Giveaway

Le immagini dei teaser non sono nostre e non ci guadagnamo da esse. Tutti i diritti appartengono ai proprietari.

lunedì 1 settembre 2014

Recensione Quotidiana "Follia" di Antonio Venezia

Quotidiana Follia
Antonio Venezia
Link della casa editrice.
http://www.mjmeditore.it 
cartaceo  prezzo 10.20 EUR
Inoltre si può trovare sia su Amazon, Ibs, Inmondadori, Feltrinelli.
1.Abbie Evans
È la storia di un'insegnante di scuola materna che, avendo perso un figlio in gravidanza a causa delle percosse ricevute dal marito e non potendone più avere, si congiunge carnalmente con un demone. Rimane incinta ma ad un patto: il demone gli chiede il sangue di dieci bambini innocenti.
2. Il cibo degli Dei
Un uomo inventa, insieme ad un suo amico genio dell'informatica, una stampante 3D che è in grado siriprodurre qualsiasi tipo di cibo da una miscela prodotta in laboratorio. Il cibo prodotto ha una controindicazione: chiunque lo mangi diviene affetto da cannibalismo e rabbia.
3. Il Signore del bosco
Un uomo e sua moglie decidono di deviare dall'autostrada per visitare una piccola cittadina non segnata su nessuna mappa stradale. Si ritroveranno a Oaksville, dove il tempo sembra essersi fermato così come l'avvento della tecnologia. Scopriranno di non poter più lasciare il paese perché gli abitanti adorano il Signore del bosco, un entità soprannaturale che richiede un doppio sacrificio umano ogni anno
4. Il grammofono maledetto
Un uomo ritrova nella cantina della sua nuova casa un vecchio grammofono da cui sembra parlare direttamente il diavolo. Egli lo comanderà nell'uccidere tutte le persone vicine al protagonista
RECENSIONE A CURA DI VITTORIO DE AGRO' PER IL RUMORE DEI LIBRI

Esiste un lieve confine tra il Bene e il Male. Da credente non praticante sono convinto che il Diavolo e i suoi seguaci tentino ogni giorno di corrompere l’anima di un innocente.

Quando ho avuto le mie due crisi psicotiche, ricordo chiaramente una Voce difficile da descrivere nel tono e nell’accento che mi invitava a fare del male o farmi del male.

La mia coscienza, per me, la vera scintilla di Dio mi ha spinto sempre nella seconda direzione.

Il fascino del Male incanta da sempre scrittori e lettori di qualsiasi età

Ciò che non conosciamo e comprendiamo ci attira. Il mistero e l’oscurità sono fertili campi dove uno persona dotata di talento e creatività può attingere.

Questo è il caso di Antonio Venezia con i suoi racconti di “Quotidiana follia”.

L’autore ci presenta una serie di personaggi e realtà a cavallo tra quotidianità e oscurità, dove l’elemento del Male sconvolge prima le menti e poi le anime dei protagonisti.

Conosciamo così la maestra Abbie Evans che si fa tentare e sedurre da un demone, diventando una ferocia assassina di bambini,pur di diventare madre. La sua agghiacciante intervista alla giornalista Tania Rogers, non può non turbare il lettore.

Come il lettore non può non essere coinvolto e scosso dal racconto del “grammofono maledetto” dove il protagonista della storia,Tom Rendal, un ragazzo fragile e facilmente manipolabile,

al punto che la sua mente cede, preda di una forza oscura e sanguinaria.

Lo stile di Venezia è avvincente e avvolgente, usando un linguaggio semplice e diretto con un buon pathos narrativo.

Le pagine scorrono via e per ogni racconto, la fantasia del lettore ha gioco facile ad immaginare le scene, essendo le parole scelte dell’autore di sé già evocative.

Il limite dei racconti, forse, è nella descrizione ed evocazione del Male. Venezia non si spinge in profondità, rimane superficiale e stereotipato sul topos . Conosce sicuramente la materia e sa maneggiarla, ma doveva essere più coraggioso e introspettivo. Descrive bene le debolezze dei protagonisti e ne fa un buon quadro psicologico, ma lascia solo accennato il vero protagonista della storia.

Il maligno, aihme, non ha solo fascino e potere, ma soprattutto una personalità complessa e in questi racconti se ne coglie poco l’essenza.

È un esordio degno di nota per l’autore, sono certo che nei prossimi progetti correggerà i limiti evidenziati in questa raccolta.

Il Male va raccontato in tutti i suoi aspetti, per tenerlo lontano e soprattutto sconfiggerlo.

 E MEZZO

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...