di vedere il giocattolo muoversi. Guardando meglio la donna nota che qualcosa sul volto della bambola è mutato...
Quando Daniela mi disse che stava scrivendo un horror, non ci volevo credere. Dopo aver letto tutti i suoi lavori, non mi sarei mai aspettata che si inoltrasse in un genere così diverso da quello fino a ora letto.

Iniziando a leggerlo, mi sono stupita per la bravura, per l'intensità, per la capacità di raccontare una storia drammatica, d'horror in modo così perfetto, lineare e sconvolgente.
Ammetto che le bambole di ceramica mi fanno uno strano effetto. Una sorta di timore verso quei innocui, strani oggetti che ti guardano come se dentro di esse ci fosse un qualcosa di vivo.

Quando ho letto "La Bambola" quelle paure hanno sfiorato la mia mente sopratutto per ottima narrazione e ottimo approccio a una storia che fa rabbrividire.
Sono amante di questo genere. Io adoro l'horror che ti fa rimanere a bocca aperta, che ti toglie il respiro.

Un Horror di poche pagine. Un racconto intenso, brillante, adrenalinico. Lo stile pulito e delineato, rende la storia intrigante e piacevole. La lettura scorre veloce, piena di suspense e di piacevoli brividi. 
Mi piace il modo con cui l'autrice ha narrato la storia, mi piace i dialoghi intensi e pieni di patos. Come sempre ben scritto e diverso da quello letto fino a ora dell'autrice. 

Crudele, avvincente, crudo, spietato. Un vero horror come piacciono al veri amanti del genere.
Per l'ennesima volta devo fare i complimenti a Daniela Jannuzzi. Consiglio per gli amanti del genere, questo breve romanzo perchè merita.

1 commento:

Amaranth ha detto...

Con Halloween alle porte mi è venuta voglia di questo genere di romanzi. Non so se farò in tempo per il 31, ma lo metterò in wishlist: promette bene ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...